PINK FLOYD: THE EARLY YEARS – THE INDIVIDUAL VOLUMES

teyindividualsplash

Come largamente anticipato, è stata resa nota l’uscita dei singoli volumi contenuti all’interno del box set “The Early Years 1965-1972”: la data di uscita è il 24 Marzo 2017, per coloro che non hanno potuto acquistare il box intero a causa del prezzo o per coloro interessati solo a particolari anni della carriera dei Pink Floyd, questa è un’ottima notizia. Questi singoli volumi sono ripartiti negli anni 1965-1967, 1968, 1969, 1970, 1971 e infine 1972. Ciascuno di essi sarà esattamente uguale alla versione che si trova all’interno del mastodontico cofanetto con una selezione di memorabilia nascoste in parte dell’imballaggio pieghevole ad eccezione di un adesivo sulla copertina che mostra il contenuto del singolo volume.  Non sarà pubblicato invece, come volume singolo, il cofanetto “CONTINU/ATION” che resterà un’esclusiva del box-set integrale. È stato recentemente reso noto che l’idea per i titoli dei cofanetti è stata di Roger Waters, per dare una visione in cui la band era in quel particolare punto della loro carriera.

Il prezzo è di circa €44 a volume. Qui di seguito i link ad Amazon.it

CAMBRIDGE ST/ATION 1965-67 – GERMIN/ATION 1968 – DRAMATIS/ATION 1969 – DEVI/ATION 1970 – REVERBER/ATION 1971 – OBFUSC/ATION 1972

Shine On!

1965-1967: CAMBRIDGE ST/ATION – 2 CD / DVD / Blu-ray

Copre il periodo degli esordi dei Pink Floyd con Syd Barrett. All’interno demos, singoli non contenuti negli album originali, tracce inedite come “Vegetable man” e “In the beechwoods” (in un nuovo mixaggio), registrazioni tratte dalle BBC sessions e da un live a Stoccolma del 1967. Il DVD/Blu-ray include performances TV, materiale filmato dagli archivi dei Floyd e memorabilia.

1968: GERMIN/ATION – CD / DVD / Blu-ray

Questo volume si focalizza sul periodo seguente l’abbandono di Syd Barrett, quando i Pink Floyd scrivevano ancora brani “singoli” ma nello stesso tempo sviluppavano il loro stile personale e più basato sulla musica strumentale. Ci sono brani non entrati negli album, più una sessione di registrazione fatta nei Capitol Records studios di Los Angeles recentemente riscoperta, BBC sessions e altre tracce. Il DVD/Blu-ray contiene il promo clip di “Point me at the sky” restaurato recentemente, alcune performances  televisive internazionali e una selezione da altri show TV.

1969: DRAMATIS/ATION – 2 CD / DVD / Blu-ray

Nel 1969 i Pink Floyd svelarono la loro produzione di “The Man” e “The Journey” un live concettuale in 2 parti che copriva un periodo di 24 ore tra sogno, risveglio e altre attività. Non fu mai pubblicato in questa forma ma alcune canzoni vennero utilizzate nella colonna sonora di “More” e in “Ummagumma”. Questo volume contiene quindi registrazioni live di questo progetto fatte ad Amsterdam e presso la BBC di Londra ma include anche delle bonus tracks tratte da “More” che non furono incluse nell’album “More” ma vennero utilizzate nel film, in più altri brani come una delle prime versioni di “Embryo” tratta da “Picnic”, un sampler della Harvest. Il materiale video contiene 20 minuti delle prove di “The Man/The Journey” fatte alla Royal Festival hall, dirette da Anthony Stern con brani come “Afternoon (Biding My Time)”, “The Beginning (Green is the colour)”, “Cymbaline”, “Beset by creatures of the deep” e “The end of the beginning” (l’ultima parte di “A saucerful of secrets”), più altre performance live di quel periodo.

1970: DEVI/ATION – 2 CD / 2 DVD / Blu-ray

Alla fine del 1969 e nella prima parte del 1970 i Pink Floyd registrarono e mixarono il loro contributo alla visione alternativa della società americana di Michelangelo Antonioni: “Zabriskie point”. Tre brani furono pubblicati nella colonna sonora dell’album e altri 4 nella versione expanded CD del 1997. Mai pubblicati in un solo album dei Pink Floyd, questo volume contiene tutte le versione remixate e aggiornate del materiale audio di “Zabriskie point”. Nello stesso anno la band ottenne il suo primo posto nella classifica UK con “Atom heart mother”, una collaborazione con Ron Geesin, che prevedeva un’orchestra e un coro, nella versione DVD troviamo il Quad mix originale. Il materiale video contiene un’ora intera di registrazioni per la TV KQED di San Francisco più estratti dalla storica performance di “Atom heart mother” e materiale della TV Francese filmato al festival di St.Tropez.

1971: REVERBER/ATION – CD / DVD / Blu-ray

Nel 1971 i Floyd registrarono “Meddle” che conteneva il brano “Echoes”, una facciata intera dell’LP da molti considerato il brano che fece da fondamenta per “The dark side of the moon”, e quindi una parte importantissima del loro percorso. In questo volume troviamo parti dei demo originali di questo periodo importante, oltre alle BBC sessions. La parte video offre la versione originale mai pubblicata di “Echoes” in Quad Mix oltre a materiale live inedito del 1971 che include brani da uno spettacolo fatto insieme a Roland Petit e il suo corpo di ballo di Marsiglia.

