DAVID GILMOUR: LIVE AT POMPEII -VERSIONE TELEVISIVA-

C’è molta attesa per il Dvd/Blu-ray di David GilmourLive At Pompeii“. Al momento non c’è una data di uscita ufficiale, ma qualcosa si muove: infatti dal futuro Blu-ray è stata realizzata una versione di un’ora, disponibile per trasmissioni televisive, realizzata in 4k, con la regia di Gavin Elder, ed è distribuita dalla londinese DCD Rights. Presumibilmente questa versione di un’ora andrà in onda in Tv (Bbc?) prima del rilascio ufficiale. Altri aggiornamenti appena disponibili.

Dal sito web della DCD Rights:

45 anni dopo i Pink Floyd, David Gilmour ha filmato ‘Live At Pompeii’ nel leggendario Anfiteatro Romano, dove è tornato per due spettacolari concerti, con il suo tour durato un anno a sostegno del suo album No.1 ‘Rattle Taht Lock’. Le performances sono state le prime in assoluto con un pubblico nella’anfiteatro romano, e solo per due notti, i 2.600 spettatori stavano esattamente dove i gladiatori avrebbero combattuto nel primo secolo AC. David Gilmour Live At Pompei è uno spettacolo audio-visivo, con laser, articoli pirotecnici e uno schermo enorme circolare su cui pellicole appositamente create completano le canzoni selezionate, ma di primaria importanza, soprattutto, è la musica sorprendente e performance stellari da una all-star band. Lo show comprende canzoni da tutta la carriera di David, così come molti classici dei Pink Floyd, tra cui ‘One Of These Days’, l’unica canzone che è stata eseguita anche nel 1971. Entrambi i concerti hanno visto anche performance molto speciali di ‘The Great Gig In The Sky’ da ‘The Dark Side Of The Moon’, cui David ha raramente suonato come artista solista. Questa performance di 60 minuti include gli highlights da entrambi gli show, girati in 4k dal regista Gavin Elder. David Gilmour Live At Pompeii mostra un artista al top della sua carriera, l’esecuzione di materiale incredibile con la sua band di livello internazionale, in un ambiente unico, in un’occasione molto speciale“.

Shine On!

Annunci

104 comments

  1. RAGAZZI!!! “PICCOLA” NEWS!!!!! LA VERSIONE CINEMATOGRAFICA DI “DAVID GILMOUR LIVE AT POMPEII” DOVREBBE USCIRE IL 13 SETTEMBRE, PER 1 ORA E 40 MINUTI DI DURATA. LA VERSIONE UFFICIALE SU SUPPORTO DVD E BLURAY È ATTESA PER FINE ANNO, NOVEMBRE/DICEMBRE… IL FILMATO COMPRENDERA’ IL MEGLIO DELLE DUE SERATE. ASPETTO A FARE UN ARTICOLO PERCHÈ ANCORA NON C’È UN ANNUNCIO UFFICIALE, MA DIREI CHE I TEMPI DI USCITA SONO QUESTI!!!!! 😉

    QUI IL LINK: http://m.cinemanova.com.au/movie_page.php?movie=13012&extra

    1. Ciao Simone quindi a settembre ce la dobbiamo andare a vedere al cinema ? Ed in seguito sarà acquistabile anche questa versione ? A me non piace andarla a vedere al cinema molto probabilmente da solo mah 😕

      1. Ciao giain! Al momento niente di ufficiale ma molto probabilmente sarà così. Prima al cinema poi in Dvd. Ma a dirla tutta non so se verrà trasmesso anche nei cinema italiani. Comunque giain puoi farne a meno e aspettare novembre… vedremo come verrà accolta questa anticipazione cinematografica…

      2. Speriamo di no dai! 😯 dopo tutta questa attesa, mi auguro che il buon David faccia qualcosa di veramente figo!!attendiamo ufficialità!

