THE ENDLESS RIVER: TUTTI I DETTAGLI

10702118_10152368531702308_4487070388435382131_n

*Gli aggiornamenti  sono più in basso dopo i video delle preview audio!

Finalmente l’annuncio ufficiale che tutti stavamo aspettando è arrivato: “The Endless River” uscirà il 7 Novembre! Il disco, totalmente strumentale ad eccezione del brano “Louder than words” scritto da Polly Samson, si articolerà in quattro sezioni. David Gilmour: “Abbiamo ascoltato oltre 20 ore di musica suonata da noi tre e abbiamo selezionato ciò su cui volevamo lavorare per questo nuovo album. Nel corso dell’ultimo anno abbiamo aggiunto delle parti nuove, riregistrato delle altre e reso attuale la vecchia tecnologia di studio di allora, in modo da avere un nuovo album dei Pink Floyd da 21° secolo. Quando abbiamo finito le session di ‘The division bell’ avevamo molti spunti musicali già pronti, dei quali solo nove sono poi finiti nel disco. Adesso che Rick non c’è più, e che con lui se n’è andata anche la possibilità di ripetere questa esperienza in studio, ci è sembrato giusto rivisitare queste tracce e iscriverle ufficialmente nel nostro repertorio“. Inteso come tributo al tastierista dei Pink Floyd scomparso nel settembre del 2008 all’età di 65 anni, “The endless river” includerà stralci di conversazioni tra gli elementi della band e parti di organo suonate da Wright nel ’69 alla Royal Albert Hall: riguardo alle lavorazioni più recenti, il primo a entrare in studio è stato il batterista Nick Mason, che incise le sue parti nel novembre del 2013. Gilmour e lo stesso Mason hanno impiegato un totale di 30 giorni in studio solo per incidere le nuove parti sovrapposte a quelle già presenti in originale. Nick Mason: “The Endless River è un tributo a Rick, un modo per riconoscergli che ciò che faceva e come suonava era proprio il cuore del suono dei Pink Floyd. Riascoltando quelle vecchie registrazioni mi ha riportato alla mente quanto fosse speciale il suo modo di suonare. ‘The Endless River’ è essenzialmente un album strumentale diviso in quattro parti con una canzone, ‘Louder Than Words’, il cui nuovo testo è stato scritto da Polly Samson“. A dare un impulso fondamentale al progetto è stato Phil Manzanera, già collaboratore del chitarrista dei Pink Floyd per il disco solista “On an island”, al quale Gilmour a fine 2012 sottopose le registrazioni grezze delle take d’annata. L’unico brano cantanto dell’album, “Louder than words” potrebbe essere il definitivo epitaffio dei Pink Floyd: “We bitch and we fight / But this thing that we do / It’s louder than words / The sum of our parts / The beat of our hearts / It’s louder than words”, recita un passaggio della canzone: (“Ci siamo scontrati e abbiamo lottato / ma questa cosa che stiamo facendo / è più forte delle parole / La somma di noi / il battito dei nostri cuori / sono più forti delle parole”).

857722_10152368526472308_3548785400746223664_oIl concetto dietro alla potente immagine della copertina di un uomo che rema su un “fiume” di nuvole è stata creata da Ahmed Emad Eldin, un artista digitale egiziano di 18 anni.  L’immagine di Ahmed è stata poi ricreata da Stylorouge, un’agenzia inglese di design premiata con numerosi riconoscimenti. Le copertine degli album dei Pink Floyd, principalmente creati da Storm Thorgerson dello studio Hipgnosis, sono leggendarie tanto quanto la loro musica. Storm è mancato nel 2013 e il compito di trovare un’immagine che portasse avanti il lascito di Storm è stato affidato a Aubrey ‘Po’ Powell, partner di Storm alla Hipgnosis, che dopo aver considerato circa 60 idee diverse ha scelto quella di Ahmed. Po ha detto: “Quando abbiamo visto l’immagine di Ahmed ci sono venuti subito in mente i Pink Floyd, aveva una sorta di risonanza floydiana. E’ enigmatica e aperta a varie interpretazioni, perfetta per un album intitolato The Endless River.

