ROGER WATERS ACCUSATO DI ANTISEMITISMO

1006016_10201713527538575_1100611744_nNei giorni scorsi Roger Waters era stato pesantemente accusato di antisemitismo, dopo che una “Stella di David” era apparsa come simbolo sul maiale volante durante il tour “the Wall Live”, quindi per mettere a tacere una volta per tutte questa polemica Roger ha pubblicato una lettera (non di scuse, come richiesto) in cui illustra i motivi di quel simbolo e che significato ha nell’opera “the Wall”.

LA LETTERA APERTA DI ROGER WATERS:
(traduzione italiana di Franco Lamacchia)

Clicca “continua a leggere

Ci sono stati alcuni commenti su Internet a proposito dello show di The Wall in Belgio ai quali io sento di dover rispondere.

Alon Onfus Asif, un cittadino israeliano che vive in Belgio ha assistito alla show la settimana scorsa, ed essendo un osservatore molto attento, Alon ha notato una Stella di David sul Maiale che viene distrutto dal pubblico alla fine dello show.

Poi Alon si è sentito in obbligo di riprendere il nostro Maiale col suo telefono, di postare il video e di informare il quotidiano israeliano Yediot Ahronot.

Questa storia è stata puntualmente ripresa dal sempre attento Rabbino Abraham Cooper, capo del Simon Wiesenthal Center e la sua completamente prevedibile e conseguente risposta è questa:

IL MAIALE VOLANTE AL CONCERTO DI ROGER WATERS MOSTRA LA STELLA DI DAVIDE;

IL WIESENTHAL CENTER LO CHIAMA “ODIATORE DICHIARATO DEGLI EBREI”

Il Gruppo di diritti umani ebreo, Simon Wiesenthal Center, ha impugnato il martello contro il musicista rock britannico e attivista anti-Israele Roger Waters, dopo che un maiale gigante adornato con una Stella di David è stato liberato nel cielo del Belgio durante un concerto il 18 luglio.

“Con questa disgustosa dimostrazione Roger Waters si è chiaramente rivelato. Bistratta Israele e, fregandosene, ci boicotta promuovendo la Pace di Medio Oriente. Waters è un odiatore dichiarato degli ebrei”, ha affermato il Rabbino Abraham Cooper, Capo Associato del Centro in un e-mail a L’Algemeiner.

“Il video è oltremodo scioccante. Gli unici libri che questo fanatico dovrebbe leggere sono sui Mullahs in Iran e sulla Fratellanza Musulmana”, ha aggiunto Cooper.

“Io sono andato al concerto perché mi piace veramente la sua musica, senza alcun collegamento alla sua posizione politica verso l’Israele.” afferma Alon Onfus Asif, un cittadino israeliano che vive in Belgio, che ha informato il quotidiano Israeliano Yediot Ahronot. “Ed io mi ero molto divertito, fino a quando ho notato la Stella di David, sul maiale gonfiabile. Questo era l’unico simbolo religioso-nazionale che appariva fra gli altri simboli di fascismo, dittatura ed oppressione di popoli. Waters ha oltrepassato il limite dando corpo ad un messaggio antisemita, oltre a tutti i messaggi antimilitaristi.”

Il concerto di Roger faceva parte della festa di musica nella città di Werchter e ha inaugurato il suo tour europeo. Oltre alla Stella di David, sul maiale volante, c’era anche il simbolo della Shell e alcune scritte come “Tutto sarà ok, semplicemente continua a consumare” e “Cosa c’è che non va nella gente?”. Anche il quotidiano Yediot ha riportato l’accaduto, definendolo una “palese dimostrazione antisemita”.

Le cosce del maiale mostrano la silhouette di un uomo che fa il saluto nazista.

“Il Centro Simon Wiesenthal esorta gli altri cantanti e musicisti a denunciare il suo antisemitismo ed il fanatismo” ha concluso Cooper, invitando altri a rispondere allo stesso modo all’immagine offensiva.

Un altro ente di controllo ebreo, la Lega Antidiffamazione, che criticò Waters nel 2010 per l’uso di immagini a lungo associate agli stereotipi su ebrei e soldi, come parte di un segmento del Tour di The Wall Live 2010-2011, disse che il maiale di Waters non era una novità e nel contesto non era antisemitico.

“Questa è la stessa cosa che lui fa da anni”, ha detto Todd Gutnick, Direttore di Media Relations. “Noi crediamo che non ci sia intenzione antisemitica nell’uso del simbolo della Stella di David.”

“La canzone è “Run like Hell” dall’album The Wall dei Pink Floyd. La canzone è scritta dal punto di vista dell’antieroe, Pink, durante un’allucinazione nella quale lui diviene un dittatore fascista e il pubblico di un concerto si trasforma in una folla cattiva. Come sempre, Waters appare vestito per la parte. È una tradizione del concerto che ritorna anni che durante questa canzone un maiale gonfiabile sia rilasciato in cielo. Per questo più recente tour, il maiale sembra avere simboli numerosi, incluso un martello, il dollaro, la falce e una piccola Stella di David”, ha spiegato Gutnick.

