ROGER WATERS – THE WALL AL CINEMA

Waters_700x394

Mentre David Gilmour arriva al n°1 in Italia (e non solo..) con il suo Rattle That Lock sia come dischi venduti che come download, arriva al cinema il 29 e 30 settembre ed il 1 ottobre “ROGER WATERS – THE WALL“! Chi è stato a quello show potrà rivivere l’esperienza, chi non ci è stato potrà vedere ed ascoltare cosa si è perso. Dai trailer pubblicati si può infatti vedere quale lavoro è stato fatto per far rendere al massimo quella che è stata un’esperienza audio/visiva come non ci ricapiterà mai più di assistere. In tutto il mondo verrà proiettato al cinema per un solo giorno, mentre in Italia avremo l’opportunità per tre giorni. Oltre al film, c’è “The simple facts”, una breve e a tratti esilarante conversazione fra Waters e Nick Mason. Dal sito Rockol: Seduti a un tavolino, col bassista che sovrasta non solo fisicamente il batterista, i due pescano da un mazzo di bigliettini alcune domande rivolte via Internet da fan del gruppo. Vi sentivate in competizione con Who e Led Zeppelin? “Mai mettersi in competizione con qualcuno che suona meglio di te”, dice sogghignando il bassista. Com’è nata “Comfortably numb”? Waters si prende tutto il merito e neanche cita Gilmour. E del resto, ogni volta che i due toccano l’argomento “caldo” dei rapporti interni al gruppo, se la cavano con battute o espressioni eloquenti. Hai dei rimpianti circa gli anni passati coi Pink Floyd?, recita una domanda. “Nessuno”, risponde perentoriamente Waters. Immaginate la faccia di Mason.

Per vedere le sale che hanno in programmazione il film clicca qui!

Il film non è ancora stato ufficialmente annunciato in Dvd e Blu-ray ma se tutto va come previsto dovrebbe uscire nei negozi il 23 Novembre 2015!

Wall-Release

Di seguito alcune clip in anteprima del film:

Qui di seguito l’intervista in due parti per il sito Rockol:

Shine On!

33 comments

  1. Ragazzi basta critiche! Godiamoci quest’ultimo anno, che, a partire da novembre 2014, ci sta regalando grandi soddisfazioni! Tra l’altro del tutto inaspettate. Nel 2013 m’avessero detto, a breve arriverà un album dei pink floyd, un album di David Gilmour, un suo tour, un film-documentario su the wall (spettacolare) e una sua rappresentazione teatrale (tra non molto), beh io l’avrei preso per matto…

    1. Sì, infatti. Prevedere questa escalation di eventi floydiani sarebbe stata opera di visionari.
      La ciliegina sarebbe un bel blu-ray che lasci testimonianza imperitura del tour di David. Oltre naturalmente ad una possibile estensione dello stesso ad altre date nella seconda metà del prossimo anno, magari ancora in Italia e con una gestione della vendita dei biglietti degna di un paese civile.

      Rispondo qui @Giain e @Gianpaolo.
      Come sospettavo, Giain, siamo sulla stessa lunghezza d’onda…
      A Gianpaolo vorrei dire che nei miei precedenti interventi non avevo mai criticato Gilmour o i suoi lavori. Mi ero sentito chiamato in causa dal tuo intervento in quanto, come dire, “membro non attivo” del blog. Comunque, anche per me, discorso chiuso.

      Ringrazio tutti per essere così rapidamente intervenuti in risposta al mio commento. Lo apprezzo tanto e ve ne sono grato.

      Adesso vado a nanna ‘ché domani è una giornataccia…
      Ciao a tutti

  2. Spettacolare ! Geniale ! Commovente ! Inarrivabile ! Ancora una volta il genio di Waters colpisce al cuore con un capolavoro immortale per il messaggio universale di speranza e di pace.

      1. Ciao pat! È una cosa diversa, si basa sullo spettacolo dal vivo e saltuariamente viene interrotto da spezzoni ci circa 2 o 3 minuti di filmato di roger che guida fino all italia ma non voglio svelare troppo per chi non l ha ancora visto… Comunque vederlo al cinema fa la sua figura.. Ci si puo chiedere se quello che si vede è realmente successo o sono scene aggiunte al computer, invece chi è stato a vederlo dal vivo puo rivivere quelle emozioni..

    1. Speriamo che nella versione casalinga vi siano una “valanga” di bonus, tipo dietro le quinte😉 Una piccola anticipazione però se c’è la conf. numb con Gilmour puoi dircelo però,…dai..😀

      1. Non c’è nessun riferimento a David, … ad eccezione di una situazione dove dopo il film un incontro tra Roger e Nik Mason rispondono a domande fatte dai fans, e la risposta dei due non te la dico . . .
        Ciao

    2. Ti ringrazio Fabrizio!
      Finalmente una voce fuori dal coro! Alla quale aggiungo, umilmente, la mia…
      Qui mi sembra che si scambi ogni flatulenza di Gilmour per sublime profumo ed, al contempo, si considerino le autentiche perle di Waters alla stregua di sterco maleodorante.
      È da moltissimi mesi, prima dell’annuncio del nuovo album di Gilmour, che seguo in silenzio questo blog. Stimo moltissimo Simone come pure, sinceramente ed allo stesso modo, tutti coloro che vi partecipano ma la bile mi sale ogli occhi nel leggere certi commenti su Waters.
      Per carità, de gustibus non est disputandum, ognuno la pensi come vuole e, su tutto, la libertà di opinione e critica ma… leggere chi si professa un fan, un estimatore, un amante, un appassionato… un cultore dei Pink Floyd dileggiare chi ne è stato parte fondatrice e grande ispiratore mi sembra non solo paradossale ma, forse più semplicemente e banalmente, ingiusto.
      So che, probabilmente, anche nei cuori e nelle menti dei detrattori di Waters egli ha posto profonde radici… proprio per questo credo che meriterebbe meno parole di disistima…
      Personalmente amo sia Gilmour che Waters ma se fossi, obtorto collo, costretto a scegliere, bè… la mia bilancia personale penderebbe a favore di Roger. Credo, però, che arrivare a discorrere di bilance sia già, per tutti, una sconfitta…
      Ovviamente, non era mia intenzione denigrare i lavori di Gilmour quando, volutamente, ho esacerbato i toni accreditandolo di peti… spero che il senso generale del mio intervento risulti abbastanza chiaro a tutti.