Questa la scaletta dei brani:

SIDE 1 Things Left Unsaid (4:28), It’s What We Do (6:18), Ebb and Flow (1:52)

SIDE 2 Sum (4:49), Skins (2:38), Unsung (1:07), Anisina (3:21)

SIDE 3 The Lost Art of Conversation (1:43), On Noodle Street (1:42), Night Light (1:42), Allons-y (1) (1:56), Autumn ’68 (1:36), Allons-y (2) (1:35), Talkin’ Hawkin’ (3:26)

SIDE 4 Calling (3:38), Eyes to Pearls (1:51), Surfacing (2:48),Louder Than Words (6:35).

Durata totale album: 53:05

L’album uscirà in 4 differenti versioni: 1cd, 1cd+dvd, 1cd+blu-ray, 2lp. La versione deluxe con dvd o blu-ray conterrà 3 postcards di cui una lenticolare, la versione surround in 5.1 più 6 tracce video, 3 tracce audio e un video di archivio dalle sessioni di registrazioni del 1993. Il tutto della durata di circa 39 minuti.

Consiglio di visitare il nuovo sito ufficiale di “The Endless River” con tutti i dettagli:  WWW.PINKFLOYD.COM/THEENDLESSRIVER/ dove si può già ascoltare qualche secondo del nuovo album e vedere tutti i dettagli.

Intanto è già partita la campagna pubblicitaria: in alcune selezionatissime città del mondo tra cui Los Angeles, New York, Londra, Berlino e Parigi è stata affissa una gigantografia della copertina, in Italia la prescelta è Milano.

Il disco si può già preordinare in qualsiasi formato anche da Amazon Italia a questo link!

Ora speriamo che il 7 novembre arrivi il prima possibile…..

Shine On!

Qui di seguito le anteprime di alcuni brani…

Una rivista francese (Thema Music) ha avuto l’onore di ascoltare in anteprima l’album, questa la recensione: (traduzione di Floyd Channel): “Gli strati sovrapposti di sintetizzatori , testamento struggente di talento di Richard Wright , sono le vele della nave Pink Floyd in deriva Interstellare. Aprono ogni pezzo e collegano i pezzi senza fretta , si può dire che non c’è fretta dato che questo viaggio è infinito… Un album minore confrontato ai suoi gloriosi predecessori, che non approfondisce le sue idee e soffre dei difetti della sua genesi. Ma un album per il quale proviamo un ‘affetto particolare, un modo elegante per dire addio, perché tutto fa pensare – come per The Division Bell prima che The Endless river pone fine alla discografia pink floyd. Nonostante il lavoro colossale di produzione, che ha massimizzato la spaziosita’ del suono, si sente il lavoro di gruppo: un trio rock, con Gilmour che suona spesso anche il basso… Un raggio di chitarra strappato, note tenute che sono la firma dell’autore, talvolta seminata con arpeggi. La batteria viene dopo, pesante, a volte con suono da stadio, a volte tribale… Space Opera strumentale che alterna l’intimo e il grandioso, la psichedelia dei settanta e suono futuristi, senza lesinare sui contrasti. Il primo “lato” appartiene alle tastiere di Rick Wright, ma e’ con le chitarre di David Gilmour e il loro dialogo che nascono armonie. Nel secondo, entrano buone parti di batterie di Nick e scintillii elettronici che collegano la maggior parte di intro e outros; e alcune parti con cori e con archi e sassofono su un titolo. ( sax di Gilad Atzmon)”.

AGGIORNAMENTI:

Louder Than Words” sarà il nuovo singolo dei Pink Floyd dal 9/10/2014 in tutte le radio del mondo.

David Gilmour racconta la storia del brano: «La musica di Louder Than Words è presa da quelle ultime registrazioni di noi 3 che suoniamo insieme all’Astoria (ndr lo studio-houseboat dei Pink Floyd, subito fuori Londra) con le stravaganti tastiere di Rick, che mi fanno pensare che non ci si rende mai conto di quello che si ha fino a che non lo si perde. Quando abbiamo iniziato a lavorare a questo nuovo album, ho chiesto a Polly (Samson) di scrivere i testi. Ma, secondo lei, quello che le avevo fatto sentire non aveva bisogno di parole, che ascoltarci suonare era più interessante di qualunque testo. Alla fine ha scritto le parole solo di questa canzone che esprime, credo in maniera magnifica, la magia che si crea quando noi tre (David, Nick e Rick) suoniamo insieme e che questa magia è più potente di ogni parola». Ed ha anche aggiunto: Questa sarà l’ultima pubblicazione a nome nostro”Rick (Wright n.d.r.) se ne è andato, è morto. Sono piuttosto sicuro che ‘The Endless River’ non avrà un seguito. Polly, mia moglie, pensava che sarebbe stata un’ottima idea continuare. È un peccato, ma questa è la fine. Ho da parte un po’ di tracce in cui Rick suona alcuni miei pezzi, e forse appariranno nel mio prossimo progetto, ma non sarà un album dei Pink Floyd“.

