PINK FLOYD: RIPUBBLICATA TUTTA LA DISCOGRAFIA IN VINILE

L’anno prossimo ricorreranno i 50 anni dall’album d’esordio dei Pink Floyd: The Piper at the Gates of Dawn pubblicato nel 1967, così la Pink Floyd Records, per celebrare l’importante ricorrenza, riproporrà l’intero catalogo dei Pink Floyd in formato vinile dopo più di 20 anni!

13178772_10153573184167308_2109297939598175269_n

L’intero catalogo sarà disponibile a partire dal 3 Giugno 2016, ma i vinili verranno pubblicati un po alla volta: i primi quattro titoli saranno ‘The Piper at the Gates of Dawn’, ‘A Saucerful of Secrets’, la Colonna Sonora tratta dal film ‘More’ e il doppio LP di ‘Ummagumma’. Le altre uscite saranno annunciate nel corso dell’anno. I vinili sono masterizzati da James Guthrie, Joel Plante e Bernie Grundman e sono stampati su vinile 180 grammi per garantire la massima qualità del suono e il packaging sarà fedele alla versione originale. Non saranno incluse “bonus track”.

Max Lousada, Presidente e CEO di Warner Music UK ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di continuare a sostenere una delle band più grandi ed influenti del mondo. Questo è un entusiasmante nuovo capitolo nella nostra partnership di lunga data con i Pink Floyd e non vediamo l’ora di lavorare con loro per aiutare a curare il loro notevole lavoro“. Le sue parole hanno fatto eco da Rob Stringer, Presidente e CEO di Columbia Records, che ha detto: “Siamo orgogliosi di continuare il rapporto di lunga data nel Nord America e oltre tra la Columbia Records e Pink Floyd. Siamo entusiasti di collaborare con la band sulla loro incredibile eredità musicale“.

Qui i link ad Amazon:

THE PIPER AT THE GATES OF DAWN  –  A SAUCERFUL OF SECRETS

MORE  –  UMMAGUMMA (2LP)

Shine On!

Annunci

62 comments

    1. ciao Maurizio, io ho solo delicate sound of Thunder e la qualità è eccellente, tieni conto però che per sentire la differenza per esempio dal Dark Side 40° anniversario e l ultima ristampa devi avere un gran impianto! 😉 per gli altri dischi non saprei non li ho presi.. certo che se facessero uscire un box con tutti gli Lp sarebbe fantastico!

      1. Che ne pensi, rifare un bel box contenente uttti gli lp con le label originali cioe’ quelle delle prime stampe che io intendo per i primi due label Columbia con logo nero e blu con i numeri sx scx originali e con la scritta made in gt britain ad ore 6 e con la cover flipback vera non disegnata lo stesso vale per More con logo emi bianco, atom meddle ummagumma e meddle con etichetta harvest verde con scritta ad ore 6 made in gt britain the dark side con prisma solid azzurro originale con scritta ad ore 6 made in gt britain division bell con label originale con le vele e non con l’etichetta del cd e tutto il resto uguale ed identico agli originali, e se non sono capaci li facciamo stampare a Napoli che li ti fanno tutto ”tale e quale” e a prezzi modici e per completare ci metterei anche i prmi 5 45 giri non come quelli usciti nel box the early years che sono una brutta copia dei demo originali mi limiterei a fare gli stock copy con etichetta nera e scritte argento come il see emily play rosa del rsd ma santo Dio ci vuole poi tanto e’ vero che io in 40 anni li ho presi tutti ma averne una copia nuova a 180 grammi non mi dispiacerebbe

      1. Grazie ragazzi anch’io ho
        Già stampe inglesi italiane
        e tedesche di anno di uscita
        Però qualcosa prendo ho visto
        Media word a buon prezzo
        Amazon li alza e abbassa
        come vuole grazie per le dritte
        saluti Maurizio

  1. Ciao Simone,
    scrivo in questo post vecchio ma perchè è inerente a questo,
    Hanno annunciato gli ulitmi due album della remasterizzazione, ma questo vuol dire che The Endless River non lo rimasterizzano!? Anche sul sito ufficiale pink floyd è “diponibile” e rimandano a una pagina amazon.co.uk con il vinile, mi sai dire qualche cosa!? sinceramente visto che li ho presi tutti in questa ristampa, vorrei avere la serie completa.
    Sono sicuro che mi pentirò visto che tra un po faranno tipo cofanettone limited edition (non so niente sto solo ipotizzando)!!!
    Ciao
    Piero

