2013

ROGER WATERS – THE WALL LIVE IN ITALIA – UN TRIONFO

153406485-364c4a5b-c3a4-4003-954f-9c1d619e6077Spettacolare, magnifico, eccezionale, incredibile, chiamatelo come volete ma per quanto mi riguarda trovare un aggettivo degno di questo live è impresa ardua. Come fare a descrivere a cosa si è assistito? Non lo so. Bisogna esserci. Se non siete riusciti a vederlo prendete il primo aereo che trovate per una delle prossime date del tour e partite. Questo show è una di quelle poche cose a cui  bisogna assistere almeno una volta nella vita. Le prioezioni sono di un livello mai visto, la sincronizzazione della costruzione del palco con la musica e le luci è stata perfetta, il palco è fuori da ogni concezione. Andando più nello specifico la band ha suonato molto bene, potente e perfetta, quasi troppo perfetta, la mancanza di David Gilmour a mio parere si è fatta sentire, però bisogna accontentarsi, Dave Kilminster ha cercato di rimanere il più possibile fedele al disco e ci è anche riuscito. I cori sono stati molto belli e precisi e la voce di Roger dal vivo me la aspettavo molto peggio invece se la è cavata bene, a parte un piccolo problema all’inizio di “Nobody Home” in cui aveva due microfoni e non sapeva quale era attivo… Naturalmente c’erano anche gli altoparlanti posizionati in mezzo e in fondo allo stadio ed è stato fantastico vedere le teste della gente girarsi in continuazione per vedere cosa succedeva dietro al palco… Aerei che si schiantano contro il muro, pupazzi gonfiabili, laser, fuochi d’artificio, maiali volanti e tanto altro… le 2 ore e mezza di concerto sono volate via in un momento e quando è finito… ne vorresti ancora. Mi è capitato a pochi concerti di pensare: “ma come? non può essere finito così!”. In un buonissimo italiano Waters ha poi dedicato sia il concerto di Padova che quello di Roma alle vittime del terrorismo di Stato di tutto il mondo. E in particolare al cittadino brasiliano Jean Charles de Menezes, ucciso dalla polizia a Londra nel 2005 perché scambiato per un terrorista, e alla sua famiglia che lotta per ottenere verità e giustizia. The Wall negli stadi è uno show sconfinato che, come ha ribadito più volte Waters, alla fine degli anni Settanta sarebbe stato impossibile da realizzare mantenendo un coinvolgimento emotivo e teatrale così alto. Il progresso tecnologico ha aiutato tantissimo. Rispetto allo spettacolo nei palazzetti, infatti, la scenografia è stata ridisegnata e ingigantita per essere adattata agli spazi enormi degli stadi e per riuscire a raggiungere tutto il pubblico presente. Per questo motivo i proiettori sono diventati 49, rispetto ai 19 della precedente produzione indoor. E anche le dimensioni del muro sono raddoppiate, arrivando fino a 150 metri. Lo Stadio Olimpico era pieno al 95%, c’era qualche posto solo nella tribuna “Monte Mario” vicino al palco, il resto era completo, mentre a Padova è stato Sold Out. Gli spettatori sono stati circa 46.000 a Padova mentre su Roma le cifre sono discordanti, si parla di 50.000 ma una cifra realistica penso sia di almeno 70.000 persone. Molti i problemi a Padova per raggiungere lo Stadio e per andarsene.

Un unico rimpianto? Non  aver assistito a questo live nel 1980/81 con i Floyd al completo… ma questa è un’altra storia.

A chi interessa Roger Waters nel fine settimana romano oltre aver pranzato con Sean Penn ha alloggiato all’Hotel De Russie.

A questo link il servizio del Tg2.

Video By YOUMEDIA: http://youmedia.fanpage.it/video/ab/UfdoeOSwDkLqL_ml Fonte: http://www.fanpage.it/ 

PER IL VIDEO INTEGRALE DI ROMA E ALTRO CLICCA “CONTINUA A LEGGERE

Shine On!

