DAVID GILMOUR: INTERVISTA PER “GUITAR PLAYER”

In questa breve intervista a Guitar Player, intervistato da Mark Ellen, David Gilmour riflette sulla sua carriera nei Pink Floyd.


Schermata 2020-02-26 alle 11.40.10Quando ho intervistato Nick Mason e Roger Waters e ho chiesto della probabilità di una reunion dei Floyd, Nick ha detto: “Adoro i tour e vivo nella speranza“. Roger ha detto che era “fuori questione” …

I Pink Floyd finora sono un’opera in tre atti. Ci sarà mai un quarto atto?

No. Ho finito. Ho avuto una vita nei Pink Floyd per molti anni, e parecchi di quegli anni all’inizio, con Roger. E quegli anni, che sono considerati il nostro periodo di massimo splendore furono al 95% musicalmente appaganti, gioiosi e pieni di divertimento e risate. E di certo non voglio lasciare che l’altro cinque percento colori la mia visione di quello che è stato un tempo lungo e fantastico insieme. Ma ha fatto il suo corso, abbiamo finito, e sarebbe falso tornare indietro e farlo di nuovo. E farlo senza Rick [Wright] sarebbe semplicemente sbagliato. Sono felice per Roger che fa tutto ciò che vuole e si diverte e ottiene la gioia che deve aver avuto da quegli spettacoli di the Wall. Sono in pace con tutte queste cose. Ma non voglio assolutamente tornare indietro. Non voglio andare a suonare negli stadi. Sono libero di fare esattamente quello che voglio e come voglio farlo.

Fammi un esempio di un momento dei Pink Floyd che rivivi nella tua testa più e più volte perché è stato magnifico.

Oh, i grandi momenti sono innumerevoli. Ho migliaia di ricordi di istantanee che sono fantastici. Meddle è stato un grande momento per noi. Ha mostrato la via e ha avuto successo. Ma poi lo era anche A Saucerful of Secrets. The Dark Side of the Moon ovviamente è stato il momento di svolta ed è stato fantastico.

Che ne dici di un momento in cui ti raggomitoli, pensando all’orrore di tutto questo?

Non ho niente di imbarazzante. Anche se quando guardo Live at Pompeii, rabbrividisco.

Cosa ricordi del breve periodo in cui tu e Syd eravate entrambi nel gruppo?

È stato tragico, davvero. C’erano cinque concerti che facevamo insieme e lui … [sospira]. Abbiamo un pò di riprese di Syd in uno spogliatoio da qualche parte in uno di quei concerti, e lui balla questa musica – una piccola danza – e sorride e ride. Ma lo guardi e dici: “Oh Dio, no, tragico”. Povero ragazzo. Non ricordo molto a riguardo. Ero nuovo di zecca e penso che sapessero che avrei preso il controllo.

Quali sono i tuoi ricordi dell’esibizione al Live 8? [Gilmour, Waters, Mason e Wright si sono esibiti per la prima volta in 24 anni all’evento del 2005.]

Mi è piaciuto moltissimo, anche se abbiamo avuto alcuni giorni di prove molto tese. Roger e io non ci parlavamo da anni.

Come hai deciso cosa suonare?

Abbiamo dato suggerimenti e Roger ha dato suggerimenti, e non mi importava dei suggerimenti di Roger. Alla fine, ho pensato, in realtà, siamo i Pink Floyd e lui è nostro ospite, e può semplicemente fare quello che gli diciamo di fare o vaffanculo.

Cosa ha suggerito?

Voleva fare “Money” – cosa che abbiamo fatto tutti in realtà – e “Another Brick in the Wall” e “In the Flesh”.

Ed è stato annullato.

Fondamentalmente sì.

Roger una volta mi ha detto che i musicisti che raggiungono il livello di successo che tu hai raggiunto “devono avere dei buchi nella nostra psiche che solo l’adulazione può riempire”. È una cosa abbastanza onesta da dire.

È una cosa onesta da dire. E penso che abbia ragione, in realtà. Ma spero di non avere più quel buco nella mia psiche, poiché non vedo la necessità di quel tipo di adulazione su quella scala. Inoltre, la cosa strana degli stadi è che non hai modo di sapere se sta andando bene. È una folla – al singolare. Non puoi trattenerli come individui. Il potere e l’energia del loro amore, per così dire, è una meravigliosa droga per aumentare il tuo ego fino al punto in cui è eccessivamente gonfiato.


Fonte: www.guitarplayer.com

Shine On!

