RECENSIONI: DAVID GILMOUR – LIVE AT POMPEII – VERSIONE CINEMATOGRAFICA

Era praticamente certo ancora prima del concerto l’uscita su Dvd / Bluray del live che David Gilmour ha tenuto il 7 e 8 luglio 2016 nel leggendario anfiteatro di Pompei, ma nessuno si aspettava una versione cinematografica, andata in onda in tutto il mondo per un solo giorno, mentre in Italia abbiamo fatto le cose in grande ed il film è stato proiettato per tre sere consecutive. La versione del cinema è “tagliata” di qualche canzone per entrare negli “standard orari” cinematografici: Faces of Stone, Money, The Blue, Fat old sun, Coming back to life, On an Island, The Girl InThe Yellow Dress e Today infatti le troveremo solo nella versione Dvd e Blu-ray in uscita a fine settembre.

Ma ora parliamo del contenuto: la mia visione è stata al cinema Multiplex “Le Befane” di Rimini in una sala dotata di Dolby digital surround DTS e Sistema di Proiezione Sony Digital Cinema 4K.

Partendo dal presupposto che questo film (so che è difficile..) non può essere neanche lontanamente paragonato a “quel” Live At Pompeii che i Pink Floyd fecero nel lontano 1971, una opinione su questo concerto deve essere fatta in base al “Rattle That Lock World Tour” che David Gilmour ha portato in giro per il mondo nel 2015 e 2016. La scaletta è stata per lo più la stessa delle altre date, con l’eccezione di “the Great Gig In The Sky” che ha ricevuto molte critiche, ed in effetti è parso anche a me che si sarebbe potuto rischiare qualche altra canzone, perchè “Great Gig..” è molto particolare e farne una versione degna di nota è veramente difficile. L’unica canzone invece eseguita anche nel 1971 è stata “One Of These Days”.

Il film inizia con un mini-documentario dalle prove a Brighton all’arrivo a Pompei, dove mostrano l’inizio dell’assolo di In Any Tongue nel soundcheck, altamente spettacolare, senza nessun pubblico.. Poi si inizia. Non farò un elenco delle sensazioni canzone per canzone ma vi basti sapere che le riprese di Gavin Elder sono altamente spettacolari e danno davvero la sensazione di assistere al concerto, una piccola consolazione per chi -come me- non ha potuto assistere dal vivo a questo evento, senza parlare della parte audio: sinceramente una pulizia del suono così l’ho sentita raramente, tutti gli strumenti sono facilmente riconoscibili, compreso il coro, e per la chitarra di Gilmour non ci sono parole: sembra che stia suonando davanti a me in presa diretta. Sono ancora sconvolto. Vorrei sapere che diavolo di microfono hanno usato per registrarla.. L’esecuzione è stata pressoché perfetta, nessuna sbavatura, e mi pare nessun ritocco evidente dal live originale se non in una strofa di “Rattle That Lock”, ma per la certezza assoluta bisogna parlare con chi al concerto ci è stato dal vivo. Un David molto concentrato sulla performance, spesso ad occhi chiusi in piena “trance” musicale e davvero commovente in “A Boat Lies Waiting” dove sembra cercare Rick nel cielo, senza parlare di Comfortably Numb, In Any Tongue, High Hopes.. La parte di assolo iniziale di “Shine On..” sembra presa direttamente dal disco originale, un suono che.. bo, non lo so descrivere. Insomma avrete capito che a me il concerto è piaciuto parecchio. L’effetto che mi ha fatto vedere Live At Pompeii sul grande schermo è incredibile, mi viene voglia di costruirmene uno tutto mio, le pareti del cinema in Sorrow quasi tremavano e il Dolby Dts ha funzionato alla grande anche se non in versione “Atmos”.

Ora aspettiamo con trepidazione l’uscita su Dvd, Blu-ray, Lp e cd per vedere ed ascoltare anche i pezzi mancanti del concerto, canzoni come “Faces Of Stone”, “Fat Old Sun”, “Coming Back To Life” e le altre che nella versione cinematografica non hanno trovato posto e magari, per i presenti, cercare di riconoscersi! 😉

Questo slideshow richiede JavaScript.

Infine un piccolo appunto: non riesco a capire perchè (essendo io molto appassionato di tecnologia) avendo filmato il concerto in 4k non uscirà una versione appunto in Ultra HD 4k, potendo godere appieno anche a casa della massima definizione in cui il concerto è stato filmato.

Shine On!

Annunci

115 comments

  1. Poi dice che uno bestemmia in aramaico! Box set e Lp arrivati a casa e io sto qui inchiodato a lavoro! E come non bastasse, quando esco, mi aspetta il maledetto traffico di questa città!
    Anonimo, è tutta colpa tua…..
    Cribbiooooooooooooooooo

  2. Ciao ragazzi sono le 14 e 30 ed è arrivato tuttooooo😂😂😂ora sono in macchina e ato pwr ascoltare il cd , che emozioneeee

    1. Ciao giain!!!!!!! Grande! Anche a me arrivato tutto. 4 Lp e il box in blu Ray! Non vedo l’ora di poter vederlo! Ad un volume adeguato…. 😉 intanto facci sapere cosa ne pensi quando lo hai ascoltato!!!!!

