PINK FLOYD “THE LATER YEARS 1987 – 2019 HIGHLIGHTS”

Per chi non si può permettere il costoso cofanetto integrale “The Later Years 1987-2019” in uscita il 13 Dicembre, la Pink Floyd Records ha fatto uscire una edizione “Highlights” in Cd e Doppio Lp di 12 tracce.

A proposito della copertina Aubrey Powell ha recentemente dichiarato: “Quando nel 1975 valutavamo varie idee per la cover di Wish You Were Here, mi ritrovai in Islanda per fare delle fotografie e mi venne l’idea di due uomini che osservano una mappa. La fotografai in bianco e nero, e aveva davvero una grande atmosfera. Non l’ha mai vista nessuno, perché l’idea dei due uomini che si stringono la mano, con uno dei due che va a fuoco, era così forte che la mia foto venne subito messa da parte. Circa 18 mesi fa pensai: “Mi piaceva quell’immagine, ma non l’ho mai usata” Ed era incredibile, pensai. Classico stile Hipgnosis. E così adesso è sulla front cover dell’album con gli highlights di Later Years. Riassume tutto: due uomini che osservano una mappa e si chiedono come proseguire. È esattamente ciò che accadde a Nick e David dopo la separazione da Roger”.

Il disco comprende Shine On You Crazy Diamond (Pts. 1-5), Comfortably Numb e Wish You Were Here dal vivo prese da “Live at Knebworth 1990”, invece Us And Them, Learning To Fly e Run Like Hell sono tratte dal live “Delicate Sound Of Thunder”. Per One Slip, Sorrow e On the Turning Away le tracce sono quelle della nuova versione 2019. Presente anche “Lost For Words” dalle prove del tour di “A momentary Lapse Of Reason”. Di Inedito c’è la bellissima “High Hopes – Early Version” disponibile su YouTube da tempo e la versione “demo” di Marooned.

Questa la tracklist:

1. Shine On You Crazy Diamond (Pts. 1-5) [Live at Knebworth 1990] [2019 Mix]
2. Marooned Jam (1994 Recording)
3. One Slip (2019 Remix)
4. Lost For Words (Tour Rehearsal 1994)
5. Us And Them (Live, Delicate Sound Of Thunder) [2019 Remix]
6. Comfortably Numb (Live at Knebworth 1990) [2019 Mix]
7. Sorrow (2019 Remix)
8. Learning To Fly (Live, Delicate Sound Of Thunder) [2019 Remix]
9. High Hopes (Early Version) [1994 Recording]
10. On The Turning Away (2019 Remix)
11. Wish You Were Here (Live at Knebworth 1990) [2019 Mix]

12. Run Like Hell (Live, Delicate Sound Of Thunder) [2019 Remix]


Clicca qui per il doppio Lp da Amazon Italia

Clicca qui per il Cd da Amazon Italia


Potete ascoltare integralmente il disco su YouTube:


E’ chiaro che il Cd ed il doppio Lp sono una sezione molto limitata del contenuto del box, che si compone prevalentemente da materiale video:

Shine On!

PINK FLOYD: RARISSIME IMMAGINI DAL CONCERTO DI BRESCIA NEL 1971!

Incredibile. A distanza di quasi 50 anni, saltano fuori su internet delle immagini mai viste registrate al concerto di Brescia il 19 Giugno 1971, e per questo dobbiamo dire grazie a Pasquale Perulli, autore del video. Purtroppo l’immagine è abbastanza sgranata e senza audio, ma è sempre un’emozione vedere immagini inedite del “periodo d’oro” dei Pink Floyd, soprattutto se sono state girate in Italia!

Shine On!


