david gilmour

NEWS IN PILLOLE

11260370_1602880836646481_3829336989842418499_nHave you got it?” è il titolo di un nuovo documentario sull’indimenticato Syd Barrett realizzato da Roddy Bogawa e potrebbe arrivare (se nelle sale o direttamente in home video al momento non è ancora dato sapere) entro la fine dell’anno in corso o già alla fine di questa estate. Il titolo del documentario è preso da una canzone inedita dei Pink Floyd intitolata “Have you got it yet?” composta dallo stesso Syd nel ’68 (e mai registrata) poco prima di abbandonare il gruppo. Secondo il giornale Mojo promette di indagare sulla vita artistica e privata di Barrett fino alla sua fuoriuscita dal gruppo. Il film includerà interviste inedite a tutti gli elementi superstiti della band. Il regista ha dichiarato: “[Questo film] ha un’essenza intima che gli altri lavori su Syd Barrett non sono stati in grado di catturare“. – Aggiornamento: Dopo la notizia il regista Roddy Bogawa ha voluto precisare acune cose che nell’articolo del giornale Mojo erano sbagliate: “Il titolo corretto è ‘Have You Got It Yet?‘ e il film non sarà rilasciato questa estate. Stiamo girando gli ultimi pezzi e stiamo entrando nella fase di editing.” Maggiori info si potranno trovare alla pagina facebook del documentario www.facebook.com/haveyougotityet.

musichealsRoger Waters sarà il protagonista principale dell’annuale concerto di “Music Heals” il prossimo 16 ottobre a Washington dove suoneranno anche Billy Corgan, Sheryl Crow e Tom Morello in favore dei MusiCorps, associazione che riunisce i veterani rimasti feriti e che si adopera per aiutare loro e le famiglie nei lunghi processi di riabilitazione, anche attraverso la musica. Roger: “Il lavoro che nel corso degli anni ho fatto con questi uomini e donne è quanto di più importante di cui io mi sia mai occupato“. L’evento si intitola “Music Heals“, e maggiori info sono disponibili sul sito www.musicorps.net

Sempre a proposito di Roger Waters, il film “Roger Waters – The Wall ” che sarà nelle sale cinematografiche a settembre (i biglietti sono già prenotabili) dovrebbe uscire su Dvd e Blu-ray il 23 Novembre 2015. La data però non è ancora ufficiale.

bozza_posterIl 4 luglio a Pompei sarà inaugurata la mostra “Pink Floyd Live @ Pompeii: The Exhibition“, evento che rientra nell’ambito di “Rock!5″, mostra internazionale sulla musica e i suoi linguaggi. Saranno esposti al PAN per l’occasione 10 dei 30 scatti inediti realizzati da Jacques Boumendil, direttore della fotografia del film “Pink Floyd Live at Pompeii”; le rimanenti 20 foto saranno visibili nelle Sale Espositive del Comune di Pompei. Ci sarà anche Adrian Maben (regista del film) dove riceverà la cittadinanza onoraria per aver contribuito a rendere immortale l’anfiteatro di Pompei attraverso la musica dei Pink Floyd. L’Ingresso è gratuito fino a fine luglio, con visite nell’orario 8:00-20:00

Come già anticipato nell’articolo del tour, David Gilmour nel 2016 farà ritorno in Polonia e si esibirà al Market Square di Breslavia il 25 giugno 2016. La città polacca è stata designata Capitale Europea della Cultura e Capitale Mondiale del Libro per il 2016, e ospiterà inoltre i World Games del 2017.

Intanto coma annunciato da Polly Samson su Twitter il nuovo album Rattle That Lock è pronto ed è in fase di mastering. Ancora non c’è una data certa per l’uscita ma sicuramente faranno il possibile per farlo uscire prima dei concerti di settembre…

Nick Mason ogni tanto apre i suoi archivi fotografici e dal suo profilo Facebook ci regala delle foto inedite di rara bellezza. Eccone alcune che ha pubblicato nell’ultimo periodo:

Shine On!

