PINK FLOYD: ANTEPRIMA DELLA MOSTRA “THEIR MORTAL REMAINS”

Dal 13 maggio al 1 ottobre, sarà aperta nel bellissimo Victoria & Albert Museum di Londra la prima grande retrospettiva dedicata ai Pink Floyd: ‘Their Mortal Remains‘. Un percorso multisensoriale trasporterà lo spettatore all’interno di una serie di sale allestite con cimeli, progetti, scenografie e naturalmente musiche di un dei gruppi più importanti e influenti del mondo. In occasione del 50esimo anniversario della pubblicazione del primo singolo, ‘Arnold Layne’, ‘The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains’ sarà una mostra fuori dal comune: “Il Victoria & Albert è il posto giusto per illustrare il grande contributo artistico, non solo musicale ma anche visuale, che una band come i Pink Floyd ha dato alla cultura del nostro tempo“, ha dichiarato Martin Rotj, direttore del museo. “Una band che ha creato non solo musica straordinaria, ma anche spettacolari show musicali, copertine di album diventate icone e un’espressione creativa senza eguali“. La mostra, finita l’esposizione di Londra, farà il giro del mondo e toccherà anche l’Italia.

Qui potete vedere delle foto in anteprima della mostra trovate in rete:

A questo link una bell’articolo a cura di Nino Gatti sulla mostra.

http://pinkfloydexhibition.com/

Shine On!

Annunci

35 comments

  1. Abbelli!! ma allora, ancora nessuno di “noi” ci è andato!?
    Io cmq ho comprato il libro su amazon, costa di meno che alla mostra ed è una cosa in meno da riportare in aereo!!!
    Ciao ciao

    Piero at Pompeii

      1. Simone, io lo ho comprato tramite amazon.co.uk (cmq vivo in Irlanda) e mi dice “in preparazione”.
        Ho controllato e lo spediscono nel caso pure in italia e tra euro più euro meno, ti costa circa 38 euro compresa spedizione!! Non penso che andranno sold out i libri, però se lo vuoi subito magari fai un nuovo ordine!

        Ciao ciao

        Piero at Pompeii

      2. A capisco.. lo davano in spedizione il 13 maggio e poi non se ne è saputo più niente su Amazon Italia.. ho chiesto a posta.. adesso vedo come fare grazie intanto 😉

  2. Bello secret rarities. Si possono ascoltare belle chicche. Sì può ascoltare anche la demo di Learning To Fly, che come sappiamo, l’ha scritta Jon Carin

  3. Ho parlato ieri con il Mambo di Bologna, e sembra che non non sia li la tappa italiana….

    ps. se potete cancellar eil commento qua sotto.. trattasi di errore:)

  4. Come tutti voi anch’io amo i Pink Floyd in modo pazzesco, ma per l’ ennesima volta sono d’accordo con il mio amico Giain, Roger e David hanno fatto una figura di merda, purtroppo la sola è unica verità è che l’unico che ha sempre rispettato i fans è sempre stato il buon Nick Mason, gli altri tre purtroppo mi dispiace dirlo sono sempre stati tre presuntuosi e spocchiosi, arroganti grandi musicisti, ma dal punto personale hanno sempre e solo pensato ai soldi e alla privacy. Basta vedere cosa è diventato David. Ringrazio da fans il buon Nick per la dimostrazione per l’ennesima di classe.

    1. e aggiungo che il percorso della mostra si conclude in una stanza con “comfortably numb” dal live8 del 2005, quindi nessuna menzione o qualcosa in più da the endless river…………………….

      1. Certo Simone quando uno arriva nell’ultima stanza si mette a piangere dall’emozione anche perché poi si dice che dovrebbe esserci un audio pazzesco , comunque David è li a Londra perché non è andato ? ……

      2. Giain! Credo che vedere ed ascoltare comf. Numb in quel modo.. alla mostra.. deve essere un’esperienza fuori dal comune. So anche che ci sono diverse inquadrature.. anche per Rick Wright che nel video ufficiale non si vede praticamente mai…

      3. Scusa Gian,..e poi chi dava da mangiare ai pappagallini ?? 😀 😀 Comunque penso che entrare nella “testa delle persone” sia la cosa più impossibile di questo mondo,… magari s’è rotto le scatole di tutto il rutilante mondo del music-bussines,..magari non gli è mai fregato un caxxo dei Pink Floyd,..e vi suonava per buona pace,..magari si sente stanco fisicamente per andarci a presenziare,…. chissà possono essere mille e mille i motivi,.. l’animo umano è imperscrutabile – Certo, ripeto,..non ha fatto insieme al Waters una bella figura,.. d’ora in poi boicottare tutte le press sui nuovi libri della Polly 😀 😀 😦

      4. Ah aha ah Pat penso che tu abbia ragione e poi c’è anche la gazza che ha un grande appetito e quindi bisogna starli molto dietro . Mah ….