Questo l’audio dell’esibizione:

ROGER WATERS: NEL 2021 IN CONCERTO A “PIAZZA DEL PLEBISCITO” A NAPOLI

Dopo Paul McCartney che sarà in concerto il 10 giugno del 2020, nel 2021 porteremo in piazza del Plebiscito anche Roger Waters. L’ex Pink Floyd ha espresso la sua volontà precisa di suonare a Napoli“. A dare la notizia lo storico promoter Mimmo D’Alessandro della D’Alessando&Galli, nato a Somma Vesuviana ma con Napoli nel cuore, pochi giorni fa in conferenza stampa a Palazzo San Giacomo. Piazza del Plebiscito così ritorna ad essere cornice di grandi eventi internazionali. “Sono tanti gli artisti del mondo che desiderano suonare a Napoli nel caso dell’ex Fab four è addirittura la seconda volta. Anche nel 1991 in occasione del suo tour unplugged, mi chiese di esibirsi in città. Facemmo di tutto per accontentarlo e approdammo all’allora Teatro Tenda Partenope di Fuorigrotta“. Venduti intanto fino ad ora novemila biglietti per il live partenopeo di McCartney; molti di questi acquistati negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, Spagna e in tanti altri paesi europei.

Nulla di confermato, quindi, ma con la volontà di Roger di fare un ultimo grande tour di cui abbiamo parlato qui la possibilità che il concerto di Roger Waters a Napoli diventi realtà è molto alta!

Fonte: corrieredelmezzogiorno.corriere.it

Shine On!

NICK MASON’S SAUCERFUL OF SECRETS DI NUOVO IN TOUR NEL 2020

Nick Mason ci ha preso gusto, infatti il prossimo anno riporterà dal vivo i suoi “Saucerful Of Secrets” e questa volta in scaletta ci dovrebbe essere anche.. “Echoes”! La notizia inaspettata è che purtoppo al momento non ci sarà nessuna data Italiana.

www.thesaucerfulofsecrets.com

Aprile:

23: Guildford G Live, UK
24: Brighton Dome, UK
25: Oxford New Theatre, UK
27: Ipswich Regent, UK
29: Dublin Convention Centre, Ireland

Maggio
01: York Barbican, UK
02: Leicester De Montfort Hall, UK
04: Southampton Mayflower, UK
05: Cardiff St David’s Hall, UK
07: London Royal Albert Hall, UK
08: Liverpool Philharmonic, UK
09: Sheffield City Hall, UK
11: Birmingham Symphony Hall, UK
12: Bath Forum, UK
14: Gateshead Sage, UK
15: Manchester Apollo, UK
16: Edinburgh Usher Hall, UK
18: Brussels Cirque Royale, Belgium
19: Luxembourg Den Atelier, Luxembourg
20: Freiburg Konzerthaus, Germany
22: Paris Grand Rex, France
23: Lucerne KKL, Switzerland
24: Nuremberg Meistersinger Halle, Germany
26: Vienna Gasometer, Austria
27: Prague Forum, Czech Republic
28: Frankfurt Jahrunderhalle, Germany
30: Muenster Munsterlandhalle, Germany
31: Eindhoven Muziekgebouw, Netherlands

Giugno
02: Hamburg Laeiszhalle, Germany
03: Berlin Tempodrom, Germany
05: Randers Vaerket, Denmark

Shine On!