ANTEPRIMA DAVID GILMOUR RATTLE THAT LOCK

dgirelandEcco per voi due piccole anteprime dal nuovo album di David Gilmour in previsione a Settembre “Rattle That Lock” fatte ascoltare al recente Borris House Festival of Writing. Le ho chiamate anteprime e non versioni ufficiali perchè molto probabilmente queste sono versioni non definitive. Inutile dire che l’audio è pessimo ma è sempre meglio di niente… La prima “Girl With a Yellow Dress” è un brano in stile jazz, qualcosa di nuovo per lo stile di David, mentre “Boots On The Ground” è in classico stile Pink Floyd, quasi un’altra Comfortably Numb, e sinceramente mi sto già commovendo. Settembre non è mai stato così lontano…

*Girl With a Yellow Dress: clicca qui per ascoltarne un estratto

*Boots On the Ground: clicca qui per ascoltarne un estratto

*non so per quanto si possano ascoltare, è possibile che per violazione di copyright vengano rimosse… in ogni caso per sentirle (per soli 43 secondi…) questo file di soundcloud dovrebbe rimanere online.

Shine On!

RECENSIONI: HIWATT LITTLE D RIG

HIWATT-LITTLE-DLa scelta dell’amplificatore per un chitarrista in genere si affronta poche volte, si da più importanza alla chitarra e agli effetti, ma il suono finale è una combinazione di tutti i fattori messi insieme amplificatore compreso. Ho sempre sognato una Hiwatt 100w David Gilmour signature ma essendo abbastanza “fuori portata” per il prezzo, quando hanno annunciato i nuovi rig ispirati a 3 chitarristi famosi (David Gilmour, Pete Townshend e Jimmy Page) sono stato subito interessato, soprattutto per il fatto delle dimensioni, per il look, e per il wattaggio di 20w che vanno bene anche per suonare a casa. L’Hiwatt Little D basato sull’amplificatore modificato da Pete Cornish per David Gilmour arriva sul mercato in clamoroso ritardo rispetto alle previsioni perchè (a detta della stessa ditta da me contattata) hanno avuto una richiesta altissima ed inaspettata. L’ampli una volto tolto dal cartone si presenta in tutta la sua bellezza: che spettacolo! Mi fa venire in mente subito il Live at Pompeii… La testata Hiwatt in accoppiata con la cassa Wem toglie il fiato, anche se le dimensioni sono in scala ridotta. Ora passiamo alle caratteristiche tecniche: rigorosamente Made in England abbiamo 20w valvolari con switch per passare a 0,5w con 2 valvole EL84 + ECC83 mentre il cabinet è costruito dalla Hiwatt ma con l’aspetto delle Wem ed è una Starfinder Fane 1×12, abbiamo 3 ingressi: Normal, Brillant e Linked che miscela i 2 canali inseme, dentro la confezione non troviamo nessun manuale, ma una bella maglietta con la scritta Hiwatt. Il tutto è assemblato alla perfezione senza alcun difetto ne imperfezioni. Peso complessivo 32Kg circa.

I controlli volume sono 3 con Normal, Brill ed il Master, in più c’è il controllo Presence ed i classici Bass, Treble e Middle. Sul retro della testata possiamo anche scegliere l’impedenza da dare alla cassa tra 4, 8 e 16 Ω. Sono sempre stato abituato al suono del Vox Ac 30, ma ora penso di tenerlo spento per un bel pò e vi spiego il perchè: per la madonna che suono l’Hiwatt! Scusate l’esclamazione ma è quella che ho avuto io quando lo ho acceso per la prima volta, nonostante il volume in uscita sia poco meno di quello del Vox (non poteva essere altrimenti con 10w in meno..) il suono è semplicemente quello che stavo cercando, quello classico Hiwatt ma ad un volume più ragionevole. Giocando un po con i controlli presenti si possono trovare più combinazioni di suono di quello che ci si aspetti. Il rumore di fondo (tallone d’achille degli amplificatori valvolari) è ridotto al minimo, quasi inesistente se non si spinge molto con i distorsori.

Pregi: suono, varietà di suoni ottenibili, compatibilità con effetti, rumore di fondo quasi assente. Difetti: Assenza del send/return, complicato da trasportare, prezzo superiore alla media.

Il prezzo da pagare per questo amplificatore devo dire che è variabile: in 2 negozi mi hanno chiesto €1900, mentre a San Marino e in un altro negozio famoso di Forlì si può averlo per circa €1500.

