DAVID GILMOUR OSPITE AL “FRONT ROW” DELLA BBC 2

David Gilmour è stato ospite del programma “Front Row” della Bbc2 dove ha eseguito live “A Boat Lies Waiting” con un arrangiamento particolare, solo pianoforte, voci, e assolo di chitarra, e parlato del recente film “Live At Pompeii”:

Shine On!

Annunci

36 comments

  1. Un saluto a tutti gli amici vecchi del blog. Volevo salutare in particolare il padrone di casa Simone , facendogli notare un piccolo particolare.
    Partendo dal fatto che ognuno può fare e dire è pubblicare ciò che vuole, basta che non si offenda chi ha il diritto di pensarla diversamente,mi sembra che ultimamente su questo blog si parli molto poco di tematiche musicali(mi sembra fosse nato x questo) e si gareggia un po’troppo a mio avviso a chi ha più video nuovi,rimasterizzati, più che un blog,mi sembra ultimamente più una fornitissima videoteca dei Pink Floyd.
    Partendo dal principio, ripeto che rispetto tutti,mi spiace ma ho il diritto di non riconoscere più quel blog dove gli amanti e gli appassionati studiosi come me di musicologia e amanti della musica dialogavano su questo o quel brano o LP.un caro saluto a tutti da zena

    1. Ciao Mihalis un caro saluto , si anche a me piace molto commentare sui vari brani dei Pink Floyd e di David e Roger , ma probabilmente dopo il cofanettone, l’album nuovo di David e Roger ed il Live At Pompeii si è creata un sorta di saturazione, di overdose e tutti sono spariti . È un peccato ed anche per l’ ascolto oramai abbiamo tanto di quel materiale che è difficile scegliere cosa ascoltare, e’ un paradosso ma è così. L’album di Roger per esempio che mi piaceva molto, oramai è molto tempo che non lo ascolto ed i vari brani a fatica me li ricordo. Con queste continue uscite si brucia tutto in un secondo 😣😞😞😞😞😭

    2. Ciao mihalis! Non credo che ti sbagli, ma penso che il fatto che citi tu sia dovuto più che a far gare sui video al fatto che al momento di news “grosse” non ce ne sono quindi.. anzi dato che ci siamo vi dico già che la mostra arriverà a Roma a gennaio.. imminente la notizia ufficiale..

    3. scusate tutti se sono parzialmente ot, ma mi aggancio a quanto scrive mihalis per segnalare a tutti gli amanti della musica (e dell’ascolto) dei “nostri” che sul solito yees-eccetera-eccetera sono state caricate in torrent negli ultimi giorni due vere e proprie chicche. in particolare un appassionato, è riuscito a realizzare una versione surround dei concerti del tour del 1977. un lavoro certosino durato mesi se non anni per selezionare, isolare e mixare le tracce a partire dalle registrazioni amatoriali esistenti.
      io purtroppo non ho un impianto adeguato (c’è chi può e chi non può, e io “non può”), però pare che il lavoro svolto sia stato eccellente.

  2. Caro Pat, ci posti, una copertina o fotolibro alla volta, ad alta definizione delle copertine, foto ed etichette di tutto ciò? Così quando uscirà il Remastered in vinile confronteremo le differenze con il tuo originale che postasti pochi giorni fa a “Allblack”? Anche per ricordare l’immenso Storm……
    Thanks a lot “Untouchable”!!!

    1. Salve, non è stata per mia cattiva volontà,..ma solo ora mi sto riprendendo da una brutta influenza che mi ha fatto stare 15 giorni quasi a letto,..o per lo meno come uno zombi in casa,..tanto che alla fine moglie e figlia me ne hanno cacciato via… 😀 😀 Vedrò che posso fare .. saluti

      1. Ma scherzi? Quando vuoi, una copertina per volta, senza alcuna fretta… Auguri di pronta guarigione! Fatte caccià via… ma nun fa buttà i vinili da tù fija… ah ah ah ah ah ah

      2. Ciao Pat buona convalescenza, l’influenza è pesantissima , io me la sono beccata l’inverno scorso e mi ha stroncato , mi ci è voluto oltre un mese per riavere le gambe normali , considera che mi vaccino tutti gli anni ed anche quest’anno l’ho fatto 2 giorni fa , purtroppo non copre tutti i virus . Comunque io mi vaccino da oltre vent’anni e l’influenza l’ho presa due volte , quindi conviene sempre farlo , ogni anno muoiono 6 – 7000 persone per le complicanze dell’influenza

  3. Anonimo te stai a atteggià!
    Comunque è un buona metafora quella che ha usato, anzi, per capire l’importanza di The Division Bell, facciamo questo esempio, rimanendo in tema:
    The Division Bell rappresenta l’ultimo capitolo di un libro giallo!

  4. Ciao Anonimo siccome hai una sorta di adorazione per T.D.B. come lo collochi nella classifica dei migliori album ? E T.E.R. ?

    1. Alla fine della quadrilogia capirai che in realtà una classifica non si può fare, come facemmo tre anni fa. Sono tutti capitoli di un libro, in logica e temporale sequenza, i cui brani sono assenti in tutti gli altri albums. Quello che c’è in Meddle manca in The dark side… e così via. Pochi giorni fa ho sentito una persona dichiarare che i Pixies sono stati di gran lunga migliori dei Beatles… Può valere tutto allora…
      Aggiungo che desidererei che il fatto increscioso avvenuto due sere fa ai danni di Pat non si deve più ripetere. Non esiste che il primo che passa scrive qui e stalkera un intoccabile.
      Perchè solo chi possiede i vinili dell’epoca di Pulse sia, come minimo, degno del Rispetto dovuto e riconosciuto ad un’alta personalità, indipendentemente dalla diversità di vedute. Perciò un “Untouchable”, questo è Pat, capito?