      1. Ciao Simone ho percorso solo 10 km ed ho ascoltato 5am , rattle e a great gig e devi dire che si sentono benissimo e ripeto che a me a great gig piace , grandi Phillanganes al piano e David alla steel

      1. Ora c’è scritto consegna in giornata,.. evidentemente lavorano anche adesso,.. meglio così capita proprio per il uikend,.. comunque ho già sentito tutto dai torrent già disponibili, e per quanto di qualità non eccelsa (solo mp3, neanche Flac) , “spacca” l’impianto, un suono così limpido e pulito e senza sovrapposizioni degli strumenti,..giuro non l’ho mai sentito…tutti perfettamente distinguibili gli strumenti – Chiaramente pur ascoltando vari live-tape solo la registrazione uficiale ti fà cogliere meglio l’essenza dei brani,.. TGGITS diciamo che è stato un atto di coraggio per non fare sempre lo stesso arrangiamento,.. 9 per il coraggio,..6 per l’esecuzione – Sorrow la sento meno blues rispetto alla versione di Pulse ad esempio, questa è più . “ballabile” quasi – Fat old sun mi piaceva maggiormente nei tour del 2006, qui l’ha ridotta a canzone pop con assolo finale,… – I brani di RTL dal vivo acquistano un altro spessore e si salvano in corner – Coming back poteva anche evitarsela e mettere Astronomy al suo posto… 😦 Conf Numb,.. va bhè,.. e che ne parliamo a fare ?! 😀 😀 – Non vedo l’ora di mettere i vinili sul mio Thorens e sicuramente i condòmini se ne scapperanno di casa …

  3. il Feltrinelli vicino casa mia è stato preso d’assalto ancor prima delle 10:00….. mai visto nulla di simile…

    1. Ma dico io,.. senza offesa per chi magari era li ed ora sta leggendo,..ma sapendo che ne sarebbe uscito il video,..a che servono tutti quei cellulari in aria,.. per rovinare il film che sarebbe uscito dopo ? Il danno a loro stessi l’hanno/avete fatto !!!! 😦

  4. Sarò sintetico, me lo impone il video. Primavera 1980, festa di compleanno di un compagno di scuola della terza media a casa sua. Il fratello più grande, manco a dirlo fanatico dei Pink, aveva acquistato pochi mesi prima The Wall. Dopo un’ora di varia musica disco dance, ridendo sotto i baffi (che ancora non aveva), non mise l’album dall’inizio ma partì direttamente con questo brano urlando: “Sentite un pò questo?”… Al momento dell’inizio dell’assolo alzò esageratamente il volume, nell’incredulità generale. Applausi scroscianti alla fine, ormai irrimediabilmente ipnotizzate e soggiogate le nostre giovani menti. La festa si tenne all’attico e poco dopo un ragazzo, poco più grande di noi, che abitava ad alcuni piani di distanza, suonò il campanello e chiese di chi fosse l’assolo del “meraviglioso sassofonista”………

  5. Arrivato stamattina (Amazon), cofanetto deluxe. Non ho ancora avuto tempo di guardare tutto, ma quel poco che ho visionato è di qualità eccelsa (video&audio). In Money la telecamera finalmente rivolge lo sguardo al pubblico e l’effetto è travolgente (l’unico appunto da fare alla versione cinematografica è proprio la presenza-assenza degli spettatori). Imperdibile il breve doc ‘Pompeii Then&Now’: intenso e commovente…

  6. Ma com’è che alcuni in Italia dicono (perchè dovrebbero inventarselo) di aver già ricevuto il tutto in anticipo,.. ma che politiche fà sta amazon ??? 😀 😦 E la siae non dice nulla ?? 😉

    1. Guarda è semplice. Il prodotto esce il 29, ma il prodotto, fisicamente, è già nelle mani dell’e-commerce. Essendo amazon, molto efficiente nei confronti dei clienti prime, riesce a spedire in tempo utile per recapitare il pacco il 29 o addirittura prima, come successe con me con The Endless River, che ricevetti il box set il 6 novembre, il giorno prima dell’uscita mondiale!!!

      1. Buon giorno,… ora è giunta la meil di invio,..dovrebbe arrivare il 2 ottobre,.. spero in un “anticipo” almeno avrò mezzo sabato e tutta la domenica per approfondirne l’ascolto e la visione… 😉

  7. RAGAZZI! non faccio un articolo perchè ormai esce fra poco ma..

    SPECIALE LIVE AT POMPEII SU VIRGIN RADIO!!!