      3. Insomma ha copiato dalla stessa “promozione” per il de uoll di waters,..prima al cinema e poi in vendita … bravo !!! 😀 😦 Buon giorno

      4. Ciao Fabio no dai discorsi sembra che siano 2 cose diverse , il primo è un film sull’evento dove penso che oltre alla musica ci saranno altre cose tipo interviste il making , i fans , la location ecc… il dvd bluray sarà il concerto completo con il meglio delle 2 serate , perché nei 2 concerti ci sono state delle differenze di qualità nell’esecuzione dei pezzi , a meno che in studio non vengano riaggiustati

      5. Speriamo bene Giain. Ci rimarrei troppo male se il dvd/blueray, non fosse il concerto integrale. Che poi prendano il meglio delle 2 serate, in base a quale esecuzione delle singole canzoni, sia stata meglio, quello va bene!

      6. Giain, NOI SIAMO STATI LÌ!!! il resto sono solo supporti audiovisivi, per quanto mi riguarda preferirei 100000 volte che ne facesse un altro, e riuscire ad andare che avere DVD/VINILI/BLUERAY!!!

        Cmq, aspetto anche io che esca qualche cosa, che bella la coerenza 😉 !!!!

        X mihalis 66: grazie mille delle info!!! Sei sempre molto informato e preparato!

        Simone ovvio grazie anche a te!!!

        P.S. riguardo a uscite, ho comprato INTERSTELLAR OVERDRIVE edizione vinile per il record store day, ancora non lo apro e sento, ho visto che c’e’ un sito che fino a ieri lo vendeva ancora online a prezzo normale, se siete interessati vi mando il link!

      7. A Piero ma che stai a dì?! Siamo stati lì è vero, ma la memoria prima o poi fa cilecca… questi supporti audio-visivi, come li chiami tu, servono a farti tornare con la mente a quella sera, anzi e perchè no, con un pò di immaginazione, ad essere proprio di nuovo dentro quel magico anfiteatro!!!!! Come va con Nick? Un abbraccio

      8. Ciao Piero un caro saluto, io la penso come Fabio il bluray è necessario anche perché ci farà gustare meglio i giochi di luce che non abbiamo potuto vedere al 100% durante il concerto perché gli occhi erano puntati sul palco

    2. Sembra che questa nostra lunga,lunghissima attesa, abbia finalmente trovato una meta precisa…o più o meno.Secondo te, Simone, e a tutti i lettori, il Dvd che uscirà poi a novembre/dicembre, sarà il filmato di una sola delle due singole serate, 2 Dvd con le due serate separate o 1 Dvd con il meglio delle 2 serate?qualcuno lo sa?Grazie a tutti!!

      1. Ciao Stefano, io credo che sarà un mix, fatto col meglio delle 2 serate. Il problema se mai è un altro: la versione cinematografica, si dice durerà un’ora e quaranta, ma il concerto è durato di più di un’ora e quaranta…. se il dvd/blueray sarà uguale alla versione cinematografica, significherà, che il concerto non sarà integrale! I’m confused 😦

      2. Io ci sono stato al cinema a sedere per 3 ore a vedere in anteprima il film di The Wall di Roger Waters e poi mi sono pure preso il Blu-Ray

      1. Ma al cinema sarà una sorta di antipasto, credo, se no te lo vedi al cinema e buona notte. Anche se poi la versione cinematografica sarà integrata nella versione casalinga con nuove scene, non puoi tenere 3 ore le persone sedute al cinema, anche se saranno i soli fanss ad andarlo a vedere.

      2. Per me la versione cinematografica, può durare anche 50 minuti…..
        l’importante è che la versione dvd/blueray, sia la versione integrale del concerto.