A questo link la video/prova della Hiwatt, a questo link la pagina del sito ufficiale mentre qui sotto ho voluto fare un piccolo video per sentirlo in azione. Mi scuso prima che facciate partire il video per il mio playing abbastanza arrugginito e per l’audio/video scadente della telecamera che non rende minimamente giustizia al suono reale e alla “botta” che da a sentirlo dal vivo!

La Hiwatt è importata in Italia da Aramini.

Shine On!

NEWS IN PILLOLE

Poche novità “floydiane” in questo ultimo periodo, sembra quasi la quiete prima della tempesta, prima dell’arrivo del quarto album solista di David Gilmour e relativo tour e dell’evento cinematografico di Roger Waters con The Wall Live… Qui di seguito le ultime news uscite:

cover170x170Mick Jagger e Ronnie Wood dei Rolling Stones si sono uniti alla soul singer inglese Beverley Knight per registrare un singolo e aiutare con il ricavato i terremotati del Nepal. Il brano intitolato “Look into Your Heart” è già reperibile nell’app store di iTunes a 99 centesimi. Il ricavato andrà alla ong Save The Children che sta facendo una raccolta di fondi da destinara al Nepal. La cosa interessante è che il brano è stato prodotto da Nick Mason agli Abbey Road Studios di Londra. Nick Mason: “Siamo così contenti che finalmente sia stata pubblicata. E’ una grande canzone ed è stato molto divertente registrarla”, anche Ronnie Wood si è detto “deliziato” per aver preso parte alla registrazione eseguita negli studi di Abbey Road e che vede la Knight come voce guida e Jagger in secondo piano. L’accompagnamento vocale è di un coro di 100 volontari di Save The Children.

11164627_10205463525621331_7490989515244150466_oIn edicola in nuovo numero di maggio 2015 di Raropiù con copertina derdicata ai Pink Floyd e articolo sulla discografia italiana dal 1967 al 1971.

L’amico Vincenzo Lardo ci segnala il suo nuovo album dal titolo Welcome ispirato alla musica ed ai suoni dei Pink Floyd. Se volete dare uno sguardo alla canzone Welcome clicca qui, se volete ascoltare per intero l’album o magari comprarlo clicca qui.image

In una recente intervista Roger Waters si è scagliato contro la moderna industria discografica del digitale, definendola “un’accozzaglia di ladri e criminali” ed ha aggiunto: “Sono stato molto fortunato a nascere nel 1943 e non nel 1983. Almeno ho potuto avere a che fare con il vero music business, senza Silicon Valley. Era un’epoca in cui i musicisti potevano guadagnarsi da vivere grazie alle loro canzoni.” L’intervistatore non ha mancato di fare la solita domanda sulla reunion… Roger Waters: “Una reunion è assolutamente fuori questione. La vita diventa sempre più breve e più ti avvicini alla fine, più il tempo diventa prezioso. Dal mio punto di vista penso che la scelta migliore sia quella di dedicarmi a fare solo alle cose che davvero voglio fare. Non si può sempre guardare al passato. O meglio, si può fare ma con giudizio. Ma provare a ripercorrere gli stessi passi sarebbe una cosa assurda“. Mentre Nick Mason da ormai la stessa risposta dal 2005: “Io vivo in quella speranza anche se so che è difficile riportare insieme Waters e Gilmour. Ma magari se si dovesse ripresentare l’occasione giusta come un Live 8 penso che potrebbe anche succedere“. Per leggere l’intervista completa clicca “altro”.

(altro…)

DAVID GILMOUR TOUR LIVE 2015/2016 – Aggiornato al 20/06/15

david_gilmour_tour_2015Arriva all’improvviso una notizia spettacolare: David Gilmour sarà in tour a settembre 2015 e toccherà l’Italia in 2 occasioni assolutamente da non perdere:

LUNEDÍ 14/09 VERONA, ARENA DI VERONA (apertura cancelli ore 19:00, inizio ore 21:00)

MARTEDÍ 15/09 FIRENZE, TEATRO LE MULINA IPPODROMO DEL VISARNO (apertura cancelli ore 19:00, inizio ore 21:00)