DAVID GILMOUR: “NEED YOUR LOVE SO BAD” – NUOVA VERSIONE DELLA CANZONE DEI “FLEETWOOD MAC” CON PETER GREEN

87362672_830877144059367_7245362227782352896_oIn uscita il 29 ottobre 2021, “The Albatross Man“, libro illustrato biografico di Peter Green, chitarrista dei Fleetwood Mac. Questa opera è stata curata dallo stesso artista prima della morte e sarà accompagnata da due versioni inedite di pezzi del suo gruppo.

Need Your Love So Bad” con David Gilmour e “Man Of The World” con Kirk Hammett dei Metallica .

Questa versione di Need Your Love So Bad è nata come voce registrata in casa da Peter Green nel 1968 usando un registratore domestico. La produttrice Laurie Latham ha preso la traccia vocale e con il pieno contributo del leggendario chitarrista dei Pink Floyd, David Gilmour, ha creato un nuovo panorama musicale per questa classica traccia blues. Peter ha ascoltato e approvato il trattamento prima di morire.


Shine On!

ROGER WATERS: “THE BRAVERY OF BEING OUT OF RANGE” – VERSIONE 2021

Schermata 2021-04-11 alle 10.56.32Roger Waters ha partecipato all’evento benefico trasmesso in streaming “Live for Gaza”, organizzato da Delia Arts Foundation per raccogliere fondi a favore dei musicisti nella Striscia di Gaza, Palestina. Roger ha eseguito dal vivo una nuova versione del suo brano “The Bravery of Being Out of Range”, contenuta nel suo album solista del 1992, “Amused to Death”.

Roger Waters: “Sono davvero felice di far parte di questa serata di musica, amore e movimento. Assicuratevi un biglietto e sintonizzatevi questo sabato per assistere alla première mondiale di io e la band che suoniamo ‘The Bravery of Being Out of Range’ (inclusa una nuova strofa). Coglierò l’occasione per chiedere ai giocatori della English Premier League (EPL) di unirsi a me in una campagna internazionale per convincere la FIFA e la UEFA a vietare alla squadra di calcio nazionale di Israele e alle società calcistiche israeliane di prendere parte alle competizioni internazionali fino a quando Israele non interromperà le sue politiche razziste di apartheid”.


Roger Waters, si conferma un interprete straordinario, e sempre impegnato a combattere in quello in cui crede, nonostante gli anni passino. Questo nuovo arrangiamento, insieme alla band che lo ha seguito negli ultimi anni da vivo – e nel prossimo “This Is not A Drill Tour – è davvero strepitoso.


Shine On!

DAVID GILMOUR: “ALBATROSS” ( DEI FLEETWOOD MAC) LIVE

A inizio 2020 Mick Fleetwood ha celebrato Peter Green, co-fondatore dei Fleetwood Mac, con un concerto al London Palladium organizzato per raccogliere fondi per il Teenage Cancer Trust: sul palco si sono alternati musicisti come David Gilmour, Steven Tyler, Neil Finn, Pete Townshend, Billy Gibbons, Christine McVie, Bill Wyman, Kirk Hammett e Noel Gallagher.

Il 30 Aprile, come già annunciato, uscirà anche in Bluray un cofanetto dell’evento (a questo link la pagina di Amazon Italia). 

David Gilmour partecipò come ospite e fece la sua performance su “Oh Well (part 2)” e “Albatross“.

2THmywNEFY8zNasGs4dUyZ

Pur non conoscendolo molto bene, è stato Mick Fleetwood a invitare Gilmour ad esibirsi. “All’inizio aveva avuto paura. Dubitava di essere in grado di interpretare la musica di Peter. Diceva: ‘È incredibile, ma non so se ce la faccio. Al momento direi di no, ma magari troverò il coraggio di farlo’ “.

Gilmour ha accettato un anno e mezzo dopo. “Ha fatto un bellissimo lavoro su Albatross con Rick Vito -ex chitarrista dei Fleetwood Mac-. Ha suonato anche ‘Oh Well, Part Two’, che stava su ‘Then Play On’. Non saprei come descriverla, è una specie di scappatella in stile classico di Peter. Né lui, né i Fleetwood Mac l’hanno mai suonata. Bello che l’abbia scelta David. Mi ha fatto felice“.

Prima di suonare Albatross, Mick Fleetwood ha raccontato la storia di quando cercò di restare sveglio dopo un concerto per ascoltare l’intervista dei Beatles poco dopo l’uscita di Abbey Road. Qui facciamo un po’ come in Albatross, come i Fleetwood Mac”, avrebbe detto uno di loro. “Ci ha svegliato tutti all’improvviso… eravamo sconvolti… Questa canzone così dolce aveva ispirato, almeno un po’, un disco davvero prezioso e la band che ne stava parlando alla radio… Questa canzone meravigliosa, Albatross, è stata scritta da Peter, e vorrei dedicarla sia a lui che a George Harrison. Oggi sarebbe stato il suo compleanno”.

