MOSTRA “PINK FLOYD EXHIBITION: THEIR MORTAL REMAINS” ANNULLATA – CON AGGIORNAMENTI

1656127_10151969140502308_733636215_n

***Update del 10/01/2015 –

Rockol.it fa il quadro della situazione della mostra: consiglio a tutti di leggerlo. Potete trovare l’articolo a questo link.

Evolve Devolve e Comotti 1969, i promoter italiani di “The Pink Floyd Exhibition – Their Mortal Remains” hanno annunciato che l’apertura della mostra, inizialmente programmata per il 19 settembre a Milano, è stata annullata poiché non si sono verificate le condizioni necessarie per realizzare l’inaugurazione entro l’arco temporale a disposizione presso la Fabbrica del Vapore. (Tali condizioni sono del tutto indipendenti dall’Amministrazione Comunale).

I possessori dei biglietti possono chiedere il rimborso rivolgendosi al canale presso il quale è avvenuto l’acquisto, secondo le modalità già comunicate.

Chi desiderasse ottenere il rimborso, dovrà provvedere a inserire i dati sul modulo online http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[rimborso] completando il form con il codice di acquisto; successivamente si dovrà provvedere alla restituzione del box, optando per la restituzione del solo biglietto o anche del materiale rimanente.

PER I BIGLIETTI STANDARD (PRENOTAZIONI, OPEN, RIDOTTI, GRUPPI, FAMIGLIA) ENTRO E NON OLTRE IL 30 OTTOBRE 2014.

PER I PACCHETTI SPECIALI (DAY ONE, DIAMOND, TICKET TSHIRT) ENTRO E NON OLTRE IL 10 NOVEMBRE 2014, SPEDENDO IL KIT MEMORABILIA DA RENDERE AL SEGUENTE INDIRIZZO: The Pink Floyd Exhibition C/O Fabbrica Del Vapore, Via Giulio Cesare Procaccini 4, 20154 Milano (Mi), Italia

Al momento non si sa se e quando la mostra vedrà la luce, ulteriori notizie appena saranno disponibili…

Io aggiungo: non ho parole per l’incompetenza con cui è stata gestita la vicenda. Una mostra del genere con gente prevista da tutto il mondo avrebbe dovuto avere una organizzazione degna del nome Pink Floyd e sicuramente un canale di vendita biglietti serio, sicuramente non “VivaTicket”. Non oso immaginare la reazione di chi abbia comprato due o più biglietti, prenotato volo e albergo per poi scoprire che tutto è stato annullato. Io stesso per farmi rimborsare i biglietti sto avendo non poche difficoltà.

Aggiornamenti:

Contattato da Rockol, l’ufficio stampa dell’organizzazione ha respinto ogni richiesta di commento rimandando al comunicato diramato nel pomeriggio, limitandosi a specificare come non sia da intendersi annullata tour-court la mostra, ma solo la sua apertura presso la Fabbrica del Vapore di Milano (circolano rumors su un possibile spostamento a Roma o a Firenze).

Sempre da Rockol ulteriori informazioni sulla questione:

Perché i Pink Floyd quando fanno le cose le fanno bene o non le fanno“, spiega un “avvilito” – confessa lui – Fran Tomasi, organizzatore della mostra e storico promoter italiano del gruppo: “Vogliono che ‘Their mortal remains’ aggiunga un ulteriore tassello alla loro carriera. E posso dire che sarà così: non è un caso che per realizzare l’esposizione abbiano firmato, sullo stesso documento, due signori (Gilmour e Waters, ndr) che litigano da trent’anni. Questa mostra sarà qualcosa che ridefinirà gli standard per allestimenti di questo genere“.

Già due settimane fa avevo il presentimento che saremmo stati costretti ad annulllare. Con la Fabbrica del Vapore occupata per buona parte del 2015 e la volontà del gruppo di ridefinire l’allestimento anche in vista della nuova pubblicazione sapevamo che non avremmo avuto i tempi tecnici per aprire. Ed è un peccato, perché io ci tenevo che la prima mondiale venisse organizzata a Milano“. E, per una volta, la mancata apertura non è da imputare a inefficenze o mancanza di comuncazione tra le parti in causa: “L’amministrazione comunale di Milano è stata eccezionale nell’aiutarci“, Tomasi tiene a specificare, “Davvero non possiamo rimproverare nulla a nessuno. Se è successo quello che è successo, è solo per una serie di sfortunate circostanze“.