“Nella versione cinematografica di The Wall, la folla assale e distrugge le case di Neri e Ebrei, così l’uso degli ebrei e degli altri simboli sul maiale è in linea con il testo della canzone”, ha concluso.

Il maiale gonfiabile è basilare nei concerti di Waters, e ha assunto diverse caratteristiche e forme nel corso degli anni. L’Algemeiner non è stato in grado immediatamente di confermare se il maiale fosse già apparso in questa forma precisa in precedenza.

Waters è una voce ben nota nel movimento di Boicottaggio, Spoliazione e Sanzioni Economiche contro Israele e accusò Israele di “pulizia etnica”, “segregazione razziale” e “crimini internazionali” nel novembre 2012 in un discorso alle Nazioni Unite. Lo scorso autunno lui era anche al prima linea nel tentativo di boicottare uno spettacolo dell’Orchestra Filarmonica Israeliana alla Carnegie Hall di New York.

Le linee aeree israeliane EL AL, hanno recentemente cancellato dal loro sito un pacchetto promozionale che includeva anche un concerto di Roger Waters. 

——————————————————————————————————————————-

Caro Rabbino Cooper,

io ritengo che il suo sfogo sia provocatorio e inutile e possa semplicemente impedire il percorso verso la pace e la comprensione fra i popoli. È anche estremamente offensivo nei miei confronti a livello personale dato che vengo accusato di essere ‘Antisemita’, ‘Un odiatore di ebrei’ e ‘Nazi Simpatizzante’.

Ho quindi tre specifici punti a cui rispondere:

1). Il Suo uso dell’aggettivo “Antisemita”

 Prima io La indirizzo ad un annuncio della “Lega AntiDiffamazione”, un’organizzazione americana, il cui scopo dichiarato, è di difendere le persone ebree ed il Giudaismo dagli attacchi.

Loro hanno detto recentemente: “Sebbene noi avremmo preferito che il Sig. Waters avesse evitato di usare la Stella di David, noi crediamo non vi sia alcun intento antisemita.”

Vorrei puntualizzare che nello show io uso anche il Crocifisso, la Mezzaluna, il Martello e la Falce, il Logo della Shell e di McDonald, il simbolo del Dollaro e quello della Mercedes.

2). Odiatore di ebrei?

Io ho molti amici ebrei e molto vicini, uno dei quali, cosa molto interessante, è il nipote di Simon Wiesenthal.

Io sono orgoglioso di quell’associazione; Simon Wiesenthal era un grande uomo.

Inoltre io ho due nipoti, che amo più della mia stessa vita, la cui madre, mia nuora, è ebrea e di conseguenza lo sono anche loro.

3). NAZI?

Non solo lo fece mio padre, Secondo Luogo Tenente Eric Fletcher Waters, morto in Italia il 18 febbraio 1944 combattendo contro i nazisti, ma io sono stato allevato nell’Inghilterra del dopoguerra dove ho ricevuto l’educazione più completa sul Nazismo e dove non fui risparmiato dagli orrendi dettagli sugli atroci crimini commessi in nome della più folle ideologia. Io ricordo le amiche di mia madre Claudette e Maria, ricordo i loro tatuaggi, loro sopravvissero, due dei fortunati.

Mia Madre passò l’intero resto della sua vita, impegnandosi politicamente,  per rendere più sicuro il futuro dei suoi figli e nipoti, affinchè i figli e nipoti di chiunque, Neri, Bianchi, Ebrei e non, Latini, Asiatici, Musulmani, Indù, Buddisti, e altri, non avessero pendente sulle loro teste nessuna Spada di Damocle nella forma del disprezzato credo nazista. 

 

Io da parte mia, al meglio che ho potuto, ho continuato lungo il percorso dei miei genitori. All’età di quasi 70 anni, nello spirito di mio Padre e mia Madre e di tutto quello che hanno fatto, ho mantenuto la mia posizione, al meglio che ho potuto, in difesa della Libertà.

Lo Show di The Wall, così difficoltosamente attaccato da Lei, è molte cose.

È riflessione, senso della vita, ecumenico, umano, amorevole, anti guerra, anti coloniale, pro accesso universale alla giustizia, pro libertà, pro collaborazione, pro dialogo, pro pace, anti autoritario, anti fascista, anti apartheid, anti dogma, internazionale nello spirito, musicale e satirico.

Non è Antisemitico o Pro Nazi

Io spesso sono stato attaccato dalle lobbies pro Israele a causa del mio appoggio a BDS (Boicotti, Spoliazione e Sanzioni economiche) non entro nello specifico, chiunque interessato può accedere ad un discorso che io ho fatto alle Nazioni Unite l’anno scorso il 29 novembre.

Tuttavia io dico che in una teocrazia che funziona è quasi inevitabile che il simbolo della religione sia confuso col simbolo dello stato, in questo caso lo Stato di Israele, un stato che applica l’apartheid all’interno dei suoi propri confini ed anche nei territori ha occupato e ha colonizzato dal 1967.