  2. Ciao ragazzi oggi ho ascoltato uno dei bootleg che ho acquistato ieri , si trattava di A Dark Side Of The Moon Live del 16 -11-1974 a Londra stadio di Wembley . È un lp doppio, la quarta facciata è occupata interamente da Echoes che è eseguita abbastanza bene . Le prime 3 facciate riguardano the Dark side, mah mi sembra suonata e cantata male con una esagerata improvvisazione . Ho l’impressione che a quei tempi non curassero molto i particolari , niente a che vedere con i tour degli ultimi anni dei Pink Floyd e dei tour solisti di David e Roger degli ultimi anni dove si rasenta la perfezione . Simone , Mihalis Pat e tutti gli altri ragazzi che conoscono meglio i vari bootleg vorrei un vostro parere . Insomma conoscendo lo splendore dell’album tdsotm , andare a Wembley e sentire quello schifo mi sarei fatto rendere i soldi del biglietto 😕

    1. Ciao Giain, non sono esperto di bootleg, ma credo che siano rimasti bootleg, proprio perchè sono dei concerti dove si trovano molti errori. Io ho ascoltato Animal instinct e devo dire che, anche se ci sono molte chicche, il concerto, in molte parti, lascia l’amaro in bocca. Su tutte, Have A Cigar, dove Gilmour e Waters, andrebbero presi a schiaffi e Snowy White, andrebbe ammazzato con la sua stessa chitarra….

      1. E poi la coda finale di Great gig,..non mi sembra un’esagerazione,..anzi !!!! Ma hai mai avuto occasione di sentire le versione pre-uscita del disco,..parlo di quelle del 72 ? Allora ti metteresti le mani nei capelli.. 😀 😀

      2. Ah ah ah Fabio bellissima la battuta su Snowy, però per farlo fuori avrei usato una mazza da besbol e la chitarra con quello che costa me la sarei portata a casa . Pat mi confermi quindi che in quegli anni erano sbragati durante i concerti, poi ci fu anche il momento della crisi di Waters, mah ! A me sinceramente piace la perfezione e loro quando volevano la davano anche dal vivo . Per esempio il tour the wall live fu fantastico , ma non capisco sembra che durante i tour continuassero a sperimentare 😕

      3. Pat quella del 72 c’ho gli mp3, è davvero una figata quel concerto. Pensare che è l’esecuzione di The Dark Side Of The Moon, prima ancora che uscisse l’album studio! Davvero tanta roba

      4. Fabio la maglietta che ho comprato a mia figlia è una copia di una locandina del1972 che pubblicizza una loro serata a New York dal titolo The Dark Side of The Moon se guardi la foto vedi 1972

      5. Pat e Fabio sulla maglietta c’è scritto: Carnegie Hall 1 maggio 1972 New York con il logo ecc..l’audio è di quel concerto ? Ese si dove lo trovo ?

      6. Ciao Giain, io l’ho trovato sul vecchio mulo (eMule). Se vuoi posso inviarti il link drive da dove li potrai scaricare. Per quanto riguarda Have a Cigar, la battuta che ho fatto, era una battuta fino ad un certo punto… 😀
        perchè snowy, ha fatto un solo che mi fa rigirare lo stomaco, un solo che non c’entra nulla con lo stile Floyd. Come gli è venuto in mente di fargli fare il solo finale?! Tra l’altro loro 2 non avevano per nulla voglia di cantare in quella canzone. Peccato, perchè l’attacco iniziale di Gilmour è fantastico!!!!!
        Mi piacerebbe un parere di Simone e di Alfredo (se ritorna dall’aldilà)

      7. Ciao Fabio si mandami il link ,poi se non sono capace a scaricare mi faccio aiutare da un amico . Effettivamente i pareri di Simone e Alfredo sarebbero graditi ma sono spariti . Comunque è probabile che in quegli anni scazzassero un po , il perche non lo so , perché quando avevano voglia suonavsno da dio , misteri….