Adesso, allora, conviene guardare al futuro: “Abbiamo tante di quelle proposte da tutto il mondo che facciamo fatica a contarle“, racconta l’organizzatore, “Per esempio, in Brasile, per aprire a San Paolo e Rio, abbiamo già avuto contatti col ministro della cultura locale, che ci aspetta a braccia aperte. Noi, però, siamo determinati a tenere la ‘prima’ più in zona“. Dove, precisamente? “A Roma, per esempio. O a Berlino, all’aeroporto di Tempelhof, oggi tramutato in spazio polifunzionale. Di certo, non in un museo tradizionale, perché le particolarità dell’allestimento non lo permetterebbero. Infatti stiamo prendendo in considerazione spazi industriali recuperati. In ogni caso, ci siamo già attivati per ripartire. Con tanta pazienza…“.

26 comments

  1. salve a tutti. al giorno 4 gennaio 2016 non ho ancora ricevuto nulla né risposte di alcun tipo dagli organizzatori della mostra. ho coinvolto anche l’associazione altroconsumo che ha ottenuto lo stesso risultato: zero di zero. qualcuno ha notizie di altro tipo dalle mie? un saluto a tutti. roberto Maurizio

    1. Forse fai prima a rivolgerti a Pink Floyd s.p.a. che se non erro hanno intentato causa a loro volta per i mancati guadagni,…probabilmente saranno più onesti…😀😀😦

      1. ciao loredana, io uguale a te, niente di niente. e penso che la situazione non cambierà.. so che i Floyd li hanno tirati in causa ma al momento non se ne sa più niente da un pezzo. da parte mia, qualsiasi evento organizzato d evolve devolve o vivaticket, io me ne starò alla larga.

  2. Salve a tutti,

    Sarei curioso di sapere quanti, come il sottoscritto, all’8 luglio 2015 non sono ancora stati rimborsati. La EvolveDevolve ormai ci ignora da mesi, e credo ci siano tutti gli estremi per far partire una denuncia per truffa, in Internet si riesce agilmente a risalire a chi detiene il marchio (i domini internet, ad esempio, sono registrati a nome di tal Paolo Ambrosio). Trovo scandaloso non se ne parli più perché, ad una rapida ricerca internet, trovo centinaia di lamentele sui social (anche recentissime), ma assolutamente nessuna notizia sul fronte mediatico (giornali, riviste specializzate).

    1. ciao! guarda è scandaloso! ancora nemmeno io sono stato rimborsato, poi ho mandato una mail “minatoria” con scritto che li avrei “sputtanati” qui sul mio sito e mi hanno detto di mandargli il n° del conto corrente e mi avrebbero rimborsato..ormai non so quanto è passato mi sa un anno o piu, appena torno in banca chiedo di riguardare se c’è il rimborso ma non penso.. per la denuncia bisgnerebbe informarsi meglio su a chi farla e quanto costerebbe, senza fare un buco nel l’acqua, poi è sempre un problema fare le cose in tanti anche se ho pensato più di una volta di andare alla sede di questi ladri e fare un macello..

    2. Ciao Bryz è accaduto anche a me con 4 biglietti ho scritto più di una volta, poi una signora di Vivaticket molto cortese mi ha fatto capire che non rivedremo mai i ns. soldi.
      L’organizzatore non ha restituito niente a nessuno.
      Loro lo hanno citato anche per danni all’immagine.
      Sarà il caso di rivolgerci ad un avvocato?

  3. Ciao a tutti, io ho comperato 4 biglietti
    per la mostra tramite il sito vivaticket.it,
    ho fatto regolare richiesta di rimborso
    il 14 ottobre 2014 ma fino ad oggi 30/11/2014
    non solo non ho ricevuto il rimborso dei 4 biglietti,
    ma nemmeno si sono degnati di rispondere alle
    numerose e-mail inviate. Chiunque si trovi nella
    stessa mia situazione e voglia intraprendere un’azione
    legale contro vivaticket può contattarmi alla
    seguente mail: marco_t@fastwebnet.it.
    Quello che voglio proporre è di metterci tutti insieme
    ed aprire questa causa, naturalmente decideremo tutti
    insieme sia a quando agire legalmente
    (la mia proposta è quella di aspettare metà gennaio 2015)
    sia a quale studio legale rivolgersi, è chiaro che sarà
    tutto trasparente tutto nero su bianco, questo al fine
    anche di poter suddividere le spese legali e oltre a questo,
    perchè credo che il problema a chi aderirà a questa iniziativa
    sia lo stesso, vale a dire vogliamo indietro i nostri soldi.