Giovedì 9 sia David Gilmour che Nick Mason sono stati ospiti di Matt Everitt alla radio “BBC Radio 6”: la clip audio è già dispinibile, dura 13 minuti e sarà online per quattro settimane. A questo link l’intervista, che include anche pezzi dal nuovo album.

È disponibile sul YouTube ufficiale dei Pink Floyd un breve Epk di circa tre minuti sulla realizzazione di “The Endless River” con alcune immagini tratte dalle registrazione delle session del 1993, che molto probabilmente saranno nei contenuti extra della versione deluxe con Dvd o Blu-ray.

ATTENZIONE: L’uscita dell’album (prevista per il 10 novembre) è stata anticipata al 7 NOVEMBRE 2014!

Su Ebay hanno messo in vendita il singolo promozionale “Louder Than Words”, quello della durata di 4.43 minuti per le radio. È un pezzo molto raro in quanto non verrà commercializzato. Mentre sulla rivista “Prog” n°50 con copertina tutta per i Pink Floyd compare un lungo articolo con interviste ineditie a David Gilmour e Nick Mason, ma soprattutto una delle prime recensioni del nuovo album “The Endless River”:

Boom di prevendite per “The Endless River”che a meno di venti giorni dalla data di uscita (fissata per il 7 novembre in Italia), ha superato per numero di preordini su Amazon UK “Ghost stories” dei Coldplay, che finora deteneva questo tipo di primato tra i dischi pubblicati nel 2014 e sembra anche destinato a sottrarre a “Midnight memories” degli One Direction (uscito nel 2013) il record di album più preordinato nella storia del sito inglese di Amazon. “Che ‘The endless river’ dei Pink Floyd possa diventare l’album con il maggior numero di preordini nella storia di Amazon.co.uk, seguendo il solco di artisti come One Direction e Robbie Williams che hanno già detenuto quella posizione, testimonia la forza e la varietà di offerta della scena musicale britannica“, ha commentato il direttore della divisione Digital Music di Amazon EU Steve Bernstein.

Nick Mason è stato intervistato da Gigwise in occasione dei Q Awards, qui alcuni estratti: “La prima cosa da chiarire su questo lavoro è che si tratta di qualcosa che è iniziato circa 20 anni fa. Molto del materiale è stato realizzato in quel periodo. La nostra idea originale era quella di fare diThe Division Bell un album doppio. Questo disco è basato sul materiale solo musicale che avevamo registrato con molte cose aggiunte poi nel corso del tempo. In qualche modo si tratta del vecchio suono dei Pink Floyd con qualche pizzico di novità. Sarebbe molto divertente suonare live ma credo che difficilmente faremo un tour vero e proprio. E’ più il genere di materiale che avresti potuto suonare all’UFO Club nel ’67, non di certo negli stadi in giro per il mondo. Magari riusciremo ad organizzare qualche evento e poi credo che sentiremmo troppo la mancanza di Rick. Senza Rick è impossibile suonare dal vivo le canzoni di ‘The endless river’. Anche per il tipo di materiale, nel suo specifico: è stato composto in luoghi e tempi diversi, e sarebbe più il caso, se proprio lo si dovesse riproporre dal vivo, di non ripeterlo esattamente come è sul disco. Anche perché non è il genere di album che ti puoi imparare a casa e poi risuonare dal vivo. Non sono triste che questo sia l’ultimo album. Non e’ una cosa triste, e’ realistica. Siamo arrivati ad un punto in cui mancano troppi membri nella band e materiale inedito per continuare…

mojo13Copertina di “Mojo” dedicata ai Pink Floyd (dicembre n.253), che esce con 21 pagine dedicate alla band con interviste a Gilmour e Mason in occasione dell’imminente pubblicazione del nuovo album.

Sono stati caricati sul YouTube ufficiale dei Pink Floyd i video integrali sul making of di The Endless River: EPK Pt1 , EPK Pt2.