(altro…)

ROGER WATERS – THE WALL LIVE IN ITALIA – TUTTO PRONTO

musicCi siamo quasi: tra poche ore Roger Waters porterà per l’ultima volta in Italia il suo ormai leggendario “the Wall Live“. L’attesa è quasi finita per questi due show di Padova allo Stadio EuganeoRoma allo Stadio Olimpico il 26 e 28 luglio che penso potrei tranquillamente definire come l’evento live 2013 più importante in Italia. Chi è stato ad un concerto di “the Wall” nei due anni appena passati cercherà di tornarlo a vedere, e chi come tanti altri ancora non hanno avuto l’occasione di vederlo dal vivo, non si faranno certo scappare l’occasione… anche perchè sarà quasi sicuramente l’ultima! Io sarò a Roma il 28 luglio, (mentre due giorni prima, il 26 luglio, sarò all’Ippodromo Delle Capannelle sempre a Roma a vedere Neil Young con i suoi Crazy Horse), quindi se non vedete nuovi post non vi preoccupate, il martedì successivo, al mio ritorno da Roma cercherò di fare una recensione del concerto, sperando di avere la mente lucida…

E ricordate: come ha sottolineato Roger nella conferenza stampa del tour 2013: “non state tutto il tempo del concerto a guardare quel fottuto schermo del cellulare, guardate lo show!”

Se volete una piccola anteprima di quello che vi aspetta….

BUON CONCERTO A TUTTI!

PER TUTTE LE INFO SUI CONCERTI DI PADOVA E ROMA, CLICCA “CONTINUA A LEGGERE

(altro…)

ROGER WATERS THE WALL LIVE @ WEMBLEY STADIUM

CatturaPer i fans italiani che andranno a vedere Roger Waters con il suo “The Wall” allo Wembley Stadium di Londra il 14 settembre 2013, troveranno molto interessante la guida realizzata da Visit Britain sullo stadio, su come raggiungere dall’estero Londra (aereo, pullman, auto, treno), trovare alloggio a Wembley e nel centro di Londra, attrazioni turistiche da visitare, i pass per la metropolitana, ristoranti e pubs nelle vicinanze dello stadio e nel centro di Londra. Quindi se volete farvi una mini-vacanza o semplicemente volete andare a vedere “The Wall” a “casa” di Roger a Londra dove sarà sicuramente un evento “speciale”, questa guida vi sarà molto utile… non vi resta che cliccare su questo link: http://www.visitbritainshop.com/italia/articoli-e-itinerari/wembley-guide.html

È poco probabile ma non è escluso che a questa data ci sia qualche “special guest” come accadde alla O2 Arena nel 2011 con ospiti del calibro di… Nick Mason e David Gilmour. Sognare non costa nulla no?…

Shine On!

NUOVO ALBUM DI DAVID GILMOUR… PROSSIMAMENTE (AGGIORNATO AL 16/07/15)

AR_AcousticDurante un’intervista a “High50” sui 40 anni dei Roxy Music, Phil Manzanera si è lasciato scappare una anticipazione di quello che dovrà accadere sulla sua lista “cose da fare“, la traduzione letterale della frase interessata a noi Floydiani è: “a un certo punto ci sarà un nuovo album di David Gilmour“. Quindi… Ci resta solo da capire cosa intenda per “a un certo punto“… Noi appassionati di Pink Floyd sappimo bene come ogni fase di registrazione venga curata nei minimi dettagli, a volte con tempi di pubblicazione biblici, quindi prima di affermare certe date di uscita io mi godrei il fatto di avere la conferma che almeno un nuovo album sia in cantiere. A questo punto aspettiamo solo notizie più concrete da David Gilmour. Potete leggere l’intervista completa a questo indirizzo.

