ROGER WATERS: LIVE A OTTOBRE AL DESERT TRIP FESTIVAL!

13087544_573536396158012_3200458606285533501_n

Dopo una serie di rumors durato per mesi, è arrivata la conferma della partecipazione di Roger Waters a quello che è stato ribattezzato “il festival del secolo”. Si chiamerà Desert Trip e andrà in scena dal 7 al 9 Ottobre 2016 all’Empire Polo Club di Indio, in California, lo stesso luogo che ospita il “Coachella Festival “. I nomi in cartellone sono da brivido: il 7 Rolling Stones e Bob Dylan, l’8  Paul McCartney e Neil Young, il 9 Roger Waters e Who.

AGGIORNAMENTO:

Per soddisfare la grande richiesta di biglietti la Goldenvoice Entertainment, società che organizza pure il festival Coachella, ha aggiunto altre tre date: dal 14 al 16 ottobre!

I biglietti saranno disponibili dalle 19 (ora italiana) di Lunedì 9 Maggio su home.deserttrip.com: un ingresso singolo costerà 199 dollari, mentre gli abbonamenti per i tre giorni avranno un prezzo compreso tra i 399 e i 1599 dollari (e in entrambi i casi si dovranno aggiungere diritti di prevendita/eventuali commissioni addizionali).

Al momento non si sa ancora niente sullo show di Roger Waters, con chi suonerà, e soprattutto quale sarà la scaletta, ma è probabile che ascolteremo almeno un paio di canzoni dal nuovo album a cui Roger sta lavorando… Più info appena disponibili!

Questo il programma:

  • Venerdì 7 Ottobre: The Rolling Stones; Bob Dylan and His Band.
  • Sabato 8 Ottobre: Paul McCartney; Neil Young and Promise of the Real.
  • Domenica 9 Ottobre: Roger Waters; The Who.

 

  • Venerdì 14 Ottobre: The Rolling Stones; Bob Dylan and His Band.
  • Sabato 15 Ottobre: Paul McCartney; Neil Young and Promise of the Real.
  • Domenica 16 Ottobre: Roger Waters; The Who.

Qui tutte le opzioni di ingresso:

  • $199 – Single Day General Admission
  • $224 – Single Day General Admission & Shuttle transportation
  • $399 – Three-Day General Admission
  • $424 – Three-Day General Admission & Shuttle transportation
  • $1599 – Three-Day Standing Pit
  • $699 – Three-Day Reserved Floor Seats
  • $699 – Three-Day Reserved Floor Seats
  • $999 – Three-Day Reserved Floor Seats
  • $1599 – Three-Day Reserved Floor Seats
  • $999 – Three-Day Reserved Grandstand
  • $1599 – Three-Day Reserved Grandstand

 

Qui una serie di link utili:

home.deserttrip.com – www.facebook.com/DesertTripIndio – www.instagram.com/deserttripindio – twitter.com/deserttripindio

 

52 comments

  1. Ciao Giain
    Questa estate torno nella tua meravigliosa Toscana, sopra castagneto Carducci, adoro tutto della costa degli Etruschi, clima, mare, pinete, cibo. Un saluto da zena🙂

  2. Consigli per l’ascolto !
    santana IV appena uscito è il degno continuo del Santana 3 del 1972, tra l’altro con la stessa formazione.
    Per quelli come noi che scrivono su questo blog e amano la grande musica, vale davvero l’acquisto e l’ascolto.

    1. Ciao mihalis! Condivido in pieno, ed aggiungo ai consigli x gli acquisti: nelle prossime settimane in uscita “i still do” di eric clapton e il remaster di “rust never sleep” di neil young in bluray oltre al nuovo album “earth”😉

      1. Ciao Simone mi fa piacere parlareccon uno che ascolta musica seria, come del resto mi sembra che quelli che scrivono sul blog è gente con le palle in fatto di ascolto musicale.
        Sembra che alla rimasterizzazione dei vinili dei nostri di prossima uscita abbia partecipato anche Steve Wilson dei porcupine. Da notizie che ho avuto sembra che siano sconvolgenti a livello di purezza del suono.
        Poi visto che oltre che competente a livello musicale, sei
        anche chitarrista steve Morse dei deep e alan e neil Dei Spock ‘s beard sono fratelli? questi ultimi grande gruppo neo prog.