Sempre David Gilmour a riguardo della fine dei Pink Floyd in una intervista per Rolling Stone: “Io mi sto davvero godendo la mia vita e la mia musica, non ho più spazio per i Pink Floyd. E il solo pensiero di fare altro con loro mi provoca i sudori freddi. Tutto quello che avesse un valore e che era rimasto lo abbiamo messo in questo disco. Se volessimo riprovare una cosa simile finiremmo per utilizzare materiale di seconda scelta e per me non è una cosa giusta“. Invece Nick Mason (scherzando) non è proprio daccordo: “Credo che quando sarò morto e sepolto sulla mia lapide si leggerà: ‘Io non sono del tutto sicuro che la band sia finita’ “.

Durante la trasmissione radiofonica per la BBC Radio2 con ospite David Gilmour hanno fatto ascoltare un altro brano in anteprima da The Endless River: “ANISINA“. Potete ascoltarlo cliccando a questo link e far partire l’audio da 2 ore, 15 minuti e 30 secondi. Durante l’intervista, Gilmour ha spiegato che il brano (il cui titolo, in turco, significa “in memoria di“) era nato nel 1993 come composizione per pianoforte nota inizialmente come “The hymn“. Il Brano vede Gilmour alla chitarra, al basso e alle tastiere con Nick Mason alla batteria e il musicista israeliano Gilad Atzmon al clarinetto e al sax tenore: si in queto brano non c’è Richard wright alle tastiere ma Gilmour!

Nuovo video per Louder Than Words! Il video sarà in stile “Marooned” e la regia di Aubrey (Po) Powell, sarà ambientato nell’Aral Sea (parte della ex Unione Sovietica) ed attualmente è in elaborazione in Russia, conterrà oltre a David e Nick (filmati a a Londra), anche bambini e barche. Il video è previsto per il 15 Novembre.

È stato reso disponibile l’intero Epk della durata di 9 minuti sul making of di “The Endless River“! Per guardarlo clicca qui!

Dopo “Louder Than Words” e “Anisina” è stato reso disponibile per gli utenti iTunes e Spotify il brano “Allons-y (1)“! Chi non ha Spotify o iTunes e la volesse ascoltare può provare a questo link anche se la qualità audio non è delle migliori.

Nick Mason ha rivelato che la musica di “The endless river” era in procinto di essere utilizzata come colonna sonora del prossimo film dei fratelli Wachowski (i creatori della saga di “Matrix” e sceneggiatori di “V per vendetta“): “Un po’ meno di due anni fa, Phil Manzanera e io abbiamo incontrato i fratelli Wachowski. Stavano lavorando a un film e per un po’ è parso che la nostra musica potesse diventare la colonna sonora di quel film. Del resto, ci è sempre piaciuta l’idea che la nostra musica venisse usata per sonorizzare immagini. Poi, per qualche ragione, il progetto non si è concretizzato“.

Sempre Nick Mason è stato intervistato da Ricky Camilleri negli studi della sede newyorchese di Huffington Post a riguardo del nuovo lavoro “The Endless River” e del passato dei Pink Floyd con anche domande dei fan via chat in diretta. Potete trovare il video di 25 minuti a questo link!

David Gilmour è stato ospite della trasmissione “Later… with Jools Holland”,ha nuovamente parlato del nuovo album dei Pink Floyd ed è anche stato mostrato in anteprima il video di Louder Than Words“, in bianco e nero e con una serie di fotografie della band risalenti al 1993 più immagini recenti di Gilmour in studio mentre registra le sue parti vocali del brano. Il video è disponibile per chi ha Facebook a questo link.

È uscito il primo spot ufficiale di “The Endless River“, qui quello spagnolo:

Da welt.de (clicca qui per l’intervista completa) apprendiamo che David Gilmour ha chiesto a Nick Mason di andare in tour con lui il prossimo anno per la promozione del prossimo album solista di David, ma Nick è più propenso a fare solo qualche “apparizione”: ha sua detta se deve fare il batterista per un tour intero sarà per i Pink Floyd e nessun altro! Nick non si arrende mai. E nei prossimi giorni cercherà addirittura di far ascoltare “The Endless River” anche a Roger Waters!

Nick Mason a RTL 102.5! Nick sarà ospite alle 15.00 venerdì 7 novembre su Rtl 102.5 del programma “The Flight” intervistato da Luca Dondoni! Si potrà vedere ed ascoltare  in RADIOVISIONE sul canale 36 del digitale terrestre e sul canale 750 di Sky o online sul sito di Rtl. Nick Mason però non sarà in studio: l’intervista è un filmato montato in questi giorni, a seguito dell’incontro a Londra tra il batterista e l’inviato di Rtl. L’intervista è possibile rivederla a questo link cliccando sul file di Nick Mason.