    PRIMA PARTE Giovedì 28 settembre alle 21.00
    SECONDA PARTE 5 ottobre sempre alle 21

    speciale presentato da Massimo Cotto con interventi esclusivi dello stesso Gilmour che ci presenta l’album!

    http://www.virginradio.it/news/rock-news/238940/david-gilmour-speciale-live-at-pompeii-su-virgin-radio-il-28-settembre-tutte-le-info.html

  8. Ehi ragazzi si vocifera che Fabio Fazio sia in trattativa x ospitare David Gilmour a che tempo che fa facciamo una petizione!!! Raccogliamo le firme!!!!! Facciamo un referendum!!!!!in fondo a pensarci bene e l’unica trasmissione che può arrivare ad avere lo zio in studio, magari regalandoci uno o due brani live.
    D’altronde quella trasmissione a visto come ospiti Madonna, U2, Bruce Springsteen,Sting, Deep purple, o potrebbero avere anche in mente di arrivare al grande David Gilmour.
    Speriamo bene!!!!!

  9. Buon giorno a tutti!So che non c’entra assolutamente in questo discorso…ma volevo condividere con voi la mia gioia!ieri ho avuto la fortuna di andare a Londra solo ed esclusivamente per la mostra dei Pink Floyd!Per chi non fosse ancora andato…trovate il tempo di andare..ne vale veramente la pena!Un percorso emozioni e da pelle d’oca che ripercorre tutta la loro carriera..con strumenti..pupazzi gonfiabili,memorabilia e tantissimi reperti che mai si vedranno dal vero!Detto questo..vi auguro una buona domenica!ciao a tutti!

      1. accidenti! toccherà aspettare il tour di waters, sempre che il libro non sia già esaurito.
        tra l’altro il mio viaggio è in predicato: dovevamo partire giovedì ma da oggi ho il bimbo con febbre e otite… speriamo bene.

      2. Ciao Andrea dai subito gli antibiotici al bambino e di qui a giovedì dovrebbe stare meglio, ti faccio gli auguri

      3. caro giain grazie dell’interessamento.
        sì, bimbo immediatamente sotto antibiotici, tachipirina, vitamine e fermenti lattici (e chi più ne ha più ne metta). ho il biglietto della mostra anche per lui, giusto per fargli vedere dal vivo “il brutto” (il pupazzone del maestro di the wall) e “il maiale cattivo”. l’idea è renderlo poi alla madre che lo attende fuori, in modo da godermi la mostra come si deve. incrociamo le dita!

  10. Ciao a tutti.
    Sono completamente d’accordo con Fabio.A tutto c’è un limite!!
    Non è che si debba accettare ogni cosa targata Pink Floyd.Bisogna obbiettivamente ammettere che questa versione di the gig fa davvero cagare e sono d’accordo con Fabio bisognava salire sul palco e azzittirle.
    Credo che sarà l’unico pezzo che salterò sia in video che in audio;me lo impone il rispetto notevole che ho per la versione originale,e ancor più il rispetto che nutro per il compianto Rick Wright autore di questo meraviglioso brano.
    D’altronde non capisco perché il grande David Gilmour se voleva rendere un giusto omaggio all’amico scomparso poteva fare tranquillamente Us and them composta quasi interamente da Rick e che lui canta in modo fantastico da una carriera intera.
    Non mi spiace questa versione di the Great gig ci sta proprio come il cavolo a merenda.
    Detto questo aspetto con ansia di avere tra le mani vinile, DVD e CD con la certezza dell’ennesimo capolavoro.

    1. Ragazzi dovete però prendere a calci nel sedere anche le coriste dei tour Pink Floyd 88-89 e 94 se volete essere coerenti , perchè erano versioni pietose . Quella originale è inarrivabile però per le orecchie di David andavano bene anche le altre se no non le avrebbe fatte . Quindi ha ragione lui o abbiamo ragione noi ? Forse lui capisce un po più di musica di noi ? È probabile

  11. invece io le trovo strepitose queste versioni, miglior tributo a Rick non potevano farglielo
    chi è stato a Pompei difficilmente troverà nei prossimi concerti esecuzione e location paragonabili… “maledetti” siate, in eterno giain, fabio, piero e max……….. eh eh eh…

    1. Ciao Anonimo, ah ah ah 😊per quanto riguarda A Great Gig In The Sky a me è piaciuta subito e molto di più ascoltandola per la seconda volta al cinema. Secondo me è migliore delle versioni targate Pink Floyd esclusa la versione originale naturalmente. Ma chi era quella Torry ….un aliena ?

    2. No no e no! Su the great gig, non sarò mai d’accordo con voi! Brutta brutta brutta…
      non so chi m’ha tenuto a non salire sul palco a prendere a calci in culo i coristi (e abbracciare e baciare David)

      1. è soggettivo, come sempre, anche questa versione allora non ti deve piacere……….
        buon week end a tutti!

      2. Questa versione è nettamente peggiore con la corista che canta come un galletto strozzato .

      3. pensate un pò… mi piace pure questa versione, detto da me… un consiglio, aprite la mente

      4. Ciao Anonymo e Fabio , la versione targata Roger mi piace ancora di piu , e’ più sexi , veramente carina . Fabio è chiaro che Rick manca a tutti , ma jon Carin con Roger e Phillanganes con David suonano benissimo . La mancanza di Rick è stata grave per il carisma e pell’impossibilita ‘ di eseguire Echoes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...