      8. Ciao giain e anche a tutti gli altri amici del Blog! Purtroppo sono dei mesi impegnativi tra il lavoro e la casa nuova dove mi trasferirò.. ma questa è un altra storia.. comunque sono d’accordo.. a me personalmente Snowy non mi è mai piaciuto più di tanto.. ne lo stile ne il suono. Molto meglio Tim renwick nei Live di Pulse… per il Live di Dark Side del 72… spettacolari.. breathe time e us & theme sono un po più lente ma danno davvero uno specchio sull evoluzione dei brani.. a mio avviso avrei lasciato la versione di on The run senza sintetizzatori.. come nei Live del 72!

      1. Si il tour è il medesimo… – Dall’87 in poi,..c’è troppa perfezione.. 😉 Nel 74 erano stanchi ed a corto di idee, per questo quelle esibizioni non sono proprio il massimo,.. ma solo sui brani nuovi, che poi erano raving and drooling e Gotta be crazy,..che finirono in animals – Per il resto erano più che buone,.. e poi in any colour Gilmour poteva dare sfogo all’improvvisazione, in tutti gl’altri brani c’era ben poco da improvvisare, hanno delle strutture musicali, su cui c’è ben poco anzi nulla da improvvisare – comunque tutte registrazioni oramai “ufficializzate” , come Echoes nella cofana – Purtroppo non mi prende il link … ma se vai su floydboots trovi tutte le informazioni.. 😉

  3. Buona domenica a tutti da mihalis.
    Sto ascoltando il vinile di TER, e più lo ascolto e più penso che solo i più grandi di tutti e di tutti i tempi nell ‘ambito del rock potevano lasciarci il loro immenso tributo con un disco interamente strumentale.
    Al tempo della sua uscita ho letto una marea di nefandezze e di bestemmie, del tipo lp più inutile, lp più brutto della storia del rock, fatte da questi pseudo critici musicali, pagati dalle radio,x sparare e scrivere una quantità di cazzate. Gridiamolo al mondo THE ENDLESS RIVER è un disco dei pink Floyd in tutto x tutto. Le facciate tre e quattro sono a livello da…. crepuscolo degli dei. Si è vero Rick Wright purtroppo si spaccava in due abusando di cocaina, ma ancora oggi è uno dei pochissimi musicisti che riesce ad emozionarmi totalmente, facendomi piangere. Cosa ne pensate di TER ?
    BUONA DOMENICA.

    1. Ciao Mihalis TER è un bell’album , al primo ascolto mi sono venute le lacrime agli occhi mentre ascoltavo Things Left Unsaid e It’ s What We Do che rimangono i miei pezzi preferiti insieme a Louder e Talkin Hawkin . Però io alcuni pezzi corti li avrei tolti , avrei allungato Talkin Hawkin e Allons-y che non avrei spezzato anche se il pezzo all’organo di Rick è bellissimo e in ogni caso la seconda parte l’avrei allungata . Avrei allungato almeno di 1 minuto lo splendido assolo di Louder perchè oltretutto lo spazio c’era, poi non avrei messo Anisina con quello sciagurato pifferaio che sembra uno zampognaro , anche di Skin se ne poteva fare a meno ed in ogni caso avrei voluto altri pezzi cantati . Insomma invece che Manzanera spero una prossima volta David consulti me .Manzanera è bene che si occupi della Taranta . Detto questo però l’ascolto sempre volentieri. Mihalis dato che sei un grande esperto di vinili , ti volevo dire che questa mattina ad un mercatino dell’antiquariato ho acquistato il doppio vinile del Live a Venezia ed il Live di A Dark Side of The Moon , sono bellissimi nuovissimi e si sentono benissimo. Il Live di Venezia mi hanno detto che viene dagli USA . Li hai anche te , sai chi gli ha fatti , io non sapevo che esistessero 😊