Piaccia o no, la Stella di David rappresenta Israele e le sue politiche ed è legittimamente soggetta ad ogni forma di protesta non violenta. Protestare pacificamente contro la politica razzista nazionale ed estera di Israele NON E’ ANTISEMITISMO.

La Sua argomentazione per cui siccome io critico le  politiche del governo israeliano dovrei essere inglobato nella Fratellanza Musulmana è risibile  ed è ancora un affronto personale.

Io ho passato la mia intera vita adulta a difendere la separazione tra stato e chiesa. 

Ad ogni show di The Wall  io invito 20 veterani di qualunque paese e nel backstage, durante l’intervallo dello spettacolo ci incontriamo, ci scambiamo  strette di mano, buoni auguri e ricordi.

Ad un show, un anno fa più o meno, un vecchio veterano del Vietnam, credo, bloccò la mia uscita stendendo la sua mano che io presi, lui non la lasciò, mi guardò negli occhi e disse ” Suo Padre sarebbe orgoglioso di Lei.”

Ho pianto.

Il Muro sta tendendo la mano a Lei e a tutti gli altri Rabbini Cooper che ci sono.

Venga allo show!

Con affetto

Roger

P.S. Per amor di verità. Il maiale gonfiabile che ha così offeso il giovane Alon appare ad ogni show di The Wall da settembre 2010, 193 show, e la sua è la prima lamentela. Anche il maiale in questione rappresenta il male e, più specificamente, il male di un governo sulla cattiva strada. Noi trasformiamo questo simbolo di repressione in un regalo al pubblico alla fine di ogni show e le persone fanno sempre la cosa giusta. Lo distruggono.

Grazie a Franco Lamacchia per la traduzione in italiano.

http://www.ilsecoloxix.it/p/cultura/2013/07/24/APalSL3F-maiale_davide_stella.shtml

Shine On!

9 comments

  1. Se lui fosse stato un nazi-simpatizzante, The Wall non sarebbe mai stato scritto e musicato. In pratica mai esistito. Le persone non leggono, non ascoltano bene le parole. Giusto adattare ad una propria interpretazione di vita, ma una mente libera dai dogmi di qualsiasi genere, non avrebbe mai reagito così, perché non offuscata. E’ proprio vero che la religione uccide anima e corpo.

  2. Il poeta Roger,ancora una volta ha impartito un ottima lezione di storia e politica,esprimendo il suo sincero pensiero condividisibilissimo!Grande Rog! Ciao Simone

  3. Me lo aspettavo da tempo che Waters avesse le ore contate… Nel suo ultimo eccezionale tour di The Wall (a cui ho avuto il piacere di assistere più volte) è andato giù pesante nella denuncia dei crimini di tutto il mondo… Fra le altre cose si è permesso di criticare l’invasione della Palestina da parte dello stato CRIMINALE d’Israele…
    E cosa è successo ovviamente? E’ stata messa in atto una campagna diffamatoria nei confronti di Roger, tacciandolo di antisemitismo e di Nazista… Cose da matti se si considera che il suo show ha una presa di posizione totalmente opposta!
    Cose da matti se si considera che il padre di Roger, colui che è stato ispirazione sia di The Wall che di Final Cut è morto ad anzio durante la seconda guerra mondiale, cose da matti se si considera che The Wall è di fatto anche un’ opera anti-nazista e che lo show critica non solo Hitler, ma tutti i regimi dittatoriali.

    Ma la cosa in assoluto più schifosa, viscida, incredibile, è che la stampa nazionale si sia immediatamente coalizzata, svolgendo la maggior parte dell’opera di diffamazione nei confronti di waters, confermando che waters essendo sempre stato poco in simpatica con i sionisti è di fatto un antisemita.
    E’ proprio vero che i giornalisti sono la peggiore razza, sono SERVI DEL POTERE.

    Io sinceramente non riesco a trovare parole per esprimere il disgusto e la rabbia che provo…
    Viviamo proprio in un mondo di m e specialmente in un paese di m, abitato da gente di m.

    Finiamola di dare la colpa ai potenti… Alla gente si può dare in pasto qualsiasi cosa…

    Vergogna…
    Ci meritiamo soltanto di sprofondare…

    1. Ciao Leonardo! Concordo in pieno con quello che hai detto.. Non so come si possano fare certe accuse.. Molti hanno scritto che al concerto di Roma, alcuni ebrei hanno lasciato immediatamente lo stadio alla vista del maiale.. Cioè.. Io proprio non capisco dove andremo a finire.. Grazie per seguire il blog!

  4. Grandissimo. Condivido pienamente le sue parole, le sue motivazioni, il suo pensiero e le sue “battaglie”. Continua così Roger. Shine On!

    1. Ciao Francesco! Anche io naturalmente concordo con Roger…. Cioè… Non è per essere di parte ma… Penso che alcune persone prima di dare aria alla bocca debbano prima informarsi… O almeno sapere cosa stanno dicendo..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...