    Fate girare questa iniziativa.

    Grazie

    1. Ciao Marco! io uguale a te e alla fine dopo 10 mail 3 telefonate e quant’altro li ho minacciati di fare una pubblicità negativa tramite il sito (cosa che nella sezione della mostra ho effettivamente fatto) cosi mi hanno detto di mandare il mio numero di conto corrente e mi avrebbero rimborsato i soldi direttamente loro.. ancora non ho controllato se li hanno messi ma non ne sono convinto. Hai fatto benissimo e sono strafelice se qualcuno intraprende una azione legale contro questi buffoni. infatti i 2 rivenditori vivaticket a cui mi sono rivolto hanno smesso di vendere i loro biglietti proprio per mancanza di professionalità di vivaticket!

    2. Anche a me stessa avventura! Purtroppo acquistati 3 biglietti non ancora rimborsati. Evolve Devolve non mi ha ancora accreditato nulla….:-(

    3. Sono d’accordo anch’io con 4 biglietti, ma da come mi hanno risposto mi sembra anche assurdo che vivaticket se ne lavi le mani…..
      cosa occorre fare?
      Leggo solo ora questo post e siamo ad ottobre 2015 non è accaduto nulla.
      Cerchiamo di capire almeno quanti siamo

  4. 560 euro buttati tra volo e albero. Due biglietti per la mostra in attesa di rimborso e un amaro in bocca direttamente proporzionale alla sesquipedale dabbenaggine con la quale è stata gestita tutta la faccenda.
    Rom ,Berlino o Londra poco cambia; prenoterò di nuovo solo DOPO aver visto l’apertura ufficiale dell’evento.
    Qui, a forza di proclami, ci siamo ritrovati con un buco nell’acqua e nel portafoglio….

    1. Ciao Fabio! io uguale a te, per mia fortuna solo 40€, non ti dico cosa sto facendo per ottenere il rimborso, il negozio in cui ho preso i biglietti non è piu rivenditore vivaticket e alla fine ho dovuto mandare una mail “minatoria” a vivaticket, mi hanno risposto ieri e gli devo mandare i datì bancari ed effetueranno loro il rimborso… ma guarda è una cosa che a me non accadrà piu la prossima volta col cavolo che prendo la prevendita! penso che con questa faccenda sia vivaticket che l’organizzazione evolve/devolve abbia perso non pochi clienti… auguri per il rimborso, purtroppo per i soldi di albergo e volo invece….

    1. ciao ido! sono nella tua stessa situazione.. solo che io ho preso il biglietto open e in teoria posso andare in qualsiasi giorno a parte la prima mondiale.. ti conviene o mandare una mail a vivaticket per piu informazioni o aspettare… o al limite te li rimborsano….

      1. non ho parole. e non è detto che se e quando verrà riaperta la faranno in Italia, il promoter ha detto che piò essere a Roma come a Berlino… vedremo. intanto pensiamo a recuperare i soldi persi (chi li aveva prenotati)…

  5. A settembre/ottobre tutti a Milano !
    La prima mostra ufficiale Pink Floyd in Italia ! Spettacolo !
    Poi penso che ci saranno pure gli strumenti originali che usarono nei live no ?…
    E perché no…magari ci sta pure qualche membro dei Pink Floyd….😛

    1. ciao Marco! si c’è scritto che saranno presenti strumenti appartenuti alla band quind spero proprio di vedere tutto.. compresa le batterie di mason che usava nei 70….. riguardo alla presenza dei Floyd non si sa niente.. magari ci faranno una sorpresa😉 Non vedo l’ora!! ma comunque non penso di acquistare il box da 90€.. penso sia una cifra spropositata..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...