Sulla pagina Amazon di The Endless River è stato pubblicata una nuova video-intervista con David Gilmour e Nick Mason (sottotitoli in italiano): http://smarturl.it/PinkFloydAmazonQA

È uscito il nuovo video di “Louder Than Words“, la versione è quella Radio. 

floydtdb20Polly Samson ha pubblicato sul suo profilo Twitter questa bellissima foto dal titolo neanche a dirlo “Louder Than Words”… Da notare la maglietta di Rick Wright con la scritta “Evrika”… Titolo di due traccie extra nell’edizione deluxe di The Endless River”.

68 comments

  1. Ciao a tutti seguo i Pink da sempre , dal giorno 7 di novembre ho a portata di orecchie “The Endless River” e non riesco a staccare la spina . Al primo ascolto frettoloso sono rimasto un po’ li , forse una po’ freddo , ma si sa queste cose vanno gustate piano piano , ci vuole calma ,un posto comodo ,un buon impianto ,un buon volume e piano piano entri in queste atmosfere.
    Che bellezza ogni ascolto è il meglio , sensazioni che si accumulano , pelle d’oca , Sono Loro ancora una volta mi hanno incantato.

  2. Non è la fine dei Pink Floyd è l’inizio dell’Immortalità di David Gilmour, chitarra, voce e musica dei Pink Floyd dal 1968. Congratulazioni Simone per la nuova grafica del sito, soprattutto ben leggibile… “The endless river” nella mia classifica lo colloco secondo solo a Meddle, ottime le scelte dei ricordi di Sir Richard Wright, toccante quello del 1968. Se non ci fosse stato Gilmour non sarebbe esistita la Storia Leggendaria dei Pink Floyd, sarebbero stati un’altra cosa, molto più piccola, più misera. La Samson ha il dono della sintesi e della metrica che si “sposa” perfettamente in “Louder than words”, Sono letteralmente basito da questo album, non me l’aspettavo,,, Thank you Dave!

    1. Ciao Alfredo grazie del commento! Si adesso il sito anche se “piu normale” si legge mooolto meglio.. sono d’accordo con te.. Magari non ci saranno degli assoli dei piu ispirati di gilmour ma le atmosfere che tira fuori… solo lui puo..😉

      1. Grazie a te Simone che ci aggiorni ogni sera, Lui può tutto! Nessun chitarrista delle cover bands dei Pink ha il suo tocco, il suo timing ed il suo suono. E’ come il vino rosso D.O.C, più invecchia… Meno male che esiste un tecnologia che ha remasterizzato tutti i suoi “respiri”, rendendoli nitidi e attuali per la nostra e le generazioni future. Li ho visti al Flaminio nel 1988 e sono stato “letteralmente” travolto… Grazie ancora

      2. Prego.. faccio del mio meglio col blog.. e a essere travolti siamo stati in tanti.. solo lui riesce a dare quelle emozioni… ciao alfredo buona serata e buon ascolto!!😉

    1. ciao Fabio!! non dirmi così!! che invidia!!!! a me consegnano domani…. goditelo a tutto volume anche per me!!!! domani pubblico l’articolo che l’album è uscito e li se vuoi potrai farci sapere le tue impressioni!😉 ora per te è il momento dell’ascolto…

    1. ciao Alessio! grazie mille! a me la vecchia piaceva un sacco ma capisco anche che era moolto difficoltosa da leggere, così adesso proviamo con questa grafica.. che dalle premesse ne vedrà delle belle nei prossimi anni!😉

  3. Ciao, complimenti per il blog! Volevo chiederti se è possibile ascoltare Allons-y da qualche parte che non sia spotify… So che manca poco all’uscita dell’album ma sono impaziente!

      1. Grazie mille! Per la qualità si può aspettare, meglio non rovinarsi completamente la sorpresa del primo ascolto🙂

      2. Di niente! Concordo.. era meglio se non facevano ascoltare niente anche se io ho ascoltato tutti e tre i brani gia messi online ma la qualità audio reale sarà diversa.. soprattutto in hd con il bluray… e sono curiosissimo di ascoltarlo in 5.1…..

  4. Non c’entra nulla ma vi segnalo che la mostra dei pink floyd nella fabbrica del vapore a milano è stato definitivamente cancellato…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...