rare

PINK FLOYD: THE EARLY YEARS BOX SET 1965-1972 / TUTTI I DETTAGLI

I Pink Floyd, hanno finalmente annunciato l’uscita del Box Set delle meraviglie, si chiamerà THE EARLY YEARS BOX SET 1965-1972 e conterrà del materiale di valore inestimabile, per qualsiasi appassionato o collezionista dei Pink Floyd.

13669682_10209914410127608_2921993714912064816_n

Questo cofanetto, non ha niente a che vedere con le edizioni “Immersion” di qualche anno fa per i dischi storici come The Dark Side Of The Moon, Wish You Were Here o The Wall, qui si tratta in effetti del “Sacro Graal” di una delle band più influenti ed importanti del pianeta. Erano anni che si vociferava qualcosa del genere, e finalmente ci siamo, gli archivi stanno per essere aperti.

Il cofanetto sarà disponibile dal 11/11/2016 al prezzo di €488.11

A questo link è possibile effettuare il pre-ordine dal sito ufficiale dei Pink Floyd.

A questo link la pagina Amazon Italia del Box Set

A questo link la pagina Amazon Italia del Cd Sampler

Ecco quello che includerà il box:

10 Cd, 9 Dvd e 8 Blu-ray. Demo e unreleased, apparizioni TV, 7 ore di registrazioni di concerti, 15 ore di video (con interviste e 3 lungometraggi), 20 canzoni mai pubblicate, una nuova versione della colonna sonora di Zabriskie Point e molto altro.. La parte audio comprenderà 130 tracce, di cui 12 ore e trenta di canzoni non pubblicate, BBC sessions e outtakes. Due brani mai pubblicati prima, Vegetable Man e In the Beechwoods (dalle session di Saucerful of Secrets) sono state mixati di nuovo. Il set conterrà anche dei memorabilia.

Il primo cofanetto a forma di libro coprirà i gli anni dal ’65 al ’67 ed è chiamato Cambridge St/ation. Contenente il periodo Barrett, all’interno troveremo demo, singoli, le rarità dalle registrazioni di Saucerful of Secrets e le BBC session. Meritevole d’attenzione anche l’uscita su CD del vinile uscito nel 2015, 1965: Their First Recordings con Rado Klose alla chitarra e Juliette Gale alla voce. Ma anche un concerto di Stoccolma del 1967 e il DVD/Blu Ray delle loro apparizioni televisive.

Il secondo pacchetto, Germin/ation, si concentra sul 1968, subito dopo l’uscita di Barrett dal gruppo. Include singoli non presenti in Saucer of Secrets e studio session riemerse nell’ultimo periodo. La parte video comprende gli spot promo per Point Me at the Sky e esibizioni nelle TV di molti paesi.

Dramatis/ation, il set con il materiale il 1969, l’anno in cui uscirono More e il doppio LP Ummagumma, contiene registrazioni effettuate ad Amsterdam e Londra prese da The Man and The Journey. Ma troviamo anche brani da More e pezzi scartati come la versione di Embryo apparsa solo in alcuni promo e i video dalle prove di The Man/The Journey.

Il quarto set, Devi/ation, è tutto sul 1970 quando i Floyd hanno registrato le canzoni per il film Zabriskie Point di Michelangelo Antonioni. Le canzoni sono state mixate nuovamente. Un altro disco invece è tutto sulla BBC premiere diAtom Heart Mother con tanto di orchestra e coro. Inoltre è presente una performance di un’ora in una TV di San Francisco.

È sul periodo Meddle che si concentra invece il capitolo Reverber/ation tra demo dei primi esperimenti in studio e BBC session. Ma anche
un nuovo mix in 4.0 di Echoes e alcuni live come quello con la compagnia di ballo di Marsiglia.

Opfusc/ation, sesto capitolo del cofanetto, racconta il 1972 quando la band fece uscire Obscured by Clouds, colonna sonora del film La Vallée. Quell’anno inoltre uscì Pink Floyd: Live at Pompeii, anch’esso contenuto nel box set.

L’ultimo disco, Continu/ation, contiene le BBC session del primo periodo, brani dal film The Committee, la colonna sonora live dell’allunaggio 1969 e altro. Ci sono anche 3 lungometraggi, The Committee, More e La Vallée e riprese di live e festival.

CLICCA QUI per vedere la tracklist completa del Box Set!

Tutti i capitoli dall’uno al sei, saranno rilasciati anche singolarmente nel corso del 2017, fatta eccezione per il bonus dal titolo Continu/Ation che rimarrà esclusiva del Box Set.

The Early Years 1965-1972″ vuole mettere in risalto l’evoluzione della band sin dagli esordi agli anni precedenti all’uscita di uno degli album più importanti di tutti i tempi, ‘The Dark Side Of The Moon’ , e il contributo che i Pink Floyd hanno dato nella rivoluzione culturale di quel periodo.
Grazie a questa raccolta i fan potranno ascoltare la storia della nascita del progressive rock psichedelico quando Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason e  Syd Barrett si incontrarono all’ Istituto Politecnico di Londra fino alla dipartita di Syd e l’arrivo di David Gilmour“.