      Inoltre, mi è successo di leggere ultimamente un commento in cui si additavano coloro che di rado intervengono sul blog come dei meri fomentatori di odio nei confronti di Gilmour e dei (restanti) Pink Floyd, ponendo sostanzialmente costoro ai margini di quella che dovrebbe essere una “comunità di ascolto” aperta e disposta ad accogliere nuove esperienze… mi sono sentito chiamato in causa da quell’infausto intervento e molto me ne sono addolorato. Forse a volte il silenzio dietro cui si celano taluni ha radici diverse dal banale disinteresse… forse a volte chi tace preferisce lasciar parlare coloro che hanno o sembrano avere più esperienze e conoscenze sui nostri beniamini… anche se l’amore che ci muove è lo stesso.

      Sia detto senza acrimonia nei confronti di alcuno e nella sincera speranza di non aver sollevato un polverone e di non attirarmi gli strali di voi tutti, non era il mio intento.

      Buona serata a tutti

      1. Purtroppo Enrico come avevo già detto nei giorni scorsi molti odiano Roger , è una cosa inconcepibile per una persona che ama i Pink Floyd , però la situazione è questa mah!!! Io adoro sia David che Roger

      2. Caro Enrico, l’intervento a cui fai riferimento lo feci io. Ora io non ricordo esattamente a chi io lo avessi rivolto, perchè erano più di una persona, o cosa tu avessi scritto, ma se ti sei sentito chiamato in causa probabilmente avevi fatto una critica a David. Non che questo di per se non sia normale, ognuno ha la sua opinione, quello che a me era sembrato strano è che, così come era successo l’anno scorso dopo TER,, fossero entrate nel blog persone che mai lo avevano fatto prima, esordendo con un commento più di critica che di apprezzamento. Con ciò volevo intendere che probabilmente non tutti questi erano realmente fan come si erano presentati, chiaramente non era il tuo caso, quindi discorso chiuso.

    3. Notizia di poco fa:
      il 16 novembre esce il DVD/Blu-Ray. Nella versione Deluxe (2 Blu-Ray) fra i vari bonus è contenuta Comfortably Numb con Gilmour alla O2 di Londra…
      Grandioso !

      1. Se non personalmente,..forse chissà,..i loro manager …😉 O semplicemente il Gilmour furbescamente, ha pensato di non creare “confusione” tra le due iniziative, in modo che il pubblico ed i fans possano fare un confronto più sereno . –
        Alla premier di N.Y. c’era anche Nick Mason….😕
        Attendiamo trepidosi i primi resoconti della proiezione,..io stò già in piedi e pronto ad andare in campagna (a misurare😉 )
        Buona giornata a tutti –

  3. Simone quando ci sono gli articoli su Roger scappano tutti , a me piace nonostante il caratteraccio ma la maggioranza non lo sopporta , fai un nuovo articolo su David così la discussione riprende

      1. Non vado perché dovrei andare a Grosseto da solo e a me piace essere in compagnia , aspetto con trepidazione il bluray sperando che esca

    1. Ha fatto di tutto per farsi odiare anche da chi come lo ha amato ed idolatrato. 1) Non si sputa nel piatto dove si è mangiato per 30 anni 2) si è sempre definito il genio creativo la mente e tutto il resto ; tutto ciò che è successo dopo il 1985 la dice lunga su quanto fosse bravo a vedere se stesso e sputare fango sugli altri ; un solo penosissimo album all’attivo in 30 anni , ha solo ripetuto fino alla noia ed anche male i successi del passato. Arrogante , presuntuoso e musicalmente mediocre. Questo è Roger Waters per me.

  4. Comfortably Numb è una canzone di David, ma non dimentichiamo che in una canzone, una parte importantissima è data dall’arrangiamento. L’arrangiamento dove si sentono gli archi, fu voluta da Roger Waters e non è poco… detto questo, non voglio tornare sul dibattito Gilmour – Waters. Per me David è il numero 1, anche Walters “emoziona” però!

  5. Sembrava che ci fosse un riavvicinamento tra Gilmour e Waters dopo che avevano suonato insieme in un paio di occasioni tra cui proprio il The Wall tour,adesso pare che non si sopportano di nuovo sentendo le ultime interviste !!
    Comunque Waters quella su Confortably Numb se la poteva risparmiare visto che la musica l’ha scritta David🙂

  6. Da quando Roger è uscito dal gruppo David ha fatto AMLOR, TDB, OAI, TER E RTL, cinque album piuttosto significativi, Roger è fermo a Amused to death, sugli altri album stendo un velo, potrebbe anche tirarsela un po meno.
    Comunque martedì sera il film andrò a vederlo.

    1. Capisco che David con Roger non ci voglia tornare. Comfortably numb è una canzone di David a cui sono state cambiate le parole per adattarla all’album, e poi non parliamo dell’assolo….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...