TARGA IN ONORE DEI PINK FLOYD ALLA WESTMINSTER UNIVERSITY DI LONDRA

plaque3Giovedì 28 maggio i membri fondatori dei Pink Floyd sono stati premiati con una targa permanente affissa alla parete esterna dell’Università di Westminster (ex Regent Street Politecnico) a Londra, dove Roger Waters, Nick Mason e Richard Wright si sono incontrati per la prima volta. Nick e Roger erano entrambi presenti di fronte a una folla ansiosa e hanno svelato che la targa sarà una parte fissa del palazzo. Oltre alla stampa, erano presenti anche familiari, amici e colleghi. Tra questi, Joe Boyd, Juliette Gale (prima moglie di Richard), Jill Furmanovsky e Robyn Hitchcock. Shaw ha detto: “La storia di Regent Street è pieno di grandi eventi pionieri della storia culturale del territorio. La formazione dei Pink Floyd qui al Politecnico di Regent Street è uno dei momenti più importanti nella storia della musica rock britannica“. Petts ha continuato: “L’Università di Westminster è sempre orgogliosa di rendere omaggio ai successi dei nostri alunni. Siamo felici di essere associati con il successo globale dei Pink Floyd e celebrare oggi l’inaugurazione di questa targa a Regent Street“. A questo link l’articolo ci video del Corriere della Sera. Qui le parti salienti delle interviste:

Roger Waters: “Sono arrabbiato come tutti gli altri dovrebbero essere. Tutti quei bastardi della Silicon Valley, che stanno rubando non solo il nostro lavoro, ma quello di tutti i musicisti di tutto il mondo stanno facendo… Diffondere la musica attraverso internet e far credere alla gente che sia gratuita e che dovrebbe essere gratuita, quando invece non lo è… Essere un musicista è come qualsiasi altro lavoro. È perfettamente ragionevole che le persone debbano pagare per i frutti del tuo lavoro“.

Nick Mason: “È stato molto bello, è il riconoscimento per qualcosa di cui credo siamo orgogliosi. Mettiamola così: se avessimo partecipato a Britain’s Got Talent, non avremmo superato nemmeno le audizioni. Non eravamo così bravi“.

Shine On!

8 comments

    1. Anche se ci sarebbe da fare un discorso lungo, ed in parte noioso😉 sul fatto che la musica pop-rock del 20° secolo, ormai si sia cristallizzata in una icona del tipo classico, i Rollin’stons, i bitols, i pink stessi son diventati i betoven ed i mozart del classico – Tutto cambia, tutto nasce e muore, credo che il movimento che possiamo defininire musica popolare del 20° secolo, che parte da elvis pelsei ai nirvana ormai abbia chiuso il suo ciclo – Non rimane che archiviarle in bacheche da guardare come in un museo – E’ triste ma è così,…ciò non vuol dire che sia un male,..altrimenti a quest’ora stavamo ancora solo suonando i tamburi come i primitivi…🙂🙂

  1. A proposito del servizio di Larepubblica, devo dire, onestamente, che già solo vedendo quelle poche foto sul sito, mi convingono ancora di più che tutto il film era fatto in pleibak, non che non siano stati loro a suonare, ma che trattasi di registrazioni fatte prima delle riprese, in quanto mi sapete spiegare tra tanti cambi di posizionamento delle varie cineprese e tutte il controno tecnico di fili e quant’altro, poteva suonare con continuità e concentrazione ? almeno che non suonassero 30 secondi alla volta ..🙂 consiglio di leggere l’articolo intero:

    http://napoli.repubblica.it/cronaca/2015/06/02/news/pink_floyd_a_pompei_30_foto_inedite-115896030/

    1. C’è da chiedersi se ha voluto/potuto partecipare, ammesso che sia stato invitato, come già espresso altrove ( diventa un pò confusionario a volte il forum😉 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...