La prevendita dei biglietti partirà VENERDÍ 6 FEBBRAIO alle ore 11.00 www.ticketone.it e www.livenation.it Per prenotarli subito da ticketone clicca qui! Ticketone ha già messo in vendita i biglietti per le due date solo per gli iscritti alla mailing list del sito ufficiale di David Gilmour, ma è accaduto un fatto che non avevano tenuto in considerazione: attraverso un semplice copia/incolla del link della pagina Ticketone si è sparsa la voce che i biglietti si potevano già prenotare, ed è successo che anche chi non è iscritto alla mailing list hanno potuto effettuare l’aquisto e i posti rimasti sono veramente pochi. (Spero non accada come è successo per il concerto degli Ac/Dc che terranno a Imola il 9 luglio che i biglietti sono stati venduti in 48 ore e rimessi in vendita a cifre astronimoche, anche 300/400€…). Ovviamente Ticketone non ha messo in prevendita tutti i biglietti disponibili e ne ha tenuti abbastanza per la vera prevendita che partirà Venerdì 6 Febbraio alle ore 11. Quindi se volete partecipare a questo evento che sia Verona o Firenze (o perchè no tutti e due…) il mio consiglio è di prenotare subito i biglietti On Line o Venerdì (che guarda caso è il compleanno da David) il prima possibile per evitare di spendere più del dovuto.

Per Verona i prezzi sono da €46, €69, €92 e €115 Per Firenze i prezzi sono da €46, €69, €92 e €115

ATTENZIONE!: LA DATA DI FIRENZE PREVISTA AL TEATRO LE MULINA È STATA SPOSTATA ALL’IPPODROMO DEL VISARNO! I BIGLIETTI RESTANO VALIDI! 

Il tour toccherà dei posti veramente fantastici e partirà dall’anfiteatro romano di Pula in Croazia, poi le due date italiane a VeronaFirenze, successivamente sarà la volta della Francia al Theatre Antique Germania alla Konig Pilsener Arena: Per concludere tre show consecutivi alla Royal Albert Hall di Londra il 23, 24 e 25 settembre, più il 2 e 3 ottobre. Per adesso le date sono “solo” queste ma non è assolutamente da escludere che altre ne verranno annunciate nei prossimi mesi! Per chi fosse interessato a vedere David fuori dall’Italia tutte le informazioni le potete trovare alla pagina dedicata del sito ufficiale: www.davidgilmour.com/livedates.htm Al momento non c’è nessuna data sull’uscita del nuovo disco a cui David sta lavorando, ma presumibilmente uscirà prima di Settembre… Ulteriori dettagli come la line-up del tour appena saranno disponibili! Il 6 marzo è il compleanno di David… Quest’anno il regalo lo ha fatto lui a noi! Grazie David. Per gli aggiornamenti inerenti al nuovo album solista clicca sull’apposito articolo! Shine On!

AGGIORNAMENTI: Data l’altissima richiesta di biglietti, è stato deciso di aggiungere altre 2 date alla Royal Albert Hall di Londra il 2 e 3 ottobre. Per adesso non ci sono altre date in programma ma (a mio parere) è molto possibile l’annuncio di altre date.. Polemiche a non finire sulla questione biglietti. Anche in questa occasione l’Italia si è fatta riconoscere: dopo la fine dei biglietti moltissimi sono già in vendita a prezzo maggiorato. Personalmente se devo contribuire ai “bagarini” preferisco non partecipare. A Londra per esempio ci sono altre regole: massimo di 4 biglietti aquistabili per persona, biglietti nominativi e all’ingresso bisogna portare una foto ID, proprio per contrastare il fenomeno dei “bagarini”, ma siamo in Italia e personalmente non mi stupirei affatto se col tempo si venisse a sapere che quelli di TicketOne sono direttamente coinvolti in questo fatto. Il Tour è ora ufficialmente tutto Sold Out per tutte le 10 date previste fino ad ora. Anche Polly Samson (moglie di David Gilmour) è venuta a conoscenza della situazione biglietti e sul suo profilo Twitter ha scritto: “Penso che dovremmo fare qualcosa. Ci sono molte persone senza biglietto a causa di questa situazione. Come possiamo fermarli?”