      5. beh, dai pat, ascoltando il bootleg “secret rarities” ci si fa l’idea che tutto sommato TER sia stato ottenuto ripulendo registrazioni già più o meno strutturate così come abbiamo modo di sentirle finalmente dieci anni dopo su un cd ufficiale. a manzanera il (grande) merito di aver reso il tutto possibile (oltre che il riconoscimento dello sbattimento per avere fatto il grosso del lavoro, ovviamente).

    2. Sicuramente Mason è sempre stato il meno divo e quello che se la tira di meno,c’è anche da dire che per lui è più facile presenziare a questi avvenimenti perchè sostanzialmente la sua carriera musicale attiva è finita a differenza di Waters e Gilmour che hanno una carriera solista.
      Ciò non toglie che la mancata presenza di Gilmour e Waters sicuramente non è una bella cosa !!

      Ps:penso che se fosse ancora vivo secondo me anche Wright sarebbe andato.

  5. Si Andrea d’accordo , ma l’avete letto l’articolo di Nino Gatti ? Avete letto chi c’era ? Hanno fatto una figura di m. , hanno mancato di rispetto ad un sacco di collaboratori che hanno fatto la loro fortuna ed anche a numerosi prestigiosi colleghi , e’ una cosa che mi fa incacchiare 😭😠

    1. Certo pessimi,..veramente pessimi padroni di casa,..e lo stesso che invito amici e parenti a cena e poi me ne stò in disparte,..se non fosse per Santo Mason… 😀 Speriamo che sino ad ottobre si inventino qualche cosa,..ma con il tour americano di mezzo di uoters è un pò difficile… 😦

  6. Che tra Waters e Gilmour non corra buon sangue lo sappiamo,quello che stupisce è il gelo che è calato tra David e Nick…

    1. Ciao Fabio hanno detto che la mostra sarà itinerante e che verrà in Italia però per ora non si sa dove . Simoneeeee anche questa volta all’inaugurazione della mostra c’era solo il povero Nick, David dov’era ! Lui abita a Londra , si rovinava se andava? Io non lo capisco mah , non vuol dare la minima soddisfazione ai fans boh ! Anche Roger non c’era ma però abita negli Stati Uniti no a 30 minuti di scooter dalla mostra . Detto questo non giustifico neanche lui però in altri momenti è stato presente

    2. Ciao Fabio hanno detto che la mostra sarà itinerante e che verrà in Italia però per ora non si sa dove . Simoneeeee anche questa volta all’inaugurazione della mostra c’era solo il povero Nick, David dov’era ! Lui abita a Londra , si rovinava se andava? Io non lo capisco mah , non vuol dare la minima soddisfazione ai fans boh ! Anche Roger non c’era ma però abita negli Stati Uniti no a 30 minuti di scooter dalla mostra . Detto questo non giustifico neanche lui però in altri momenti è stato presente

      1. Ciao Giain! Anche io credo che uno strappo potevano farlo e fare una conferenza tutti e tre.. ma io penso che David abbia troncato i rapporti sia con Roger che con Nick.. non so cosa sia successo tra loro dopo endless River.. ma la vedo dura che i tre si incontrino nello stesso giorno.. speriamo… 😉

      2. Simone , non essersi presentati con tutti i personaggi famosi ( parte della loro storia) che c’erano è stata una cosa vergognosa 😠😠😠

      3. con l’imminente inizio del tour di waters (chi ha visto il documentario “genuine love” può immaginare quanto lavoro e impegno ci sarà dietro una nuova impresa del genere) e gilmour da tempo impegnato ad allontanare il suo nome da quello della band non mi stupisco affatto che nessuno dei due si sia fatto vedere.
        al netto dei pessimi rapporti tra i nostri vecchietti, poi, un motivo più banale della mancata “reunion” all’inaugurazione della mostra potrebbe anche essere il fatto che sarebbe stata vista, appunto, come una “reunion”, con l’immancabile coda di estenuanti domande giornalistiche su una meno che improbabile reunion “vera”. a 70 anni suonati, con bel altro da fare, “anche no”, non credete?
        la presenza del solo mason, in modo inevitabile, dichiara una volta per tutte la fine dei pink floyd. che, paradossalmente, è quello che vogliono tutti tranne lui; che comunque, al solito, si adegua.

      1. ahiahioo!!! immagino!!! infatti ho fatto il biglietto subito pure per evitare che magari nei prossimi giorni, visto la pubblicità che stanno facendo, possa avere problemi (vado una domenica).
        Cmq se è vero che diventa una mostra itinerante, allora sicuro in italia, Bologna o Roma sarà in calendario sicuro, non penso Milano per ruggini precedenti ;-)!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...