      1. Caro Anonimo condivido in pieno tutto quello che hai detto , hai proprio ragione 😊

      1. non lo so, quando ascolti Childhood’s end vai al minuto 05:26… “Remember when…”, eh?

  5. Dedicato a Pat
    [P.s. posso “insultarlo” solo io, dopo quasi 4 anni me lo posso permettere… Ivan fatti i cazzi tuoi la prossima volta, eh? fai il bravo sù….]

    1. 😀 😀 Grazie Gian 😉 .. in effetti è così,..purtroppo la struttura del blog non permette la correzione postuma di quanto scritto,.. una volta inviato il “messaggio” rimane quello,.. e poi si dovrebbe scrivere un altro messaggio a correzzione di quello errato,…con inutili sprechi di spazio sul blog e di confusione nella lettura degli interventi –

  6. L’assolo di chitarra ci sta davvero bene 🙂 peccato che nella versione del disco non ci abbia pensato ad inserirlo 😦

    1. Penso sia un’idea venutagli di recente,.. se l’avrebbe eseguita come “al solito” sarei andato a piedi sino alla BBC per fargli na pernacchia,.. meno male s’è salvato in calcio d’angolo… 😀 😀

      1. impariamo al grammatica prima di paròare di peracchie… “se l’avrebbe” nun se po’ senti’

      2. per la grammatica credo sia colpa dell “buona scuola”… Renzi docet!!!! che italia di merda!!!

      3. Ivan anche i tuoi post sono pieni di errori , quando si scrive veloce si sbaglia e spesso ci accorgiamo di errori grammaticali quando sono stati inviati e non sono più correggibili . Pat è un professionista e deve essere rispettato

      4. Salve Ivan….Quando ho fatto io le scuole Renzi non era neanche nato,.. e forse neanche si conoscevano i genitori… 😀

  7. Ćome già ci aveva fatto sentire Pat , bisogna dire che è una versione più piacevole ed oltretutto questo video ci fa vedere che David ha ancora voglia di suonare 😃. Anonimo Romano facci la traduzione

    1. ciao giain, eccoti una traduzione non perfetta ma credo accettabile.
      tralascio tutta la prima parte dove la tizia delira sulla sua esperienza a pompei e vengo al sodo (l’intervista vera e propria). ma non aspettarti granché: sono le solite menate.

      Tizia (riferendosi al suo ricordo di “Run Like Hell” versione Live at Pompeii):
      – La ascolto e penso “E’ una traccia da The Wall” ma all’improvviso sentendola nell’anfiteatro di Pompei comincia a essere qualcosa di completamente diverso.
      Quando dice “Corri. Corri. Corri”, ti viene da pensare “Oh, mio dio, il vulcano sta per eruttare!” Pensi che suonarle in quel luogo abbia reso alcune delle canzoni “diverse”?

      Gilmour:
      – Sì, assolutamente. Le ha rese sicuramente diverse. Il pubblico nel 79 d.c. non avrebbe avuto nessun luogo in cui scappare se si fossero messi a correre. Noi ci sentivamo sufficientemente sicuri sul palco [risate]. Ma la sensazione di essere là, in quell’arena… Beh, il concerto è iniziato proprio all’imbrunire quando dietro di noi si poteva ancora vedere il Vesuvio, ed è stato veramente eccitante.

      Tizia:
      – Mi sono anche chiesta, quando ero là in quel momento, quanto è stato differente per te essere là, nel 2016, rispetto ai primi Anni Settanta?

      Gilmour:
      – A quel tempo non avevamo alcun pubblico. Facevamo un film, stavamo lì nell’arena, era caldissimo e io avevo 25 anni (adesso sono un po’ più vecchio). Si registrava e ri-registrava come si usa fare in quei casi, mentre questa è una performance che deve funzionare da sé, con un pubblico; è buio mentre allora abbiamo fatto le maggior parte delle riprese con la luce del giorno… Molto differente.

      tutto qua…

    2. La conduttrice avrebbe dovuto chiedergli: “Scusa David, ma dopo 46 anni che effetto ti ha fatto suonare nell’Anfiteatro di Pompei davanti a duemila telefonini der……….”
      (scusate non potevo trattenermi…)

      1. Anonymo Romano, che dirti, hai ragione, poi la voglia di fare almeno una foto è tanta, però c’e’ chi non vive senza riprendere quasi tutto!!

        Detto questo sarebbe stato anche utile che una voce a inizio concerto avesse chiesto di non usare tanto i telefonini, a mio avviso almeno un 20% di piccoli monitor in meno ci sarebbero stati!!

        Dal canto mio ho poche foto, e nessun video, e io sono spesso veloce come la luce a fare le foto!!! Nella data 0 di Brighton stavano incarogniti ma sono riuscito a fare un bel pò di foto belle al volo, ma poi mi sono anche goduto il concerto senza stare lì a cercare di farne ancora!!

        Ciao a tutti!!

        Piero at Pompeii (ma prima o poi cambio sta firma, magari dopo i concerti di Roger Water)!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...