DAVID GILMOUR: “THE LOST ART OF CONVERSATION” – L’INTERVISTA IN 4 PODCAST

Per celebrare la prossima uscita del box “Pink Floyd -The Later Years 1987 – 2019” (disponibile dal 13 dicembre), David Gilmour ha concesso a Matt Everitt della BBC Radio la sua unica intervista sull’uscita di questo attesissimo cofanetto, il cui risultato è l’affascinante podcast “The Lost Art of Conversation“. Gli episodi sono divisi in 4 parti e saranno disponibili su YouTube settimanalmente dal 25 novembre: Il primo è chiamato “The Studio“, qui David parlerà del ritorno della band alle jam session nello studio di registrazione e di come allora abbracciarono la nuova tecnologia disponibile, di fronte a montagne di progressi nei sintetizzatori e in altri strumenti. In “Artwork” Gilmour racconta la sua idea per la copertina dell’album, compreso come il suo semplice schizzo di un letto singolo e vuoto sia stato trasformato dall’artista Storm Thorgerson nell’immagine di circa 500 letti sulla copertina di A Momentary Lapse of Reason. Si continuerà poi con “Live Performances” dove racconterà di come la band si stava preparando per la prospettiva del prossimo tour, mentre provavano in un hangar per aerei all’aeroporto di Toronto. Infine in “Unreleased New Material from the box set” Gilmour parla del nuovo e raro materiale incluso in “The Later Years” e dei suoi ricordi, mentre guarda le riprese della band che volava in dirigibili promozionali sulla spiaggia di Miami, guardando sfortunati nuotatori circondati da squali. Qui il Teaser Trailer:


THE LOST ART OF CONVERSATION: A PINK FLOYD PODCAST – Ogni Lunedì, a partire dal 25 Novembre.

Shine On!

DAVID GILMOUR RACCONTA “A MOMENTARY LAPSE OF REASON” – ANTEPRIMA DI “SORROW” DAL NUOVO MIX 2019

Continuano i video anteprima del box “Pink Floyd – The Later Years 1987-2019“, questa volta parla David Gilmour e ci racconta di come iniziò il “nuovo corso” dei Pink Floyd dopo l’uscita di Roger Waters e la nascita di “A Momentary Lapse Of Reason”.

Sapevamo che Roger se ne stava per andare. Era infelice. E anche noi lo eravamo. Io volevo continuare, Nick era propenso. In estate incontrai Rick in vacanza in Grecia, e gli chiesi di rientrare. Era favorevole. Ci trovammo sull’Astoria nell’86. Coinvolsi Bob Ezrin che aveva fatto il Walworth nel ’79 e aveva lavorato ad alcune supervisioni con me. Avevo imparato molto da Bob; è molto valido. Lavorammo sui miei brani. A Natale avevano preso forma, progredivano. Un sera ebbi l’ispirazione, nacque Sorrow. Ne scrissi 5 versi di getto, dal nulla. Scrissi prima le parole, poi feci una demo sull’Astoria. Fu un punto di non ritorno: eravamo sulla strada giusta, funzionava! La casa discografica voleva un buon album. Certo: le cose erano diverse senza Roger, ma ci sentivamo sollevati dalle tensioni degli ultimi 2 album, The Final Cut su tutti. Eravamo di nuovo noi, a comporre e produrre materiale insieme. C’era un senso di libertà e ottimismo nonostante la rottura di palle della causa giudiziaria in corso. Poi ci spostammo a Los Angeles in magnifici studios, con ottimi musicisti. Mentre qui era giorno, in Inghilterra era notte, e gli uffici legali erano chiusi: che sollievo! A L.A. eravamo irraggiungibili, liberi: questo aiutava il flusso positivo delle cose. Anthony Moore, mio amico paroliere, scrisse ottime liriche per l’album, tra cui ‘Learning To Fly’ e ‘On The Turning Away’. Con questa ossatura, completammo le canzoni. Nei primi anni ’80, c’erano tante nuove tecnologie: sintetizzatori ed altro, che utilizzammo pesantemente. Ripensandoci, ad album finito, il dubbio fu che non sembrasse ‘senza tempo’, essendo stato privato degli strumenti tradizionali come l’organo o il piano. In quest’ottica, ho voluto remixare il disco e lavorarci di nuovo. Abbiamo anche ritrovato parti di Rick all’Hammond mai utilizzate; ne è scaturita un’altra atmosfera, un nuovo feeling. Adesso ha un tocco più raffinato, ‘senza tempo’, meno legato all’epoca.

Traduzione a cura di Cymbaline – Pink Floyd Magazine


Qui invece possiamo ascoltare “Sorrow” dal nuovo mix 2019:


Pubblicata anche un’altra anteprima da “Delicate Sound Of Thunder“:

Shine On!