      2. Mica tutti! Io per esempio, non sono uno con palle, in quanto ad ascolto musicale. Ascolto di tutto, ogni genere di zozzeria, italiana e non.😀

      3. Rispondo a Mihalis, Steve e Neal Morse non sono imparentati, l’hanno affermato loro stessi nella pagina facebook del gruppo Flying Colors dove suonano entrambi

    2. Grazie della segnalazione Micali lo comprerò di sicuro. Negli anni 70 adoravo i Pink , i Genesis , Santana , Deep Purple e Jethro Tull , che musica ragazzi !!!

  3. Un saluto a tutti da mihalis
    Ragazzi se andate su Google e cliccate pink Floyd reunion 2016, la seconda notizia è di Una agenzia inglese una certa mediamass che parla di un nuovo studio album dei tre pink Floyd con relativo tour. Mega bufala? o notizia mondiale ?

  4. Ciao Massimo non ti devi meravigliare dell’accoglienza, non è mica un circolo privato, più ” ragazzi ” partecipano e meglio è. Non è piacevole solo quando entra qualcuno a fare delle polemiche. Per quanto riguarda la lettera a David se trovi le parole giuste tradotte in inglese Va benissimo ma poi come gliela fai avere ? Oltretutto dovrebbe essere accompagnata per avere peso da migliaia di firme boh non so ….

    1. Ciao a tutti, leggo solo ora la proposta di Massimo e…perché no? Anzi…DOBBIAMO FARLO! Su change tutti di puó e sicuramente, secondo me, troviamo molte altre persone che firmano…io ci sono e nei miei limiti cobtate su di me!

      1. Grazie Dave! Infinita riconoscenza a te da parte mia per quel gigantesco DOBBIAMO!!!!!😉😀

    2. Ciao Gian, il mio inglese è peggio dell’inglese tradotto da google😀 però se qualcuno mi dà una mano e una volta tradotta ci impegniamo a moltiplicare le adesioni pompando la lettera dove tutti sappiamo almeno non avremo rimpianti…

      Allora iniziamo?!

      1 – è una lettera da indirizzare a David o a tutti e tre?
      2 – scrivo io o scriviamo tutti?
      3 – su quale punto facciamo leva (e qui il contributo e i consigli di tutti sono fondamentali) per rendere più suggestiva la richiesta?

      Forzaaaa!😀

      1. Se volete io sono già registrato a Change ma in ogni caso io farei una “lettera” di almeno tutti noi, poi é indicativo chi é l’utente che la pubblica. In se, sempre secondo me, dovremmo indirizzarla ovviamente a tutti e tre MA ricordiamoci che il concerto é di Gilmour, nel senso, tutti e tre lo devono volere ma l’organizzazione é di Gilmour. Io punterei sul fatto delle emozioni, di noi fan e evidenzierei che NON VOGLIAMO I PINK FLOYD, IL MARCHIO che in se non ci interessa il nome (questo per invogliare il Gilmour quadrato ahahah) ma solo un tributo, un saluto, delle emozioni che solo con loro tre ed in quel posto possono esserci, solo con certi pezzi ecc… Poi anche puntare sul “farlo per Rick e Syd”, un concerto non dei Pink Floyd (che per la legge sarebbero Gilmour e Mason) ma uno spettacolo di GILMOUR, WATERS E MASON che suonano i Pink Floyd. Comunque ribadisco la mia disponibilità, anche su change, fatemi sapere e buttiamo giù tutti qualcosa e mettiamo insieme, secondo me.

      2. ciao Dave! e poi se vi ricordate bene è già successo nel 2006.. anche se parziale.. vi ricordate l’ultimo show alla royal albert hall per l’on an island tour?? david e rick già erano in tour insieme e (non mi ricordo per quante canzoni..) si era aggiunto anche nick mason.. 1+1+1=pink floyd!😉 provare non nuoce ma su queste cose difficilmente david si smuoverà, a meno che non lo voglia veramente lui.. e in questo caso penso abbia già deciso…

      3. CERTO! Ma a parte che la speranza è l’ultima a morire e Pompei è una location in tutti i sensi eccezionale io volevo (e forse mi sono spiegato male) che certo che è come se fossero i PF ma che non vorremmo il peso del marchio, ma non so bene come farvelo intendere.