      1. Ciao caro amico Giain. Si ovviamente li ho e hai ragione si sentono benissimo, vi è da dire che i bootleg dei nostri amati PF hanno una media alta a livello di ascolto, rispetto agli altri gruppi. In quanto a chi l’ha fatti non so rispondere, sono etichette satelliti che spesso spariscono dopo le pubblicazioni essendo spesso delle prestanomi. Invece da amico volevo consigliarti, se ti capita di trovare un the wall live in NY con in copertina i due martelli che si incrociano triplo lp prenditelo subito….. è registrato meglio dell’ originale, in quanto a dark side la versione migliore a livello di ascolto sempre come bootleg è una delle prime pubblicazioni sperimentali di dark side, io ho in vinile blu il live at supeball hown 1972 in California e quando lo metto su sembra di averti in sala da pranzo. Stammi bene.

      2. Ciao Pat io sono sempre stato un grande estimatore della Taranta 🙈🙉🙊😨

    2. eeeeh, mihalis…
      prima di esprimermi mi tocca fare una enorme premessa: se son qua (a proposito: grazie simone!) è perché ADORO i pink floyd e quando ascolto certi loro album tocco vette di estasi pura.
      detto questo, la mia personale opinione riguardo a TER è che sia un ottimo (e sottolineo ottimo) album d’ascolto ma “nulla” più.
      chiarisco subito. sono felicissimo che abbiano deciso di pubblicarlo e vado in brodo di giuggiole quando lo ascolto. e qui, giain, bisogna invece proprio ringraziarlo, il buon manzanera, ché se fosse stato per gilmour staremmo ancora aggrappati ai vari outtake piratoni da “the division bell” cercando di immaginare cosa il mitico “the big spliff” avrebbe potuto essere (o diventare).
      TER resta però un (ottimo eccetera) prodotto “di risulta”, fortemente voluto da “qualcun altro” e confezionato con quanto all’epoca (vent’anni prima!) era stato lasciato da parte, con un investimento “fisico” (l’unico ad averci sudato dietro è stato il manzanera di cui sopra), economico (basti pensare alla storia della copertina) ma anche emotivo (è lo stesso gilmour a palesarlo) minimo. pur trovandoci dentro tutta la magia del sound floydiano “classico” io non lo sento particolarmente ispirato. né, data la sua natura, ci si può aspettare che lo sia.
      se dovessi scegliere un aggettivo per definirlo come album nella sua interezza non userei certo “inutile”, ma do atto ai giornalisti (o ai fan delusi) che si sono espressi in tal modo che TER non aggiunge (ma nemmeno toglie) nulla a quanto i pink floyd, nelle loro molteplici incarnazioni, avevano fatto in 27 anni di onorata carriera (mi fermo al 94, ovvio).
      a me, sinceramente, di tutto quanto sopra non importa nulla: come non mi piacciono le baggianate promozionali, alla stessa maniera non mi piace far confronti né dietrologie.
      ergo, ribadisco che TER mi piace (e molto) e l’unico “rimpianto” che mi lascia è che non abbia brani più lunghi. un vero peccato. personalmente, visto che l’unico pezzo cantato ha un attacco indecente (quei due versi iniziali non si possono proprio sentire!) sono ben contento che non abbiano rovinato dell’ottima musica con quattro parole tirate via (giain, non ce l’ho con te, ce l’ho con polly).
      😉

      1. Ciao Andrea sulla mancanza di brani lunghi la pensi come me , i brani di 1 minuto , 1 minuto e mezzo li avrei tolti ed avrei sviluppato altri splendidi brani . Per quanto riguarda Manzanera ok che se non c’era lui ecc…..però se è stato lui ha preso delle decisioni sbagliate , se è stato il pigrone di David idem . È vero che non c’era piu Wright ma comunque si poteva fare meglio spezzettando meno i brani . Per quanto riguarda Polly che dire…👹😨😱😠

