NEWS IN PILLOLE

lukasDavid Gilmour ha recentemente presentato il suo amico e compagno di band Phil Manzanera con un premio alla carriera al latin-UK Awards (LUKAS), per il suo contributo alla musica britannica. Phil è stato premiato durante la cerimonia al LUKAS Gala il 18 marzo, a Londra, Café de Paris, che ha riconosciuto il suo impegno per gli stili musicali latino-americani. Phil, che è per metà colombiano, ha preso la chitarra in mano all’età di sei anni mentre viveva a Cuba e da allora ha sempre avuto influenze latine nella sua musica. Il suo album del 2010 “Corroncho” è un mix di pop con ballate.

815526138_B97250917Z.1_20130319200000_000_GFFKE6OO.1-0Secondo quanto riporta il giornale francese “La Voix Du Nord” Roger Waters è stato avvistato a Duisans (piccola cittadina a nord della Francia) con il figlio e insieme stanno girando un documentario in cui ripercorrono le traccie del nonno di Roger, morto durante la prima guerra mondiale di cui il corpo non fu mai ritrovato. Al momento non si sa ancora come verranno utilizzate queste riprese, se per un documentario della BBC o per qualche altro progetto. A questo link la news del giornale francese.

Il mensile Spinner pubblica una nuova intervista a Bob Ezrin (superproduttore di Lou Reed, Alice Cooper, KISS e del prossimo album dei Deep Purple, solo per citare alcuni degli artisti del suo curriculum), il canadese fu co-produttore di “A Momentary Lapse of Reason” e scrisse parte di “Learning to Fly”  rivelando che la canzone avrebbe potuto avere un intermezzo rap invece che il tradizionale assolo di chitarra a metà del brano. Ezrin, che è conosciuto soprattutto per le sue collaborazioni rock, fu in realtà uno dei primi professionisti del settore discografico a essere incuriosito dal rap, e ne seppe prevedere ampiamente il successo a livello internazionale. Così, quando ebbe l’occasione di lavorare con i Pink Floyd, cercò di convincere la band e soprattutto Gilmour ad aprirsi alle nuove tendenze. Bob Ezrin: David mi disse di no. -Mio Dio, sarebbe una cosa terribile-, disse. Odiò l’idea fin dal primo momento.” E io aggiungo… ma per fortuna! A questo link la news.

Nel mensile “Prog Magazine” di questo mese c’è una nuova intervista di 4 pagine ad Alan Parsons in cui parla  del 40° anniversario di “The Dark Side Of The Moon”.

Il National Recording Registry è il più prestigioso e autorevole archivio musicale della Library of Congress, istituzione americana che con quasi ventitré milioni di articoli in catalogo rappresenta una delle raccolte di opere del pianeta: con incisioni come il leggendario discorso di Martin Luther King “I have a dream”, la NRR ha come obiettivo dichiarato dal proprio statuto quello di preservare registrazioni che siano “culturalmente, storicamente o esteticamente importanti o indicative di quello che sia la vita negli Stati Uniti”.  L’archivo, aggiornato annualmente, nel 2013 ha scelto di portare sui propri scaffali una manciata di titoli fondamentali per la storia del rock: oltre a “The Dark Side Of The Moon” dei Pink Floyd nel catalogo del registro sono finiti anche “The sound of silence” di Simon & Garfunkel, “The twist” di Chubby Checker e la colonna sonora – scritta e eseguita dai Bee Geees – del film “La febbre del sabato sera”.

Nel trailer del film “Dead Man Down” compare una bella cover di “Shine On You Crazy Diamond” di Kendra Morris. La canzone purtroppo non appare  nel film (e quindi neanche nel cd della colonna sonora) ma solo nel trailer.

A questo indirizzo invece potete vedere delle a dir poco bellissime foto inedite dei Pink Floyd a cura di Robert Alford, molte sono del tour “In The Flash” di Animals del 1977.

Shine On!

3 comments

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...