immersion

PINK FLOYD: POSSIBILE BOX “EARLY YEARS” IN ARRIVO?

13697200_10153738610697308_3271286452932439184_n

Nei prossimi giorni, tenete d’occhio il sito ufficiale dei Pink Floyd… Come da tradizione, ogni volta che sta per uscire qualche novità a nome Pink Floyd, la casa discografica ci tiene sulle spine e ci dà degli indizi su quello che accadrà (tranquilli, niente reunion o album nuovi..). Questa volta abbiamo delle immagini, che fanno riferimento ai primi anni della band, un poster di un concerto al Saville Theatre del 1967, una pagina del programma dei concerti del 1969 denominati “The Man and the Journey“, la locandina del famosissimo live “Games For May” alla Queen Elizabeth Hall di Londra dove si usò per la prima volta un sistema di amplificazione surround e un articolo di giornale. Dalle premesse la possibilità che venga annunciata una “Immersion Edition” dei primi anni dei Pink Floyd, denominata appunto “Early Years” è molto alta. Lo stesso Nick Mason in molte interviste aveva detto che ci stavano lavorando ed ora con questi indizi, ne abbiamo quasi la certezza. Quando era stata rilascata l’edizione limitata dell’Ep “1965 – Their First Recordings“, si erano annunciate anche altre novità per la fine dell’anno 2016, o durante il 2017, quindi…

Gli aggiornamenti, dopo le foto…

AGGIORNAMENTI

13680876_10209897965756509_1192657069314288147_nLa foto è saltata fuori come un “bug” sul sito ufficiale e subito rimossa, ma se è quello che effettivamente sta per uscire, preparate tanti soldi… La foto dice chiaramente Early Years 1965 – 1972! Il “vaso di pandora” si sta per aprire, è ancora presto per dire ufficialmente cosa ci sarà ma dalla (seppur piccolissima) foto si riesce a capire che ci saranno circa 15 Cd suddivisi tra audio e video con delle riproduzioni di poster e di tour program dell’epoca. L’uscita del cofanetto è prevista per la fine dell’anno. Il problema a questo punto, viene dettato dal prezzo, che se verrà confermato si aggirerà intorno ai 500 / 600 €… Amazon.com aveva anche messo online la pagina da cui sarà possibile acquistare il cofanetto, poi misteriosamente rimossa. Ripeto però che al momento sono solo delle supposizioni in quanto non c’è niente di ufficiale…

Altri aggiornamenti appena disponibili!

Shine On!

NUOVO BOX “IMMERSION” ALL’ORIZZONTE?

fde70d3e28394f08e31a421c3fe702d2In una nuova intervista all’interno del magazine “Record Collector” agosto 2013 Nick Mason ha parlato dell’inizio della storia dei Pink Floyd, dei primi demo realizzati per il Melody Maker nel 1965, e di tanto altro. Ma quello che più ha attirato la mia attenzione sono state le domande sul futuro delle edizioni “Immersion”, già uscite per “The Dark Side Of The Moon”, “Wish You Were Here” e “The Wall”. Nick dice subito che l’unica “Immersion” che vuole veramente fare è la “Early Years”: che partirebbe dai primi demo realizzati per la EMI, per arrivare alla masterizzazione in digitale di “Meddle”. Il box conterrebbe oltre diverse outtakes da “The Piper At The Gates Of Down” e “A Saucerful Of Secrets”, canzoni uscite solo su bootleg come le prime incisioni con Bob Klose “Lucy Leave”, “King Bee” e molto altro materiale fino ad ora inedito come “Walk With Me Sidney”, “Double O Bo” (descritta da Nick come l’incontro tra Bo Diddley e il tema di 007), “Butterfly”, “Let’s Roll Another One” e “The Broadhurst Gardens Song”. Nick ha parlato anche di altri progetti, come ri-registrare l’orchestra della suite “Atom Heart Mother”, e di un cofanetto “Pink Floyd Movie Box” contenente “More”, “Obscured By Clouds” (La Vallèe), “Zabriskie Point” e “The Committee”. Naturalmente sono tutti progetti interessanti, e visto che Nick ha escluso edizioni “Immersion” per altri album (molti fan ne vorrebbero una di “Animals”…) attendiamo con ansia l’ufficialità della “Early Years”.

Shine On!

NEWS DA NICK MASON

 

 

 

 

 

 

 

Negli ultimi mesi Nick ha rilasciato molte interviste riguardo al progetto WHY Pink Floyd, e riepilogando ecco cosa ne viene fuori:

Il progetto nasce dal fatto che potrebbe essere l’ultima volta secondo Nick di sfornare qualcosa a livello fisico perchè in futuro si punterà molto sul download digitale, a riguardo dell’ultima uscita su the Wall dice che il missaggio in 5.1 non è stato ultimato in tempo per l’uscita e potrebbe esserci una specie di edizione “the Wall Immersion 2.0” con anche il missaggio in surround. Riguardo alla parte video è stata smentita definitivamente una relase del live all’Earls Court del 1980, dicendo che non hanno abbastanza materiale, che il filmato è stato fatto ma è stato fatto piu come un test-film che come una versione finale da pubblicare e le telecamere non sempre hanno funzionato a dovere. Mentre è per certa la realizzazione della versione in alta definizione del film di The Wall in bluray.

Riguardo ai prossimi progetti ha detto che è stata discussa una edizione immersion di Meddle ma è molto difficile reperire demo di quel periodo, mentre se si farà, ci potrebbe essere una prossima Immersion non di un disco in particolare ma di una specie di RELICS 2.0, comprendente i primi 5 anni della band anche con i demo di Syd, come “Lucy leave”.

A questo punto una notizia che sapranno in pochi la dico anche io. Sapete l’assolo di chitarra acustica in “Is there anibody out there”? Bè sul disco originale non suonò Gilmour bensì Ron diBlasi un session-man.. David ci provò ma non era soddisfatto del suo fingerstyle! (fonte: “this day in Pink Floyd” app per iPAD)

Per chi sa l’inglese consiglio caldamente di leggersi queste interessanti interviste dove viene spiegato il processo di missaggio dei box, altre curiosità da Nick, le date esatte del live a Wembley e molto altro:

http://www.soundandvisionmag.com/blog/2012/02/28/revisiting-and-rebuilding-wall

http://www.superdeluxeedition.com/interview/interview-pink-floyd-engineer-andy-jackson-on-immersion-box-sets/

http://www.superdeluxeedition.com/interview/pink-floyd-update-andy-jackson-qa-re-immersion-editions/

Shine On!