      4. Dave ti sei spiegato perfettamente! I tuoi spunti sono preziosi e proverò a buttare giù due righe… A tutti gli altri, che ringrazio indipendentemente dal loro pessimismo di fondo (😀 ), sollecito spunti e idee su cosa scrivere, suggerimenti e modalità sul come fare e procedere🙂
        Grazie!!!!!!
        Max

      5. Massimo una cosa su cui fare leva sono le loro idee contro la guerra ( anche David ultimamente con In Any Tongue ) , nel senso che predicano la pace nel mondo e poi sono rancorosi fra di loro ( penso specialmente David nei confronti di Roger , propio non riesce a perdonarlo degli screzi passati ) . Comunque la vedo durissima speriamo nel miracolo , te che sei di quelle parti vai a pregare nel noto santuario

  5. Salve a tutti!!!
    Vedo e sento che siete in tanti qui a dichiarare un sussurrato dispiacere per i troppi anni passati da David e Roger a suonare ognuno sul proprio palco. Dispiacere a parte, fa piacere non sentirsi soli in questa bella combriccola di appassionati delusi!😀
    Non succederà, e lo sappiamo. Ma quale occasione diversa da Pompei può rappresentare l’ultima occasione? Nessuna.
    Forse lo dico perché troppo emotivamente coinvolto da una serie di coincidenze che altro non sono, in filosofia come nella vita, che studiate combinazioni dell’uomo e del caso, ma la persona giusta a fare la richiesta sono io!😀😀
    Nato poche settimane prima che i Pink Floid venissero a Pompei nel 1971, ero già lì, inconsapevole e stupido come più o meno stupido sono adesso, ma con qualche ruga in meno😀 e stanti sogni infranti ancora da sognare, e a pochissimi metri da quel vulcano mezzo sveglio e mezzo addormentato dove i magnifici quattro stavano girando una parte delle riprese finite poi nel film dedicato al live di Pompei.
    Perché non ci proviamo? Perché non proviamo con i ricordi che questo simpatico “anniversario” può accendere?… Come chiudere un cerchio iniziato assieme e che poi ognuno ha tracciato percorrendolo dandosi le spalle… Cerchio da chiudere proprio a Pompei, che dopo 45 anni anni di canzoni meravigliose, litigi, carezze, pugni e disappunti comunque ti porta a rincontrare l’amico con il quale si è iniziata la corsa…
    Questo vale per me, per te, per noi, per David, Roger e Nick… A cui chiediamo, per un’ultima sera, di fare tabula rasa su tutto e di regalarsi un sogno, là dove il sogno iniziato in solitudine, oggi può compiersi in compagnia.
    Che ne dite?
    La facciamo questa richiesta (in italiano e in inglese) e la mettiamo su Change?

    Forza!

    Max

    1. Ma magari!!!
      Sarebbe un sogno ad occhi aperti.
      Ma ti immagini il preludio del concerto:
      luci spente, il gong di 45 anni fa che risuona sotto i colpi di Roger e parte Set The Controls For The Hearth Of The Sun!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      1. E gli stessi “effetti elettronici” alle tastiere chi li fà ? Inoltre ha ancora il fiato per percuotere il gong in quel modo ?!!!😀😦

      2. Purtroppo Rick non c’è più, dobbiamo accontentarci di Carin. La tenuta atletica Roger ancora ce l’ha, è David che s’è appesantito….

      1. Ma che bell’accoglienza grazieeee!!!!
        Allora tutti d’accordo?
        Come ci muoviamo?
        Idee per una testo a cui David non può dire di no?😀
        Buttiamo giù un testo a 100 mani?!😀

  6. Non sapevo dove inserirlo,…comunque quando arriverete ai 3′ 20″ ascolterete degli effetti vocali che non mi son nuovi😀😀

    1. Beato chi ci va e sul dvd ci credo poco perché dato che il giochino funziona e’ probabile che ci saranno altre repliche

    1. Sono filmati di circostanza e di “propaganda”, infatti se si visionano anche quelli degli Who fanno riferimento al periodo con Moon e John, come per i Rolling – Solo video storici,..niente più,..state tranquilli😀😀

      1. Simone dovendo scrivere nuovi pezzi sono d’accordo sulla grave assenza di Rick , ma per rifare i vecchi pezzi se ne può fare anche a meno , secondo me sono insostituibili la voce e la chitarra di David e la voce ed il carisma di Roger , con le tastiere se la cava anche Carin o qualcun altro . Ti faccio l’esempio del doppio cd di The Wall Live dove c’è un suono stupendo , magari in questo caso se ci fosse stato David….

