NEWS IN PILLOLE

1003292_661944007153733_1690905253_nPochi giorni fa Spotify (servizio musicale che offre lo streaming on-demand di migliaia di artisti) aveva lanciato una sfida: per avere on line tutto il catalogo dei Pink Floyd in streaming, la canzone “Wish You Were Here” doveva essere ascoltata 1 milione di volte… Sono bastati a malapena due giorni perché “Wish You Were Here” raggiungesse il milione di streaming e i Pink Floyd hanno rispettato il patto: è stato finalmente pubblicato su Spotify l’intero catalogo dello storico gruppo inglese. I fans, gli estimatori e chiunque voglia conoscere un pezzo di storia della musica rock contemporanea potranno finalmente setacciare l’immensa discografia dei Pink Floyd e godere appieno della loro magia musicale. Insieme ai Pink Floyd è arrivato anche la discografia di David Gilmour e Roger Waters. A questo link la pagina dei Pink Floyd su Spotify.

storm_syd_filmGli Storm Studios (gli studi fotografici di Storm Thorgerson) hanno fatto sapere che Storm nell’ultimo periodo della sua vita era stato molto impegnato a girare un documentario sul membro fondatore dei Pink Floyd, Syd Barrett. Hanno filmato molte interviste tra vecchi compagni di scuola, compagni di appartamento, fidanzate, colleghi musicisti e di tutti i membri sopravvissuti dei Pink Floyd. Il film-documentario al momento è in fase di editing, per ulteriori notizie continuate a visitare il blog!

Outside The Wall” a Padova: In concomitanza con il concerto “The Wall Live” che Roger Waters terrà allo stadio Euganeo il 26 luglio, la Sala Agorà del Centro Culturale Altinate/San Gaetano a Padova ospiterà dal 13 al 28 luglio la prima esposizione di alcuni tra i pezzi più preziosi provenienti dalle collezioni private di appassionati di tutto il mondo relativi alla discografia, al film e agli spettacoli dal vivo dell’opera rock dei Pink Floyd. Dischi, poster, biglietti, magliette, stampe e fotogrammi, tour programme, riviste e giornali, foto d’epoca e memorabilia di grande rarità, faranno rivivere al visitatore i fasti delle epoche dell’album dei mattoni. Grandissima attesa è poi rivolta alla opere, per la prima volta esposte in Italia, di due personaggi che hanno avuto un ruolo sostanziale nella storia dei Pink Floyd: si potranno infatti ammirare 20 rare stampe originali messe a disposizione da Gerald Scarfe, il caricaturista di fama mondiale autore dei personaggi e delle animazioni che hanno reso celebri il film e gli spettacoli live della Band, oltre a 47 foto originali offerte da David Appleby, il fotografo ufficiale presente nel backstage delle riprese del film di Alan Parker “Pink Floyd The Wall”.

81E2u2uJb5L._SL1500_Sarà rilasciato in formato Blu-ray il 26 agosto 2013 il documentario della serie “Classic Albums” sul making of di “The Dark Side Of The Moon” uscito già in Dvd circa 10 anni fa. Al momento l’unica fonte di prevendita è Amazon UK, mentre  non si sà se questo bellissimo documentario sarà disponibile anche in Italia.

Ed ora ecco cosa può accadere ad un fan dei Pink Floyd: Paul Foster, 51enne originario di Chesterton, è stato arrestato dopo aver ignorato cinque ingiunzioni per musica troppo alta. Il fan sfegatato dei Pink Floyd costringeva i vicini di casa ad ascoltare, notte dopo notte, “The Dark Side Of The Moon”, “Wish You Were Here” e “The Wall”, seguiti da una serie di ballad soul. Il vicino di casa spiega: “È stato un incubo, amo i Pink Floyd esattamente quanto lui, ma non al punto da ascoltarli dieci volte al giorno fino alle 4 di notte. Ho perso il conto delle volte in cui ho sentito le voci di Barry White e Marvin Gaye provenire da quella casa, ma si trattava più che altro dei Pink Floyd. Adesso credo proprio che, se sentissi ancora una volta una delle loro canzoni, potrei impazzire” . La sua passione forsennata per i Pink Floyd, però, gli è costata 28 giorni in carcere.

Shine On!

2 comments

    1. Ciao Alessio! prego.. di spotify non sono un grande esperto… penso che per ascoltare i Floyd il meglio sia su Lp o in 5.1………😉 però per le nuove generazioni che non sanno neanche cosa sia un 33 giri, e vogliono sperimentare l’ascolto di qualcosa come i Floyd, averli su spotify non è una cattiva idea..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...