In anteprima: Albatross


Shine On!

NICK MASON’S SAUCERFUL OF SECRETS – LIVE 2022

167595299_299605591524398_2795679959084792321_n
Gli attesi concerti di Nick Mason e i suoi Saucerful of Secrets slittano all’edizione 2022.

Sabato 25 Giugno 2022  Lucca Summer Festival – Piazza Napoleone

Domenica 26 Giugno 2022 – Torino – Palazzina Di Caccia Di Stupinigi

I biglietti in possesso degli spettatori rimarranno validi per il concerto del 2022. Nuove disponibilità di biglietti sono in vendita sul circuito Ticketone.

Nick Mason’s Saucerful of Secrets: “Grazie per la vostra pazienza! Ora possiamo svelare il tour europeo #SaucerfulOfSecrets 2022 – vai su http://www.TheSaucerfulOfSecrets.com per tutte le date confermate finora. Stiamo ancora lavorando per spostare alcuni degli spettacoli che avrebbero dovuto essere eseguiti quest’anno e ti faremo sapere di quelli il prima possibile“.

Clicca qui per la pagina Ticketone!

Shine On!

PINK FLOYD: LIVE @ THE CAPITAL CENTRE 1975 – VIDEO INEDITO 8mm

Schermata 2021-03-28 alle 10.41.17Giugno 1975: i Pink Floyd nella “Golden Era”, e un incedibile nuovo filmato inedito spuntato dal nulla in rete, filmato da un fan con una telecamera in 8mm. Il filmato, di 3 minuti e 14 secondi è costruito da pezzi diversi di canzoni, perché ovviamente quelle telecamere potevano registrare solamente per pochissimi minuti e senza audio, ma ci si rende conto dell’idea di cosa potesse provare un fan ad un loro concerto. Questo filmato verrà sicuramente restaurato in futuro dal canale YouTube The Pink Floyd Research Group. Ogni volta che escono questi filmati, mi viene sempre da pensare cosa potesse provare un ragazzo cresciuto negli anni 70, e sopratutto quale materiale video ci possa essere nelle cantine e soffitte di quelle famiglie, sono sicuro che esistano tanti filmati dei concerti dei Pink Floyd custuditi gelosamente o andati perduti. Per ora, godiamoci quello che il web riesce a trovare 😉

Tracklist concerto originale: Raving And Drooling, You Gotta Be Crazy, Shine On You Crazy Diamond Part 1-5, Have A Cigar, Shine On You Crazy Diamond Part 6-9, “the Dark Side of the Moon (album completo), Echoes.


Red’s Rock Recordings: “Sono orgoglioso di presentare un filmato dal vivo nuovo di zecca in 8mm non circolato dei Pink Floyd che si esibiscono al Capital Center, Landover, nel Maryland, nel giugno del 1975. Questo live è del 9 o 10 giugno, poiché non è stato possibile identificare la data per mancanza di foto. Questo video contiene sia una versione sincronizzata (non perfetta; considera questa sincronizzazione come una prova) che una versione muta del film (l’ultima delle quali ha un rapporto di aspetto errato, mi dispiace; la versione corretta è nel file qui sotto). Il film completo è di 3 minuti e 14 secondi. Consiglio vivamente di scaricare una versione dal link MEGA qui sotto poiché YouTube comprime automaticamente la maggior parte dei video. Questa uscita è il risultato di uno scambio tra me, ledzepfilm (anche su YouTube) e lo stesso regista, Jeff Randolph. La storia completa di come questo film è venuto alla luce è accessibile nel file di informazioni che si trova, ancora una volta, nel link MEGA qui sotto. Detto questo, un enorme grazie di nuovo al regista, Jeff Randolph, per avermi inviato questo filmato tramite DVD e aver permesso che fosse reso pubblico. È un grande onore da parte mia aiutare a rilasciare anche questo. Ringraziamenti aggiuntivi a ledzepfilm per aver contattato il regista in primo luogo, Ello_Guvner per avermi fornito rapidamente l’audio, Mysterii e Nikolai @ TPFRG per datare questo film (indipendentemente dal fatto che non siamo stati ancora in grado di farlo) e svenso5 per assistenza nella configurazione del collegamento MEGA“.


Link MEGA per scaricare il file: https://mega.nz/folder/OlgUkbyS

Chiave di decriptazione: UP7S_-_q4q-_YhjPErR8oQ


Shine On!