    1. ciao Piero! non penso.. the endless river dovrebbe rimanere con il mix 2014, identico a quello uscito un paio di anni fa.. quindi per adesso non so se lo ripubblicheranno a nome “Pink Floyd Records”, per quanto riguarda il cofanetto lp, avevo visto già qualche giorno fa che c’era un box, ma mancavano appunto tfc e amlor, ma adesso non lo trovo piu sullo store, appena ho piu tempo ci guardo meglio… 😉

    2. A quel che ho letto, the final cut è la versione con The tiger,…. praticamente è come un cd riportato in vinile…. 😀 😀

      Già ordinato momentary, che mi mancava, dato che uscì all’epoca dei primi cd, e chi comprava ancora vinili veniva preso per antiquato-retrogato-sporco-conservatore-anti progressista 😀 😀 Certo lo si trova anche usato,.. ma a cifre triple… peccato per delicate sound … potevano ristamparlo.. cacchio !!!

      1. Ciao Simone, grazie della info!!!

        Pat_Lecce, lungo discorso vinil/cd cmq pensa che sta rinascendo anche la “cassetta”!!!!

        come dire, non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace!!!

        io il mega box non lo ho preso, ma questa collezione di vinile, nuova, bella fresca, mi piaceva, e li ho comprati tutti, anzi sto pensando di comprare una seconda copia di “animals” perchè è il disco che ascolto e ascolterò di più!!

      2. Ciao Pat ,secondo il mio modesto parere ,il fatto che abbiano inserito su THE FINAL CUT anche when the tigers broke free per e’ stata una saggia scelta anche se personalmente lo vedevo piu’ su the wall con a seguito bring the boys back home ,comunque sia, per me e’ un gran pezzo, la lirica di Waters e’ incredibilmente accattivante e’ come se fosse un vero grido di disperazione, sicuramente per le sue vicessitudini personali, pensa che lo feci usare a mia moglie a scuola per una rappresentazione teatrale e ne rimasero tutti affascinati chiedendole ”ma dove hai trovato questa musica?” e lei rispose c’e’ un fesso a casa che ascolta sempre questa musica cosi poco allegra ma pare che oggi l’abbia azzeccata.

    3. Del cofanetto con tutte le ediz. PINK FLOYD RECORDS non se ne parla ancora forse dopo un ipotetico PULSE? ma chissa’ ogni tanto proviamo a strofinare la lampada di Aladino e interpelliamo il genio, puo’ darsi che ci possa accontentare ,ritornando al cofanetto e’ stato pubblicato negli USA ma era solo un contenitore plastificato semitrasparente che conteneva gli lp ma senza gli ultimi due,pi non dimentichiamo che tra l’altro manca la raccolta RELICS sempre pubblicata sia nei cofanetti lp che cd, io spero sempre, moriro’ disperato? boh vediamo

  2. Buona serata, secondo voi questa cassetta che ho trovato in una vecchia scatola di cartone,..e di cui avevo perso completamente la memoria 😉 è di inestimabile valore, o è na ciofeca ??? si ripetono 4 volte la stessa traccia con un sample dei brani tratti da pulse

    1. Titolo: Floydian Snips – Estratti seguiti da PULSE ( Risolto il mistero) e’ originale EMI 1995
      Record Company: EMI Records
      Numero di catalogo: Nessuno.
      Data di rilascio: 1995
      Informazioni sulla release: Una cassetta campionatore promozionale EMI Records. Nastro Chrome Super II.
      Descrizione:
      Cover: copertina bianca con lisitng delle canzoni.

  3. Sarà come dite voi, sarà anche una squallida speculazione commerciale, ma io li ho presi, tutti e quattro e per ora ho sentito ASOS e UMMAGUMMA e sono rimasto a bocca aperta, come dicono gli inglesi, ho sentito la mascella toccare a terra, cazzo mai sentiti i Pink Floyd su vinile con questa pulizia del suono.

