ROGER WATERS: “IS THIS THE LIFE WE REALLY WANT?” DISPONIBILE DAL 2 GIUGNO – TUTTE LE INFO

Come previsto dai pochissimi dettagli usciti fin d’ora, il nuovo album di inediti di Roger WatersIs This the Life We Really Want?“, ha subito uno slittamento, ma dopo 25 anni di attesa, la data da segnarsi sul calendario è il prossimo 2 Giugno 2017. Ed ecco la copertina:

Il disco è prodotto dallo storico collaboratore dei Radiohead Nigel Godrich e contiene dodici brani inediti eseguiti dallo stesso Roger Waters e da Gus Seyffert (bassista per Norah Jones e frontman dei Willoughby), Jonathan Wilson (cantautore, produttore e già leader dei Muscadine), Joey Waronker (batterista in passato già al fianco di Beck e R.E.M.), Roger Manning (in passato in forze in Jellyfish, Imperial Drag, The Moog Cookbook e TV Eyes), Lee Pardini (tastierista dei Dawes), Jessica Wolfe e Holly Proctor.

Dalla prima nota stampa diramata dall’entourage dell’artista ripresa dalla stampa britannica:

‘Amused To Death’ è stato un lungimirante studio sulla cultura popolare, che ha esplorato il potere della TV ai tempi della prima Guerra del Golfo, il suo seguito, ‘Is This The Life We Really Want?’, è un severo commento del mondo moderno e di questi tempi incerti. Questo album è il naturale successore dei classici dei Pink Floyd come ‘Animals’ e ‘The Wall’“.

Il lavoro (della durata di circa 55 minuti) sarà disponibile sia sotto forma di CD (digipack), in digitale, e in formato doppio vinile da 180 grammi: tutte le versioni saranno pre-ordinabili a partire da venerdì 21 aprile.

Questa la tracklist:

When We Were Young
Déjà Vu
The Last Refugee
Picture That
Broken Bones
Is This The Life We Really Want?
Bird In A Gale
The Most Beautiful Girl
Smell The Roses
Wait For Her
Oceans Apart
Part Of Me Died 

A QUESTO LINK la versione Cd su Amazon Italia

A QUESTO LINK la versione in Doppio Vinile su Amazon Italia

Roger Waters ha pubblicato sul suo canale YouTube il primo singolo, nona traccia dell’album: Smell The Roses, ecco l’audio:

Shine On!

Annunci

74 comments

  1. Buon giorno a tutti.
    Allora ho molte cose da dire. Partiamo dalla ultima, ho sentito il brano deja vu e mi è piaciuto molto, grande ballad alla Roger Waters, sono sicuro che il suo lp sarà stratosferico. Detto questo da audiofilo e da musicologo dilettante non posso accettare la provocazione del tutto gratuita nel dire che come musicista valeva due volte wright e gilmour è una bestemmia, il mio caro amico giain mi sembra poco obbiettivo, cioè non è che sto signore non spari mai cazzate ! e se un giorno esce fuori dicendo che la sua opera ca ira vale una sinfonia di Beethoven o un concerto branderbughese di Bach gli diamo ragione ? anch’io amo i Pink Floyd come tutti voi, ma invito ad un maggior senso di obbiettività. Ha detto una grande cazzata, invece è vero, e qui il mio amico giain ha ragione che durante la loro carriera i due lo prendevano x il culo per le sue qualità non eccelse di musicista, questo infatti lo ha portato ad sviluppare di più in lui la parte lirica, dove anche qui giain ha ragione è davvero imbattibile.

    1. Ciao mihalis penso che Roger volesse dire compositore piu che musicista e poi lo sai anche te , quando uno si incazza esagera sempre . I giornalisti stanno sempre a chiedere di Gilmour e lui si innervosisce perche ‘ David dopo un riavvicinamento durante the wall live poi si e’riallontanato litigando anche con Mason . Ragazzi ma vi sembra normale che David non si sia fatto vivo ne per il cofanettone ne per la mostra di Londra ? Eppure i soldi se li mette in tasca anche lui , ma che caratteraccio ha boh 😕. Comunque ragazzi dobbiamo fregarcene delle beghe di famiglia e concentriamoci nella musica , perche’ forse l’unico normale e’ Mason . In tutti i maggiori gruppi sono successi casini , persino fra fratelli si sono picchiati ( vedi Oasis) , concentriamoci sulla musicaaa e commentiamo quella perche ‘ per il resto noi non c’eravamo e non possiamo giudicare e le testimonianze non sono attendibili , bastaaaa ora ascoltiamo questo nuovo album e commentiamo se e’ valido o no .