1972: OBFUSC/ATION – 2 CD / DVD / Blu-ray

Nel 1972 i Pink Floyd viaggiarono a Hérouville, a nord di Parigi per registrare agli studi Strawberry nel castello della città. In 2 settimane indimenticabili scrissero e registrarono “Obscured by clouds” la colonna sonora del film “La vallée” di Barbet Schroeder. Lo stesso anno pubblicarono il film “Pink Floyd Live at Pompei” in cui la band si esibisce senza pubblico nello storico anfiteatro romano di Pompei. Il materiale video include la performance di “Live at Pompei” editata in nuovi mix audio 5.1 più materiale registrato per la TV Francese e dai concerti tenuti al Brighton Dome nel giugno 72 più ulteriori performance con il balletto di Roland Petit.

Advertisements

18 comments

  1. Purtroppo l’operazione commerciale e’ inevitabile pensa al doppio vinile 45 giri che e’ stato venduto fin’ora ad un prezzo non inferiore alle 250 euro mentre il costo reale è di 38 sembra che per rsd 2017 non ci siano i Pink Floyd speriamo che non inventino un ulteriore black friday a prezzi assurdi ciao

  2. io, per dirla tutta, di molti cd sono in possesso della prima edizione in possesso l’originale e devo ammettere che con un modesto impianto HIFI (Audiolab 8000A, Sonus Faber Minima e lettore JVC, Cuffie Sennheiser HD598SE) si sentono obbiettivamente male. Pertanto sono da tempo alla ricerca della “migliore incisione” almeno per quanto concerne WYWH TDSOTM ed Animals. Ammetto anche un peccatuccio: ho scaricato diversi flac per “individuare” la migliore versione dei CD per poi procedere con gli acquisti, però a dire il vero in alcuni casi non sento le differenze (specie in WYWH fra le versioni By The Way, Discovery, Experience…..) . Per ora la miglior soluzione mi sembra essere la discovery… anche se mi scoccia alimentare in questo modo il business “denunciato” da Andrea. Visto che ci siamo… se qualcuno ha suggerimenti sulle migliori edizioni oppure mi volesse linkare dove se ne è già parlato….
    Saluti

    1. Ciao ,sarà probabilmente anche una questione di udito ma credo che le migliori versioni cd siano quelle anni 80 stampate su cd toshiba che furono incise direttamente dai master dei vinili , le ristampe anni 90 fanno schifo ,alcune tracce non si sentono , ma le edizioni immersion e i super audio sia di dstom che di wywh sono ottime altrimenti prova con i mini lp giapponesi prima edizione che sono superlative solo che vedo su ebay arrivate a prezzi proibitivi, ma se vuoi il meglio vai sul vinile

      1. ciao tuttonero e grazie. Dimenticavo di dire che i vinili (originali dell’epoca) li ho tutti. Dovrei investire su un nuovo giradischi però perchè quello che attualmente fa bella mostra di se nel mio salotto, alla prova dei fatti …. ha da tempo esalato gli ultimi respiri

  3. L’ha ribloggato su BLOG PERSONALE BRALEX84e ha commentato:
    In uscita il 24 Marzo 2017, il nuovo album dei Pink Floyd “The Early Years 1965-1972”, un album che ripercorre tutta la storia primordiale della mitica ed intramontabile band inglese che ha conquistato milioni di persone in tutto il Mondo. 😉

  4. Ciao ragazzi. Grazie Simone per le info, sempre tempestive. Sicuramente opterò per uno-due di questi cofanetti singoli, non avendo preso il cofanettone per dissanguamento post-pompei 😀
    a proposito, non vedo l’ora di avere buone nuove sul box-set di pompei!
    Shine

  5. Ciao a tutti !
    Io non la farei una questione di prezzo in quanto il cofanettone è pur sempre “IL cofanettone” e non pezzi singoli

    1. Ciao giain! Non penso si possa definire truffa. Se si prendono tutti i box singolarmente bisognerebbe spendere circa 265 euro. Se ci si aggiunge il cofanetto Bonus si arriverebbe a 300.. più le repliche dei 45 giri e i poster.. resta il fatto dell’esclusività.. che il prezzo del box fosse alto lo sapevamo gia ma andando avanti nel tempo credo non perda tanto di valore..

      1. A già dimenticavo i 45 giri ma anche il cd del live at Pompeii , va be però magari il prezzo giusto poteva essere 350 – 370 euro . Ormai è andata

    2. Se consideri che manca un cofanetto 5 vinili singles che siamo intorno a 100 euro poi mettici la confezione esterna quella interma piu i vari gadgets siamo intorno al prezzo del cofanetto completo

      1. Non dimentichiamo il mondo del collezionismo di vinile 5 singoli in vinile sono una chicca da non perdere pensa che un demo originale si aggira se lo trovi a non meno di 1500 euro se vai sul arnold layne si sale molto fino a 5000

      2. ciò non toglie che tutte queste siano bieche (ripeto: bieche) operazioni commerciali.
        quante rimasterizzazioni si possono fare di un album? immagino, volendolo, infinite.
        ma cosa dovremmo pensare, ora, del “vecchio” “obscured by clouds” rimasterizzato appena cinque anni prima con la campagna “why pink floyd?” che era all’altezza? e perché ripubblicarlo, allora?
        e prima ancora di “why pink floyd?” non c’era stata nel 2007 (4 anni prima, 4 non 25) l’operazione “oh, by the way”? tutte schifezze anche quelle?
        il problema è che a noi i pink floyd ci piacciono troppo… mannaggia!

      3. Si Tuttonero hai perfettamente ragione , se si considera tutto….😊Alcune mie affermazioni però sono delle provocazioni volute per stimolare il contraddittorio nella discussione

      4. Andrea@ i Pink Floyd ci piacciono troppo e noi adoriamo le novità che alcune volte però si rivelano deludenti che sa da fa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...