pink floyd

PINK FLOYD, DALÌ & DISNEY

1945. Due visionari nei rispettivi campi, Salvador Dalì e Walt Disney, decisero di collaborare nella realizzazione di un corto animato dal titolo “Destino“. Utilizzando i disegni del pittore spagnolo con le idee dell’animatore americano, l’idea era di creare un cartone animato surrealista di altissima qualità. Tuttavia, la casa di produzione americana che si occupava del progetto entrò in crisi verso la fine della Seconda Guerra Mondiale, e il corto animato venne messo da parte. Venne completato e pubblicato dalla Disney solo nel 2003, ma fu il suo caricamento su Youtube che portò molti utenti a sbizzarrirsi con il video. Il risultato più interessante è stato quello di utilizzare Time dei Pink Floyd come colonna sonora del corto, che stranamente si adatta perfettamente alle atmosfere create ben 28 anni prima dell’uscita del brano. Le “connessioni” con il mondo “Pinkfloydiano” sono molteplici: orologi (Time), piramidi (Dark Side..), facce contrapposte (The Division Bell), e questo video conferma una volta di più come la musica dei Pink Floyd sia facilmente adattabile a molti video, senza dimenticarsi delle ormai famose connessioni tra The Dark Side Of The Moon ed Il Mago di Oz e Echoes con 2001: Odissea nello Spazio..

A questo link invece c’è la versione originale, con la musica scritta per la versione del 1945 dal compositore messicano Armando Dominguez ed interpretata da Dora Luz.

Fonte: www.radiobue.it/destino-il-corto-che-unisce-disney-dali-e-pink-floyd/

Shine On!

Annunci

PINK FLOYD: VIDEO INEDITO DAL 1970

Incredibile. É questo l’aggettivo che più si avvicina a questa scoperta: un video inedito dei Pink Floyd dal vivo alla televisione KQED di San Francisco nel 1970 che suonano “Astronomy Dominè“! Si credeva che tutto il materiale da quel concerto (senza pubblico) fosse stato pubblicato nella recente pubblicazione “The Early Years 1965-1972” anche se circolava su bootleg già da diverso tempo, ed invece ecco qui spuntare un video di quasi 9 minuti mai visto, che a questo punto neanche i Pink Floyd stessi erano a conoscenza dell’esistenza, altrimenti lo avrebbero pubblicato nel box set.. Il che conferma che c’è ancora spazio per materiale inedito dagli archivi… Infatti è stato reso noto che oltre i 9 minuti di questo video ci sono altri 20 minuti di materiale inedito, che speriamo di vedere pubblicato il prima possibile! Ma ora godiamoci questo video mai visto, in una qualità degna del box set ufficiale.

Clicca qui per vedere il video dal sito ufficiale della Tv KQED!

Shine On!

PINK FLOYD: NUOVE RISTAMPE IN VINILE

Dopo la ristampa su vinile dell’intero catalogo degli album in studio, la Pink Floyd Records si appresta a continuare con i Live e le raccolte: usciranno infatti il 17 novembre le nuove ristampe del grandioso Live “Delicate Sound Of Thunder” (1988) registrato durante 5 serate nell’agosto ’88 al Nassau Coliseum di New York e la raccolta “A Collection Of Great Dance Songs” (1981) che offre la particolarità di versioni alternative di alcuni dei classici dei Pink Floyd e una “Money” ri-registrata dal solo David Gilmour che suona tutti gli strumenti con Dick Parry al sax. Entrambi i lavori sono stati rimasterizzati a partire dalle registrazioni analogiche originali.

 

Clicca qui per Delicate Sound Of Thunder da Amazon Italia

Clicca qui per A Collection Of Great Dance Songs da Amazon Italia

Ora non ci resta che aspettare l’uscita di P.u.l.s.e. in vinile.. 😉

Shine On!

PINK FLOYD: ANTEPRIMA DELLA MOSTRA “THEIR MORTAL REMAINS”

Dal 13 maggio al 1 ottobre, sarà aperta nel bellissimo Victoria & Albert Museum di Londra la prima grande retrospettiva dedicata ai Pink Floyd: ‘Their Mortal Remains‘. Un percorso multisensoriale trasporterà lo spettatore all’interno di una serie di sale allestite con cimeli, progetti, scenografie e naturalmente musiche di un dei gruppi più importanti e influenti del mondo. In occasione del 50esimo anniversario della pubblicazione del primo singolo, ‘Arnold Layne’, ‘The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains’ sarà una mostra fuori dal comune: “Il Victoria & Albert è il posto giusto per illustrare il grande contributo artistico, non solo musicale ma anche visuale, che una band come i Pink Floyd ha dato alla cultura del nostro tempo“, ha dichiarato Martin Rotj, direttore del museo. “Una band che ha creato non solo musica straordinaria, ma anche spettacolari show musicali, copertine di album diventate icone e un’espressione creativa senza eguali“. La mostra, finita l’esposizione di Londra, farà il giro del mondo e toccherà anche l’Italia.

Qui potete vedere delle foto in anteprima della mostra trovate in rete:

A questo link una bell’articolo a cura di Nino Gatti sulla mostra.

http://pinkfloydexhibition.com/

Shine On!

PINK FLOYD: “INTERSTELLAR OVERDRIVE” INEDITA PER IL RECORD STORE DAY 2017

In occasione del Record Store Day 2017, uscirà un’edizione davvero speciale tutta dedicata ai Pink Floyd: un vinile a 12 pollici one-sided (cioè col microsolco solo su un lato, l’altro è vuoto), con una versione inedita di “Interstellar Overdrive” di quasi 15 minuti (14 minuti e 57 secondi per l’esattezza). Il brano, del 1966, è stato scritto e suonato dal nucleo storico della band, ovvero Syd Barrett, Roger Waters, Richard Wright e Nick Mason. La pubblicazione è prevista per il 15 aprile, su un vinile da 180 grammi.

La registrazione originale è stata fatta presso studio di Thomson a Hemel Hempstead, nell’Hertfordshire, nell’ottobre 1966, prima che la band firmasse per la EMI.

Il disco esce per la “Legacy” e sarà accompagnato da un poster ed una cartolina che ritrae la band durante un live londinese del 1967.

Più info sul Record Store Day 2017 a questo link.

Shine On”

PINK FLOYD: “24 HOURS” – DOCUMENTARIO SUI BOOTLEG

Non so quanto faccia piacere ai possessori del cofanetto “The Early Years 1965-1972” che dopo aver speso una fortuna, il canale YouTube dei Pink Floyd stia poco a poco pubblicando parecchio del materiale in esso contenuto: infatti è disponibile ora anche uno spezzone dello speciale “24 hours – Bootleg Records” andato in onda in Inghilterra nel 1971 e che comprende una interessantissima intervista al manager dei Pink Floyd Steve O’Rourke riguardo alle registrazioni pirata dei concerti (detti Bootlegs) e un breve spezzone in studio di registrazione mentre il gruppo lavora ad “Echoes” dall’album Meddle.

Shine On!