    1. oh mamma…. che atmosfera!!
      archi, orchestra.. chitarra acustica e pinoforte e quella voce spiritata che si arrampica sugli acuti.
      quanta ispirazione, gente… deja vu… in TFC o giù di li..

    2. Bravo Stefano grazie per averla messa , bellissimo pezzo con musica splendida , in alcuni punti ricorda mother . Mi sembra anche che l’album sia registrato benissimo

  2. Gian sono d’accordo con te al 100%. Pigs vera.Zacalo è una nuova pietra miliare, aspetto con ansia la European leg del suo tour per gustarmela. Bellissimi i commenti di tutti, anche se la mia opinione rimane convinta. Lasciatemi aggiungere una considerazione forse amara: questa vituperata generazione, colpevolizzata di tutti i mali odierni, i muri li ha abbattuti! Oggi, le nuove generazioni, assopite dalle loro vite virtuali e “sociali” stanno permettendo la loro ricostruzione. Ben vengano le ossessioni di 71enni fissati ed egocentrici ad urlarci di svegliarci. Il mondo ha più che mai bisogno di “fanatici” come Roger. E questo per me è ancora più importante della originalità della musica

  3. Ho letto l’intervista di Waters…… Roger si conferma il solito egocentrico e di sicuro non spicca per simpatia.
    Caro Roger sei un grande scrittore di testi e concettualmente sei il numero uno,ma come scrittura musicale Gilmour e Wright ti sono nettamente superiori,non ti dimenticare che agli inizi dei Floyd non eri capace di accordarti il basso e che lo faceva al posto tuo Wright !!
    Detto questo a me interessa soprattutto la musica e quindi mi auguro che il nuovo disco sia interessante soprattutto per quello !!

    1. Essere un grande musicista non vuol dire essere anche un grande strumentista , chi è Roger si è visto sia nel tour the wall live , sia nell’ultimo tour . Al Desert Trip dove c’erano dei mostri sacri li ha stracciati tutti , è stato il numero uno se avete letto i commenti . Pigs di Zocalo è grandiosa , interpretata ed arrangiata alla grandissima. Roger è il più grande paroliere di tutti i tempi insieme a Dylan . Ci vuole rispetto e se David e Rick facevano i furbetti e lo prendevano per il sedere aveva ragione ad incazzar…..Dal punto di vista musicale va lasciato fare , ascoltate la sua versione di another brick 1 e 2 e the Happiest days rispetto alla boiata dei Pink dell’ 88-89 . È un perfezionista e cura tutti i particolari. Per l’ennesima volta dico questo pur adorando anche il grandioso David 😊

      1. Il concetto è che se avete un collega che lavora con voi e questo continuamente denigra quello che fate perchè si sente superiore , voi come vi comportereste ? Io sicuramente lo manderei affanc……