      2. Ciao a tutti! Che divertente leggervi 😂 comunque a me TER piace molto, io considero le tracce come una lunga o meglio, come 4 suites..non mi pongo il problema della durata! Mi piace anche se non é il migliore, un degno finale con buonissimi spunti! Mi sento quasi onorato da fan (ovvio che il condizionamento c’è)! Sarà banale ma forse la cosa che mi piace meno é la cover, stupenda immagine ma molto “troppo moderna” dai lavori geniali di storm…

      3. carissimo dave (a quando il prossimo pasticcino da ilona?), è vero che possiamo intendere le quattro “facciate” di TER come delle suite, ma rispetto a una “echoes” o una “shine on” ugualmente nate come collage di intuizioni e sperimentazioni musicali diciamo che passa un bel po’ di differenza… 😉
        ed è proprio perché quei pezzettini da un minuto, un minuto e mezzo non sono stati sviluppati e tessuti pazientemente con il resto visto che gilmour e mason non ci hanno lavorato se non il minimo indispensabile (eh sì, giain, il problema è tristemente tutto lì).
        però sì, pure io mi godo tutto l’album come un lungo pezzo di musica, anche se ogni tanto mi da una sensazione da coitus interruptus…

      4. Ma vi capisco benissimo, anche dopo aver saputo che di materiale ne avevano tanto, solo io cerco di “ascoltare e basta”…per il pasticcino (per me il topo) aspettiamo il 2 giugno? L’odore delle rose…

  4. Buonasera a tutti
    Confermo quanto detto da Simone, si non è ufficiale,….. ma è molto molto molto ufficiosa. È tutto pronto, bisogna solo vedere come vogliono abbinare il dvd col il cd, io credo che slitterà tutto a Natale x permette l’uscita del dvd in compagnia del cd. Inoltre vi sono voci anche di una uscita in serie limitata e numerata di un vinyl box con 5 lp e book foto tipo pulse tanto x intenderci. Mentre credo che per il live del RTL bisognerà aspettare marzo.
    State tuti ben zueni.

    1. Cia mihalis, mha, a sto punto a che serve un altro ennesimo live del tour RTL,…tanto le musiche eseguite a Pompei son le stesse del tour,… per cortesia basta con un’altra ennesima versione di WYWH o Confort. Numb,.. basta per piacere !!!! 😦

      1. Pat hai da ridirlo ! Perchè dopo il futuro tour di Roger te le ribecchi per l’ennesima volta ah ah ah 😆

      2. Ciao Giain,.. ma chissà quando farà sto benedetto disco live per il prossimo tour,..nel 2019,..se nel frattempo non saremo sterminati dalla Corea del nord.. 😦 se è intelligente potrebbe proporre brani esclusivamente suoi …. comunque credo di aver perso il conto di quante versioni esistano a livello “ufficiale” di questi brani,.. soprattutto Conf. Numb tra pink floyd, gilmour e waters ho perso il conto !!!!

      3. Ma qua sterminati Pat, la corea fa le parate militari, con i missili di carta pesta…. 😀
        gli unici in pericolo, potrebbero essere corea del sud e giappone.
        Passando ai Pink (che è meglio), avete ragione sulle ennesime versioni di versioni. Però pensandoci, visto che non ci rimane altro, più materiale ci danno, meglio è!

      4. Buongiorno Fabio,..ma poi non facciamo la “fine” di un De Gregori, di cui si è perso il conto di quante versioni live di Rimmel ha fatto … 😀 😀 – Ultima notizia,..ha fatto “fetecchia” l’ultimo lancio di missile della Corea,.. secondo me lo fanno apposta… o c’è qualche intervento esterno,..vedi famosa teoria dell’intervento ufo… 😦

      5. Pat effettivamente pensandoci la Puglia non è molto lontana dalla Corea , nel caso ti ospito a casa mia , oppure meglio ce ne andiamo tutti a Dublino da Piero 🚀🚀🚀💣💣💣😱

      6. il posto più sicuro è a casa del senatore razzi, la corea non lo toccherebbe mai…. 😀 😀 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...