*** AGGIORNAMENTI Polly Samson (moglie di David Gilmour e autore di alcuni brani sia di Gilmour che dei Pink Floyd) ha fatto sapere sul suo profilo Twitter che ha scritto una nuova canzone di cui si registrerà un demo…  A questo link il “tweet”. Aspettiamo ulteriori notizie… Sempre da Polly apprendiamo che David ha smesso di fare i compiti di francese con sua figlia perchè… a casa Gilmour sono arrivati David Crosby e Graham Nash, che hanno cantato come uccellini nello studio di registrazione. Qui il post da Twitter. Che abbiano registrato qualche coro per un nuovo lavoro?…. In una nuova intervista a Graham Nash al minuto 12.18 inizia a parlare delle ultime collaborazioni con altri artisti e al minuto 12.40 spara la “bomba” (a conferma del tweet di Polly Samson) che lui e David Crosby sono andati a Brighton per registrare a casa di Gilmour  il suo NUOVO ALBUM! A questo link l’intervista. Inoltre Phil Taylor (tecnico personale di Gilmour) un paio di mesi fa aveva confermato alla Effectrode che David era molto soddisfatto del pedale “Helios Fuzz” comprato da loro e che ne avrebbe comprato un altro prima di iniziare le registrazioni per il suo nuovo album… Ne parlano anche Rockol e Rolling Stone Italia. 10174883_10203225673993953_7907969414711574747_nÈ sempre Polly Samson a dirci tramite foto e commenti sul web come procede il nuovo lavoro di David: questa volta lo fa dal suo profilo Instagram. Tra le coriste possiamo vedere al centro Durga McBroom-Hudson, che ha fatto parte anche dei tour dei Pink Floyd dal 1987 al 1994, Sarah Brown e Louise Clare Marshall. La foto qui accanto non si riferisce come pensavamo alla registrazione dell’album solista di David ma al nuovo album dei Pink Floyd! Maggiori info qui. Per l’album solista di David si vocifera l’uscita entro il 2015! In una intervista per la BBC radio 6 riguardo all’uscita di “The Endless River” David ha anche parlato del suo nuovo lavoro: Ho da parte un po’ di tracce in cui Rick suona alcuni miei pezzi, e forse appariranno nel mio prossimo progetto, ma non sarà un album dei Pink Floyd”. In una nuova intervista per Rolling Stone David ha continuato a parlare anche del suo prossimo lavoro solista: “Sta venendo molto bene. Ci sono alcuni pezzi che non sono finiti, e alcuni di loro verranno rifatti di nuovo. C’è del lavoro di pochi mesi ancora. Spero di farlo uscire il prossimo anno. E poi spero di fare un “old man’s tour”, non un genere di cose da 200 date. Non ci sono state molte discussioni circa il tour, ma posti come la Radio City Music Hall, hanno il giusto tipo di atmosfera per me.” Da welt.de (clicca qui per l’intervista completa) apprendiamo che David Gilmour ha chiesto a Nick Mason di andare in tour con lui il prossimo anno per la promozione del suo prossimo album solista, ma Nick è più propenso a fare solo qualche “apparizione”: ha sua detta se deve fare il batterista per un tour intero sarà per i Pink Floyd e nessun altro! Nick non si arrende mai. Tramite pinkfloydz.com emergono ulteriori dettagli sul nuovo album: Richard Wright sarà presente in alcune traccie come David aveva già confermato, le parti di batteria sono suonate da Steve Distanislao (che era andato in tour con David nel 2006) ma che per uno o due brani cederà il posto a Nick Mason. Non confermato ma molto probabile che Manzanera suoni qualche parte di chitarra, Guy Pratt il basso e Jon Carin le tastiere. Ci saranno anche David Crosby e Graham Nash ai cori come già anticipato. Chi ha già ascoltato i nuovi demo dice che sono sorprendenti sopratutto completamente diversi dal lavoro precedente “On An Island”… La rivista Uncut conferma l’uscita del nuovo album di David Gilmour per la fine del 2015, si può leggere la notizia annche online a questo link, ulteriori rumors invece parlano di una pubblicazione a marzo 2016 per il 70° compleanno di David, potrebbe essere molto probabile visto che anche “On An Island” nel 2006 era uscito per il giorno del suo compleanno… dgbrightonDal sito pinkfloydz.com ci arriva la conferma che sul nuovo lavoro di Gilmour sarà presente Jon Carin! Mi sento quasi sollevato che ci sia lui e non qualcun’altro, essendo stato “l’ombra” di Richard Wright per molti anni è l’unico che magari potrà colmare la lacuna lasciata da Richard… Lo stesso sito ci fa vedere David avvistato alla stazione ferroviaria di Brighton martedì 27 gennaio. davejhDalla pagina Twitter di Polly Samson una bella foto di David al lavoro sul suo nuovo album intitolata “A good day at work today.” Al pianoforte si può intravedere Jools Holland. Phil Manzanera torna a parlare del nuovo album di David alla rivista Uncut: “Sta venendo molto bene. Penso che suoni in modo fantastico, la gente sarà molto felice“. Annunciato il Tour di David Gilmour! Tutti i dettagli nell’apposito articolo! Essendo le date previste per settembre, è molto probabile che il nuovo disco esca poco prima… Polly Samson, impegnata recentemente nella promozione del suo nuovo libro “The Kindness” ha dato delle anticipazioni su due canzoni del nuovo album di David: ha fatto ascoltare alla giornalista le versioni “grezze” le quali è una ispirata ad un brano dal secondo volume di Paradise Lost,(poema epico pubblicato nel 1667 da John Milton), mentre l’altra nasce dall’osservazione di un dipinto sulla parete sopra il camino di casa Gilmour. (fonte: Floydiani.it) daveesquire Proseguono le registrazioni e Polly Samson non manca di tenere sempre aggiornati i fans con foto e video: qui un video mentre si registrano dei cori (con le coriste di The Endless River)… mentre qui un video un pò più “casalingo”… Anche la figlia di David, Sara Gilmour, sul suo profilo Instagram ha postato una foto dal titolo “silence please, recording in process . DG new album“, dove vediamo in azione un’orchestra agli AIR Studios di Hampstead a Londra. Al momento non si sa ancora niente sulla data di uscita, ma se sta ancora registrando… aspettiamo fiduciosi. davenewalbumAncora Polly Samson pubblica un altro video di David alle prese con la registrazione, clicca qui per vederlo dalla sua pagina Instagram! A questo link invece dice che i testi del nuovo album di David sono i migliori che lei abbia mai scritto.