      1. Io credo che il problema non sia la vecchiaia ma che queste cose Roger le pensasse già 40 anni fa, soltanto che purtroppo i fatti non gli hanno dato ragione. Io credo musicalmente David vinca 6-0 6-0, ma Roger è un grandissimo autore, questo indubbiamente si, come conferma anche il testo di Smell the roses. Gilmour e Wright erano i principali responsabili del tappeto sonoro e Roger si occupava dei testi e di dare un indirizzo preciso al lavoro, un significato e dei simboli che poi spesso erano il tocco in più e che rendevano degli album già grandissimi dei capolavori. In questo senso lui era colui che indirizzava, che magari dava idee. Ma gli altri non è che non fossero collaborativi, penso semplicemente lasciassero a lui quello che lui era bravo a fare, e che voleva forse fare a tutti i costi, riservandosi però di lavorare musicalmente su tutti i pezzi, anche quelli dove Waters figura come autore anche delle musiche. Anche The Wall, la più grande idea ed il miglior lavoro di Waters indubbiamente, non è un suo disco solista ma un disco dei Pink Floyd. Come spiega il produttore Ezrin nel libro dei Lunatics tutto il lavoro fu impostato perchè fosse così. Il lavoro di trasformazione sulle canzoni fu molto profondo, soprattutto da parte di Gilmour, come è sempre stato, e dello stesso Ezrin. I componenti del gruppo lavorarono sulle canzoni di Roger a lungo, alcune adirittura riscritte da Roger e quasi tutte irriconoscibili rispetto alle demo iniziali. Certamente anche ai Pink Floyd senza Roger Waters è mancato qualcosa, quell’indirizzo particolare, quell’idea, ma la musicalità è rimasta immutata, sempre grande. Purtroppo invece Roger Waters è andato avanti tutti questi anni a rimarcare questo suo messaggio, ma avrebbe fatto meglio a parlare meno, cosa che temo per lui impossibile, e dimostrarlo di più con i fatti, con le canzoni. Cosa che fino ad ora, escludendo l’ottimo amused to death, non gli è riuscita molto. Finalmente dopo 25 lunghi anni arriva il seguito, certamente non sarà possibile un giudizio fino a che non uscirà il lavoro completo. Mi collego però al discorso per dare anche il mio giudizio su Smell the roses. Ovviamente anche io l’ho ascoltato molto e mi piace molto, il sound è quello. Però faccio un paragone con Endless River. In TER ci sono dei richiami a certe canzoni fatti proprio per rimarcare che erano farina del loro sacco e non di Roger Waters, più forti delle parole, Louder than words. Può piacere o no, ma la polemica non è stata fatta nelle interviste ma in un lavoro musicale. In ogni caso nè David nè Richard nei loro lavori individuali hanno mai fatto richiami così spudorati. Smell the roses invece, pur bello ripeto, va un po oltre i semplici richiami, è un vero e proprio collage dei PF ma fatto in un disco solista. Anche perchè va bene copiare da se stessi, ma fino ad un certo punto, le tastiere di Dogs, tanto per dirne una, le cui musiche sono di Gilmour, mi sembrano più farina di Wright, il vituperato Wright, che di Waters. Il sound è indubbiamente quello ma dal geniale leader io mi aspetto qualcosa di diverso, mi auguro di trovarlo il 2 giugno.

    1. beh… non gli è mai mancato il dono della sincerità.
      Io vedendo i loro video non ho notato che non ci fosse simpatia… certo l’amicizia è una cosa diversa, ma non sembra di notare tensioni.
      Sinceramente penso che Roger fosse un carattere non facile, però posso capire benissimo che essendo lui di fatto il “trascinatore” (e che lo fosse si capisce anche dal libro “inside out”) di un “progetto” davvero complesso, possa aver avuto un senso di frustrazione dal fatto che gli altri fossero poco collaborativi (come lo stesso Mason ammette). Del resto capisco anche che far parte di un team dove la “direzione” era così forte possa essere stato demotivante per gli altri. Potenzialmente un team costantemente sul punto di scoppiare, però finchè è durata è stato impareggiabile.

    2. Se ha detto quelle cose è perche ‘ in quegli anni gli hanno fatto girare i maroni , come del resto lui gli ha fatti girare a loro . Ragazzi , non andavano d’accordo , pazienza l’importante è che abbiano scritto quella roba che noi ascoltiamo tutti i giorni .😊 Oggi mi sono immerso nell’ascolto del secondo cd di Ummagumma, a quest’eta’ la maggioranza dei pezzi è per me inascoltabile , mentre quando avevo 12-13 anni ne rimanevo affascinato , però c’è un bel pezzo come Grantchester Meadows ed un brano per me favoloso che è The Narrow Way part 2 , veramente stratosferico, uno dei più belli dei Floyd. Godiamoci queste chicche e per il resto cavoli loro

      1. Buon giorno e sabato a tutti – Magari proprio quelle “tensioni interne” hanno portato a fare quei capolavori,..forse se andavano d’amore e d’accordo avrebbero sfornato tanti AMLOR … 😀 😀 Tanta musica che da adolescenti ci faceva “viaggiare”, riascoltata oggi ci fà porre la domanda,.. ma come caxxo ascoltavo sta roba ??!!! 😉 ad esempio… https://www.youtube.com/watch?v=T71MlJEG9RA

      2. Pat il tastierista però non è malvagio , strano il batterista con i capelli corti , a quei tempi avevamo tutti i capelli lunghi…..