ATTENZIONE!: LA DATA DI FIRENZE PREVISTA AL TEATRO LE MULINA È STATA SPOSTATA ALL’IPPODROMO DEL VISARNO! I BIGLIETTI RESTANO VALIDI! 

Come previsto David nel 2016 farà anche altri concerti, per adesso è ufficiale la data alla Wroclaw’s Market Square Sabato 25 giugno 2016 in Polonia!

NEWS IN PILLOLE

1477903_794217557303933_1172429328167692770_nTAKEN BY STORM: THE ART OF STORM THORGERSONAND HIPGNOSIS – Uscirà entro il 2015 questo documentario realizzato da Roddy Bogawa nel2011 dedicato alle opere di Storm Thorgerson, prima verrà proiettato in alcuni cinema selezionati poi sarà disponibile su Dvd e Video On Demand. Maggiori info veranno rilasciate prossimamente nell’apposta pagina facebook e sul sito ufficiale. Il film è basato sull’arte di Storm Thorgerson con la grafica delle copertine di dischi e cd pubblicati dal 1968 fino al 2013 con testimonianze sotto forma di video-intervista da parte di Aubrey Powell, David Gilmour, Nick Mason, Robert Plant, Peter Gabriel, Graham Gouldman, Alan Parsons, Steve Miller, Noel Hogan And Fergal Lawler Of The Cranberries, Rob Dickinson Of Catherine Wheel, Dominic Howard From Muse, Cedric Bixler Zavala Of The Mars Volta, Simon Neil And James Johnston Of Biffy Clyro, Damien Hirst, Sir Peter Blake, Jill Furmanovsky.

uoJDUDJcOOaqePQ-800x450-noPadI “Lunatics” hanno indetto una petizione affinché possa concretizzarsi il progetto di un concerto-tributo in onore di Richard Wright. La richiesta, rivolta ai tre componenti che hanno fatto parte della band, David Gilmour, Nick Mason e Roger Waters, è partita ufficialmente il 3 marzo 2015 attraverso la più grande piattaforma di petizioni al mondo: www.change.org. L’auspicio è che Richard Wright venga ricordato grazie ad un evento capace di raccogliere tutti insieme musicisti, sostenitori e semplici appassionati di musica, in memoria di un artista sensibile e profondo come pochi nella storia della musica contemporanea. Per firmare la petizione cliccate qui.

HIWATT-LITTLE-DLa Hiwatt ha recentemente messo in commercio un nuovo rig in scala ridotta (testata e cassa) ispirato a David Gilmour: il kit SS-Little D è composto dalla testata Hiwatt da 20 watt (con switch per ridurli a 0,5w) configurate con valvole EL84+ECC83 e cassa replica Wem con cono 1×12″ Fane Starfinder. 3 ingressi Normal, Brilliant e “Linked” che è quello che usa David. Per chi ama questa marca di amplificatori e non vuole far piangere il portafoglio con la testata da 100w signature David Gilmour da circa €3000, questo prodotto potrebbe essere interessante, 20 watt bastano e avanzano per casa, studio di registrazione e piccoli pub. Rigorosamente Made in UK. Disponibili anche i Rig ispirati a Jimmi Page e Pete Townshend. La Hiwatt è distribuita in Italia da Aramini.

1487318_10205334534475606_3349654897411163601_nÈ in edicola il numero di  Marzo/Aprile 2015 del magazine “Chitarre” con copertina dedicata a “The Endless River“, all’interno un bell’articolo sulla strumentazione di David Gilmour a cura di Giampaolo Noto.

Dalla pagina pinkfloydz.com apprendiamo che il tanto atteso Super Audio CD con mix in 5.1 di Amused To Death di Roger Waters è in dirittura di arrivo: al momento si vocifera l’uscita per Maggio, su supporto Blu-ray. Maggiori info appena disponibili. Per il Dvd/Blu-ray del The Wall Live invece la situazione è in stallo: il film è già pronto visto la presentazione al Toronto International Film Festival a settembre, quindi è probabile che si stia aspettando il momento adatto per farlo uscire, speriamo al più presto!

È comparso recentemente sul web un filmato che i Pink Floyd nel 1967 proiettavano durante le loro prime, leggendarie, esibizioni all’UFO Club. Molto “particolare” il video… Per guardarlo e per più info clicca a questo link.

Shine On!