DAVID GILMOUR E POLLY SAMSON AL Borris House Festival of Writing

traduzione in italiano dall’articolo di Brain Damage a cura di Cymbaline – Pink Floyd Fan Club

Polly ha raccontato quanto trova terribilmente difficile trarre spunti da David per i testi, come far fare i compiti ad un bambino. Ma è più che orgogliosa di aver scritto per David e per i Pink Floyd. Quando è iniziato il dibattito, dalla platea le è stato chiesto se c’è una canzone del passato dei Floyd per la quale le sarebbe piaciuto scrivere i testi; con ironia ha risposto: “Sì, avrei scritto ‘we DO need education, and it should be free’ !!” Polly ha poi detto che inizialmente non avrebbe voluto essere accreditata su The Division Bell, mentre David insisteva di sì, che avrebbe potuto pentirsene negli anni successivi. Adesso riconosce che aveva ragione e che si sarebbe molto arrabbiata se non fosse stata accreditata. Con gran divertimento, David ha raccontato che durante l’attesa alle stazioni ferroviarie in Francia, prima dell’annuncio dell’arrivo di ogni treno, viene mandato un jingle di 4 o 5 note che gli è sempre piaciuto molto, ed ha sempre pensato che ne avrebbe fatto una canzone. E così, stando in stazione, iPhone tenuto alto, ha atteso la musichetta. Quando ne ha avuto la possibilità, lo ha registrato, lo ha portato a casa ed è diventato il riff di ‘Just Do It’ (il titolo potrebbe non essere corretto, n.d.r.) che poi ha offerto per un minuto o due. È un riff di chitarra davvero up-beat, up-tempo, che ricorda un po’ The Nile Song. Polly ha detto che il tema dell’album, se ce n’è uno, è sintetizzabile nella frase ‘Carpe Diem’, ‘cogli l’attimo’, ‘guarda al futuro’, ‘Just Do It’ (‘Fallo’) e non aver paura o trattenerti. Ad una domanda sulla sua capacità di scrittura di testi, David ha risposto: “È una cosa rispetto alla quale non mi sento a mio agio. Mi piacerebbe trovare la chiave che apre la porta della scrittura“. All’insistenza di rivelare il titolo del nuovo album, alla fine ha ceduto, dicendo “S’intitola ‘Rattle The Lock‘”. Alla domanda se ‘A Pocketful of Stones’ fosse stata scritta per Syd Barrett, Polly ha risposto: “No, in realtà è dedicata a David! Ho fatto sì che cantasse una canzone che parla di lui stesso” Dopo la chiacchierata, David e Polly si sono intrattenuti per una seduta di autografi.

Dalla pagina facebook ufficiale dei Pink Floyd, il titolo del nuovo album di David Gilmour: “RATTLE THAT LOCK“! David all’evento ha suonato due nuove canzoni: “Girl with a yellow dress” con Jools Holland alle tastiere (canzone stile jazz) e “Boots on the ground”, canzone ispirata dall’aver ascoltato gli annunci degli altoparlanti in una stazione ferroviaria francese. L’uscita dell’album è attesa per settembre, in concomitanza (o qualche giorno/settimana prima) delle date live. A uno dei presenti all’evento avrebbe confermato anche l’intenzione di proseguire il tour in usa nel 2016…

Preview del nuovo disco! (non so per quanto la si possa ascoltare, è possibile che per violazione di copyright venga rimossa…)

clicca qui: https://pinkfloyditalia.wordpress.com/2015/06/11/anteprima-david-gilmour-rattle-that-lock/

Rattle That Lock è pronto! Come annunciato su Twitter da Polly Samson (questo il link) il disco è finito ed è in mastering. Al momento però non c’è ancora una data certa per l’uscita…

In questo video possiamo sentire parte di una nuova canzone. David ha preso ispirazione dall’ascolto del jingle d’annuncio all’arrivo di ogni treno in Francia: a questo link  il video. Il titolare dell’azienda che ha composto il jingle, Michael Boumendil racconta: “Ha chiamato il mio ufficio e ha spiegato che era in stazione e si era innamorato di questa piccola musica, e aveva voglia di farne una canzone, o meglio di lasciarsi ispirare per farne una canzone – spiega Boumendil – Mi ha proposto di scriverla insieme a lui. E a quelle condizioni era difficile dire no”.