  4. Il 26 maggio uscirà Tonite let’s all make love in london con cover originale del 1968 in vinile rosa con etichetta istant e cd

  5. Amici sono al centesimo ascolto di smell the roses ed ogni tanto realizzo che sto ascoltando “solo” il primo inedito del leader del gruppo che ho sempre adorato dopo soli 25 anni. Cioè da quando avevo 27 anni… E snobbavo i lavori solisti… Ero un’altra persona.. ma di cosa stiamo parlando? Somiglia ad have a cigar, a pigs….. Ragazzi: è il nuovo disco di Roger Waters… Non è sufficiente? 😊

    1. Bravo Echoes è bello il tuo entusiasmo , speriamo che il resto dell’album sia all’altezza , però finché non esce……

    2. a uno che come soprannome ha il titolo della canzone più bella dei pink floyd e che come avatar ostenta il mitico superciuk si può e si deve perdonare tutto, anche di aver snobbato i lavori solisti dei “nostri”.
      ciò detto, nell’attesa del nuovo album ci si può gingillare con questo:

      😀

      1. partecipo al gioco segnalando anche cenni di “One of this Days” (la voce durante lo stacco), Dogs (i latrati durante e dopo lo stacco), “Another Brick in the Wall” (chitarra, basso e batteria martellanti in tutto il brano). Sembra quasi che le abbia scritte lui 🙂 (si autodenuncerà per plagio? :)). Un po’ come dire che i Genesis sono stati sempre uguali fino a che ha preso il “sopravvento” Phil Collins… Oppure che appena fai partire “Infinite” dei Deep Purple (tanto per citare un disco di cui abbiamo parlato da poco) si ritrovi subito “il loro marchio”.
        Con la mente ritorno agli anni 70, quando uscivano i nuovi dischi dei PF e in ognuno ricercavamo le sonorità dei precedenti…io ero un ragazzo e mangiavo musica! Dopo TDSOTM vi assicuro che ogni giudizio sui nuovi lavori era pesantemente condizionato dal confronto, spesso impietoso, con i dischi precedenti e spesso perdeva. WYWH rispetto a TDSOTM era deludente, Animals rispetto a WYWH era “spento”, The Wall un tradimento per le classifiche, TFC non parliamone, “meglio lo scioglimento” (!!!!!). Io ero in “controtendenza”: The Wall “se usciva fra 2 mesi era il più bel disco degli anni 80”.
        Un po’ di questo spirito critico lo noto nelle discussioni sui lavori solisti. Chi preferisce Gilmour secondo me fa il confronto con le sonorità dei PF classici (quelli di TDSOTM e WYWH), chi ama di più i lavori di Waters è accostato ai PF un po’ più tardi o comunque predilige la loro produzioni da Animals in poi… (cioè il periodo in cui scriveva tutto lui).
        La cosa bella è avere tanto da parlare e commentare vista l’ampia quantità (e qualità) di nuovi lavori.

      2. Echoes,..secondo me l’uscita di The wall nel dicembre 79, sarà stato anche per caso,.. ma è proprio giusta, in quanto è il testamento musicale di un decennio, a partire dal 70 al 79, appunto, .. dove fare un album che fosse a) doppio b) con un life-motiv c) che fosse impegnato socialmente d) musicalmente evoluto e progress , era un obbligo per qualsiasi gruppo rock che si rispetti – Pertanto chiude proprio un periodo musicale con l’apoteosi di quello stile rock in voga nel decennio passato – Pubblicato anche solo il primo di gennaio 80, sarebbe stato visto come antiquato,..vecchio ed inutile … 😉

  6. Ciao a tutti, chiedo scusa se disturbo per chiedere un favore, leggermente fuori argomento nuovo album del nostro Roger…
    Purtroppo, non avendo grandissime possibilità economiche, all’uscita ho dovuto rinunciare ad acquistare la mega edizione Super Deluxe di The Wall Live, che avrei desideravo solo per l’Original Score composto apposta per il film.
    Vorrei chiederVi, con la massima umiltà, se qualcuno potesse avere la possibilità di condividere quelle 9 tracce inedite con me.
    Ci terrei molto, non ho il dvd, ma in ogni caso non so se siano separabili ed editabili come immagino sia stato fatto nel quarto vinile, immagino spezzerebbero la continuità della traccia sonora.
    Vi ringrazio infinitamente, buona giornata a tutti
    Alessandro

    1. Penso che ne abbia vendute talmente poche di copie,..che trovarle sarà un’impresa,.. chissà forse nemmeno in Italia l’ha comprato nessuno,..se non erro veniva sulle 500 euro… pazzesco !!!! Lo sò anche la cofana costava molto,..ma almeno c’era molto,..ma molta più sostanza 😉

      1. Allora…… 🙂 Meno dura una facciata di un disco e meglio si sente…. il limite massimo per avere un suono di qualità decente è sui 18/20 minuti massimo,..nel nostro caso dovrebbe superare i 28 minuti per facciata, creando problemi di distorsione soprattutto nei pieni, e verso la fine del disco … forse Gian sei troppo giovane per essere della generazione dei vinili… 😀

      2. Ma io ho capito che è doppio vinile o sbaglio!? Quindi 55 minuto diviso 4 facciate (circa)!!! Su amazon.co.uk c’è la track list delle 4 facciate!