  4. Sapete già come la penso, …pura speculazione commerciale sull’onda del ritorno vinilico,..etc..etc… (a sto punto rimettiamo in commercio le VHS , anzi le BETAMAX 😀 ) Comunque nel piccolo video propagandistico, mi ha colpito ad una certo punto una scritta, che non sarà sfuggita ai più attenti… cosa vorrà dire ?!!!

    1. Ciao pat! Lo volevo scrivere io, è un paio d’ore che ci penso.. O si riferiscono agli altri album, per adesso hanno annunciato i primi 4 e quella frase è riferita agli altri album, che annunceranno con la data d uscita e trailer come questi… Oppure sono previste altre “cose”, delicate sound of thunder e pulse in lp? O qualche altra pubblicazione come 1965 their first recordings? Vedremo.. 😉

      1. ma la frase incriminata ,è già sotto l’elenco completo !!!!!!! Quindi grammaticalmente non può riferirsi alle prossime uscite già programmate …….. credo !!!

      2. Ciao pat! Spero veramente in una qualche nuova uscita… Si era annunciato “qualcosa” per la fine dell anno.. Del genere 1965 their first recordings.. Non ci resta che aspettare.. 😉

  5. Queste son le “cose” da tirare fuori dai cassetti… 😉

    Ascoltate dai 15′ (avete letto bene) di Embryo , e ditemi cosa vi ricorda ? Attenzione, parliamo di un concerto del 71..quindi molto pre dark side… 😀

  6. Ciao pat
    Come te sono nelle stesse condizioni di dover mettere da parte qualche soldino per comprarne un po’ alla volta.
    Credo che non siano a edizione limitata e che quindi si potranno trovare anche più in là col tempo.
    Il problema è che il vinile sta tornando al suo ruolo e cioè il migliore conduttore di Musica, e di conseguenza i dischi con cui siamo cresciuti noi, le rimasterizzazioni a 180/200 gr. Si sentono da paura, ultimamente ho preso living in the past dei Jethro e in rock e fireball dei deep e si sentono da far cadere la mascella per terra, ora dopo i pink, sembra che pubblicheranno tutto van Morrison, Police, Gabriel, Santana. Un sballo assoluto per le orecchie……… un po’ meno per il portafoglio.

  7. Un saluto a Pat e a Simone.
    Concordo un box con tutti i vinili sarebbe stato più interessante, tuttavia l’articolo di RMC è molto interessante e dice la verità quando afferma che sono state applicate metodi di registrazione altissime specializzate sul vinile. Il mio fornitore di dischi, mi ha detto che in negozio ha messo sul piatto the Piper è rimasto a bocca aperta, mi ha chiamato sul cell confermandomi che si sentono da PAURA!!!. Da malato dei Floyd finirò per prenderli tutti un po’ alla volta. Ciao da Genova.

    1. Una domanda però non ci siamo posti…ma sno ad edizione limitata o fra che sò, due anni mettendo i soldi da parte li posso ancora trovare ???? (evidentemente chi li pubblica ora non sà che in Italia ci sono le scadenze IMU, TASI,..TOSI,..OCI,..VIRU,.. etcc..etc.. 😀 😦 )

      Volevo segnalarvi questa riflessione:

      Arriva per errore nei negozi la nuova edizione di “The Division Bell”

      http://www.floydiani.it/2016/05/24/arriva-per-errore-nei-negozi-la-nuova-edizione-di-the-division-bell/

  8. Ho letto l’articolo di radio Monte Carlo che trovate anche in alto a destra, e giustamente finisce con questa domanda:

    L’unica domanda che molti appassionati e collezionisti si faranno è: perché non pubblicare un cofanetto con tutti i vinili come già fatto per il box in CD? 😀

    Mi sembra che più di uno aveva detto lo stesso anche qui,… (per me è solo speculazione commerciale)

    1. Ciao pat! Si secondo me sarebbe stato moolto piu interessante un box in vinile, che in commercio effettivamente non c’è, ci sono solo i vecchi box (bellissimi) ma solo per collezionisti e ad un costo abbastanza altino 😉 io non comprero l ennesima copia di dark side o tutti gli altri, se avessero fatto un bel box in vinile invece….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...