  7. Tralasciando polemiche e inutili discussioni pro and cons, a me personalmente sarebbe piaciuta una reunion, forse l’ultima. io non ho mai capito perché per la buona pace di tutti sia david che roger non riescano a fare un passo così importante per la storia della musica e anche per dare un sano gesto della pace di cui tanto si parla. se ci fosse stato il nome pink floyd al posto di roger waters credo che sarebbe stato diverso. forse sono un sognatore ma….. credo che non ci saranno più occasioni del genere nella storia della musica e dei nostri pink floyd.

  8. Incredibile come dei vecchietti come gli Stones e gli Who continuano a suonare ed invece David in pratica ha smesso di suonare con i Pink Floyd live nel 1994 a soli 48 anni😦

    1. Ciao Francesco, personalmente non credo sia questione di età infatti GIlmour seppur in sordina ha continuato a fare musica, con i PF è una questione di soldi e business, secondo me.

    2. Caro Francesco il tuo concetto l’ho espresso diverse volte nel blog perché anch’io non mi capacito perché David abbia chiuso i Pink Floyd nel 94 . Comunque penso che la causa sia stata il matrimonio con Polly con il corredo dei 4 figli . In pratica ha messo la famiglia davanti a tutto ( purtroppo per noi !!!!)

      1. Si credo che David abbia voluto seguire i figli piccoli avuti da polly e ha sempre detto che un tour dei Pink Floyd era un affare grosso mentre una carriera solista è più semplice con meno pressioni🙂

      2. Volendola guardare da un altro punto di vista credo che lavorare come Pink Floyd volesse dire avere delle regole degli standard , quasi degli obblighi sotto il profilo musicale … da solista ognuno può forse scegliere meglio o più liberamente la strada da seguire … per non parlare delle aspettative del pubblico … poi parliamo sempre di David , ma guardiamola dal punto di vista di Roger : ha mollato nell’83 per produrre da solista cosa ? un miliardo di repliche di cose già fatte con i Floyd … un album di inediti negli ultimi 25 anni …

      3. Infatti è così! Con i Pink Floyd, non puoi fare come ti pare, è un impegno molto più corposo. E comunque, in effetti tra i 2, David ha fatto una cazzata a far morire i Pink Floyd troppo presto, ma Roger ha lasciato dopo il 1983, quindi molto peggio. L’ideale sarebbe stato di andare avanti tutti insieme; sono sicuro che potevano dare ancora tanto e sicuramente molto di più di 2 album e mezzo….

  9. Alla fine sono 6 artisti, facciamo anche 2 ore e mezza ciascuno (se glie la fanno) ci entrano eccome in un blurei,… la sorpresa sarebbe un qualche duetto/triplo,..che sò voi ci vedreste waters con Dylan ? Avendo eseguito molte sue cover ultimamente (for ever young mai canzone fù più azzeccata per l’evento) jagger – waters ?….. non li vedo proprio😀
    ma forse vi sono anche altre band artisti di contorno, non se ne parla nel sito –

  10. È un festival pazzesco , fa la concorrenza a quello di San Remo ah ah ah ! A parte gli scherzi sarebbe stupendo facessero un box , speriamo

  11. Come già detto in altra sede, ma ripete iuva…. data l’importanza che stà assumendo la manifestazione, anche perchè di alcuni potrebbero essere le ultime,…. suppongo che ne trarranno un dvd e cd !!! Non credete ??

    buona serata
    ci si può iscrivere alle news per aggiornamenti…

      1. Ciao dave! Io se fossi gli organizzatori ne trarrei un box bluray simile a quello che uscì per il live 8 … Anche se mettere tutte quelle ore di live in hd su disco sara una impresa e se si fara taglieranno sicuramente qualcosa.. Resta il fatto che chi ha la possibilità di andare.. Soprattutto economica, è un occasione da non farsi scappare!😉

      2. INFATTI, hai ragione ! Ma si, secondo me ne faranno sicuramente un box, è un festival che non racchiude mille band ma SEI e selezionate quindi puntano sul “pochi ma buoni”, secondo me.

      3. There are not any plans currently

        E’ la laconica risposta che mi hanno dato alla richiesta se vi fossero in programma pubblicazioni video e/o audio… !!!😦
        Anche se quel “currently” fa sperare😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...