Dei rumors dicono che il singolo “Rattle That Lock” (non l’album, quindi..) verrà rilasciato il 17 luglio, ancora però non è ufficiale.

David Gilmour venerdì 17 luglio 2015 sarà ospite ai microfoni di BBC Radio 2 al programma “Chris Evans Breakfast Show”, ancora non si sa ufficialmente quale canzone del nuovo album verrà trasmessa.. Speriamo almeno di avere più informazioni sull’album come la data di uscita ufficiale. Questo il link dove poter ascoltare il programma. Ora Italiana: venerdì 7.30 del mattino.

rattleConfermata l’uscita per il singolo “Rattle That Locksabato 18 luglio 2015 su etichetta Columbia, sarà disponibile in digital download e avrà la durata di 4.55 minuti. Intanto dai siti stranieri di Amazon hanno anticipato la copertina del singolo! (noi italiani siamo sempre gli ultimi…)

Non so voi ma io sto rivivendo le emozioni del 2006 quando uscì On An Island, mi sembra un sogno, avremo davanti un paio d’anni veramente movimentati!

Ed ecco a voi 15 secondi di “Rattle That Lock“!

/

11202606_10206980380378698_532558050908289234_n

Tutti i dettagli sull’album continuano in QUESTO ARTICOLO.

Shine On!

THE WALL LIVE @ LUCCA?

WHn6NUMC3lov3kVMIzfRvowcyjCkx5BoDi solito non do molto credito a indiscrezioni e non mi piace tradire le aspettative ma mi sento in obbligo di informarvi che c’è una possibilità che Roger Waters riporti in Italia il suo “The Wall Live” tour a Lucca, più precisamente a settembre, la location sarebbe ancora incerta, si parla della zona dei vivai Testi, ma al momento non c’è nessuna notizia ufficiale al riguardo.  Lo spettacolo si terrebbe in vista dei festeggiamenti per i 500 anni delle Mura, le istituzioni lucchesi (in particolare la Fondazione Cassa di Risparmio e il Comune) stanno lavorando a questo progetto insieme a Mimmo D’Alessandro, organizzatore del Summer Festival. Se dovesse emergere qualche problema tecnico (vista la complessità dell’evento stesso) si parla di un’opzione altrettanto incredibile: un concerto del mitico Paul McCartney, uno dei leader dei Beatles.

Fonte: La Nazione.it

***AGGIORNAMENTO

È arrivato anche l’ok dei tecnici del Comune, dopo quello di Roger Waters: «The Wall» si può fare nell’area dell’ex-campo Balilla. Clicca qui per l’articolo!

*** ULTIMO AGGIORNAMENTO

Niente “The Wall”. Non si farà il mega show originale di Roger Waters (ex leader dei Pink Floyd) all’ex Balilla a settembre. Un no deciso da parte del sindaco Tambellini allo spettacolo…

«Il progetto è affascinante, ma non va avanti perché ci sono difficoltà organizzative e il momento di crisi non aiuta». Amareggiato D’Alessandro. «Peccato, perché quella di Lucca, in uno scenario unico, avrebbe potuto essere l’ultima rappresentazione del più grande rock show di tutti i tempi. Servono 1,5 milioni solo per allestire lo spettacolo, ma avrebbe richiamato migliaia di persone e i soldi spesi sarebbero ritornati alla città. Spero in un ripensamento».

Fonte: http://iltirreno.gelocal.it/lucca/cronaca/2013/03/29/news/non-si-fara-il-mega-show-the-wall-costa-troppo-1.6792331

Shine On!

BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO!

tumblr_lwqo4c5Uxp1qh6maho1_500Considerando che abbiamo passato indenni il fatidico 21 dicembre 2012 (la fine del mondo come lo conosciamo secondo i Maya) “PINK FLOYD ITALIA” vi fa gli auguri di un buon natale e un felice 2013; mi auguro che qualcuno di voi aprendo qualche regalo trovi la scritta Pink Floyd, perche i soldi spesi in musica (soprattutto quella dei Floyd) sono soldi spesi bene! Speriamo in un 2013 migliore dell’anno appena passato e speriamo anche che sia l’anno del ritorno per mr. David Gilmour e mr. Roger Waters con un nuovo album… Appena ci sarà qualche news in merito o anche solo qualche voce “PINK FLOYD ITALIA” ve lo farà sapere…

Vi lascio con la Merry Xmas Song dei Pink Floyd cantata da Nick Mason! (clicca “continua a leggere“)

(altro…)