      3. @ Piero,..perchè circa ?!! sono quattro facciate, con durate che vanno dagl’11 ai 15 minuti – Certo c’è la scocciatura di alzarsi ogni volta per cambiare facciata,.. ma chi ama i vinili è disposto a qualche sacrificio… 😀 😀

      4. Pat ti ringrazio di avermi ringiovanito . Ai vecchi tempi compravo i 45 giri , quando sono usciti gli lp ne ho comprato pochissimi perché preferivo sbagliando le cassetta per la portabilità e praticità, quindi sono poco esperto , comunque Whish 180 gr che è l’unico che ho acquistato della nuova produzione si sente bene e sta tutto in un disco, ma quanto dura 40 minuti? Il nuovo The Wall sono 4 dischi ?

      5. Il de uoll di waters è formato da tre vinili,.. si che poi W.Y.W.H. penso dura dura sui 40,.. i dischi più lunghi che hanno fatto son stati division bells ed a momentari, ed una facciata di AHM,.. tutto il de uoll originale per pochissimi secondi, non entra in un CD da 80 minuti… 😀 A sarcefull non arriva a 39 minuti… 😦

  7. Buongiorno ragazzi, vi seguo da molto tempo ed ho trovato il ‘coraggio’ di presentarmi e scrivere il mio primo commento.

    Sono Stefano ,vivo a Trento e da sempre amo i pink floyd soprattutto per la loro capacita’ di emozionarmi e rilassarmi in qualsiasi situazione.

    Non entro nel merito del singolo pubblicato da Roger,spero che il lavoro nel suo complesso sia ben riuscito e dia al buon Roger le soddisfazioni che merita.

    Diciamo che non invidio ne lui ne David, creare un nuovo album ti mette sempre in confronto con il passato, e quando il passato si chiama Pink Floyd e’ veramente impegnativo superarsi.

    1. c’è bisogno di uno spazio dove si possano esternare le nostre idee… altrove ci prenderebbero per pazzi!!
      Domenica ho messo in loop: Smell the Roses, Pigs live in messico e Shine part 6-9 per un ora e mezza.. e alla fine ero devastato!!!
      sono arrivato a cassa ed ho detto .. 4 biglietti per Londra… a qualsiasi prezzo … quando faranno l’annuncio… Certe estasi vanno condivise con chi ami:)

    2. Ciao Stefano benvenuto, intervieni quando vuoi ci fa molto piacere. Effettivamente quello che hai detto è la verità perché come esce un album singolo dei due stiamo sempre a confrontarlo con gli album dei Floyd ed in alcuni casi il confronto è impietoso

  8. Roger (ma anche David) lo si riconosce alla prima nota, non per questo deve per forza “scopiazzare” dal passato. Io forse sarò poco obbiettivo, ma la canzone mi piace tantissimo, non dimentichiamo che è “il singolo”, cioè il brano che dovrebbe passare per le radio e per youtube per “promuovere” il disco. Tratta di temi importantissimi, con la solita profondità, ma a differenza del passato lo fa attraverso un sound limpido e fresco, lontano dal senso di oppressione (voluto e funzionale) del passato. Dal punto di vista musicale è un Roger in grandissimo spolvero. A differenza di David (e qui salta fuori “la somma maggiore delle parti”), non fa uso “stucchevole” di tecnica musicale, ma ogni strumento è funzionale all’insieme e sto pensando proprio al “solo” centrale dopo la pausa. Per me un pezzo riuscitissimo che mi rende ancora più impaziente.

    1. Scusa Echoes, ma la battuta mi viene spontanea, se David fa uso “stucchevole” di tecnica musicale, viva lo stucco!!!!!!!!!! 😀
      P.S.
      Ciao Stefano, benvenuto nel blog

      1. fabio… io david lo adoro…ma alle volte mi sembra che in lui si tenda a notare più l’assolo che la canzone. in quel senso ho scritto stucchevole, era più rivolto all’atteggiamento dell’ascoltatore. Se immagino la chitarra di David nel breve assolo di Smell the roses ecco.. quelli sono i Pink Floyd :):)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...