In uscita, oltre al box, anche un doppio Cd dal titolo CRE/ATION 1967-1972 che contiene varie canzoni, una sorta di “sampler” del cofanetto, al prezzo di €12.90 la cui tracklist è questa:

1. Arnold Layne (2016 Remastered Version)
2. See Emily Play (2016 Remastered Version)
3. Matilda Mother (2010 Remix) [2016 Remastered Version]
4. Jugband Blues (2010 Remix)
5. Paintbox (2016 Remastered Version)
6. Flaming (BBC Session, 25 September 1967)
7. In The Beechwoods (2010 Mix)
8. Point Me At The Sky (2016 Remastered Version)
9. Careful With That Axe, Eugene (Single Version) [2016 Remastered Version]
10. Embryo (From ‘Picnic’)
11. Ummagumma Radio Ad (Capitol US)
12. Grantchester Meadows (BBC Session, 12 May 1969)
13. Cymbaline (BBC Session, 12 May 1969)
14. Interstellar Overdrive (Live At The Paradiso, Amsterdam, 9 August 1969)
15. Green Is The Colour (BBC Session, 12 May 1969)
16. Careful With That Axe, Eugene (BBC Session, 12 May 1969)

Disco: 2
1. On The Highway (Zabriskie Point Remix)
2. Auto Scene Version 2 (Zabriskie Point Remix)
3. The Riot Scene (Zabriskie Point Remix)
4. Looking At Map (Zabriskie Point Remix)
5. Take Off (Zabriskie Point Remix)
6. Embryo (BBC Radio Session, 16 July 1970)
7. Atom Heart Mother (Live In Montreux, 21 November 1970)
8. Nothing Part 14
9. Childhood’s End (2016 Remix)
10. Free Four (2016 Remix)
11. Stay (2016 Remix)

13654155_10153752629317308_138666072789182524_n

Shine On!

Annunci

DAVID GILMOUR: 2 CANZONI INEDITE DEL 1967

davidsgear_tele68È incredibile come a distanza di decenni si  vengano a sapere certe cose di cui nessuno ne sospettava l’esistenza… Nel recente e grandioso documentario della BBC “David Gilmour – Wider Horizons” lo stesso David rivela di aver cantato in un paio di canzoni nel film del 1967 “Two weeks in september” con Brigitte Bardot… Era noto che David avesse una “cotta” per Brigitte, come ha affermato lui stesso in un’intervista a “Panorama” del 2008: “tutto quello che ho fatto è stato strizzarle l’occhio più volte mentre mi esibivo in un party a Parigi. Stavo suonando la chitarra e non potevo muovermi. Lei mi ha sorriso e se n’è andata con un signore tedesco per niente sexy, ma molto più elegante di me“, però nessuno fino ad ora sospettava o si era accorto che David avesse preso parte alla soundtrack di uno dei suoi film… Le canzoni sono “I Must Tell You Why” e “Do You Want To Marry Me“, al momento non ci è dato sapere se David ha anche suonato su queste traccie o ha inciso solo la parte vocale…

Shine On! (altro…)

NEWS IN PILLOLE

Dalla fine del tour di Roger Waters le news a riguardo il pianeta Floyd si sono diradate sempre di più ed è difficile trovare nuove notizie interessanti, spero tanto che questo periodo sia la calma prima della tempesta! Quindi speriamo di avere a breve alcune notizie ufficiali sui nuovi album di Roger e David!

Dal sito www.pinkfloydz.com si dice che Andy jackson ha confermato l’uscita di “The Division Bell” in 2 Lp: “il vinile originale era veramente corto, solo 66 minuti, ma qui ci sarà tutta la versione integrale“. Non sappiamo cosa intenda, se ci saranno delle demo oppure che spalmeranno i 66 minuti sui quattro lati, dato che nel 1994 avevano accorciato i brani per farli entrare su due lati. Appena se ne saprà di più sarete informati!

Roger Waters ha finalmente ricevuto la cittadinanza onoraria di Anzio. Per la cronaca della giornata clicca qui. Inoltre Roger ha anche ricevuto la “Laurea Honoris Causa” da parte dell’Università Americana di Roma. A questo link il reportage della consegna.

1795912_716570698388435_143694327_oPiccolo incidente per “l’Astoria”, lo studio galleggiante di David Gilmour ancorato sul Tamigi a Londra. Come apprendiamo dal tweet di Polly Samson la piena del fiume stava “portando via” l’Astoria e la hanno dovuta legare ad una albero. Speriamo che tutte le attrezzature all’interno siano rimaste integre… Sempre a proposito di Gilmour dal sito Pulse & Spirit apprendiamo che David ha collaborato al nuovo album di Ben Watt: Hendra, con cori e con la slide guitar sulla canzone “The Levels”.

1398360Sono recentemente apparse su bootleg delle versioni alternative delle canzoni di “Animals” registrate nel 1976, in particolare delle take alternative di “Sheep” e “Pigs“, ma anche “Dogs” cantata da Roger Waters! Questo dimostra ancora una volta che il materiale inedito per future pubblicazioni c’è! Per ascoltare i demo vai in fondo all’articolo o su questa pagina.

Dopo pochi giorni dalle outtakes di Animals sono apparse in rete anche le registrazioni “work in progress” di “Wish You Were Here”: questi i titoli: “Shine on You Crazy Diamond (Parts 1-8) Studio Version 1975 in one complete piece.Never previously issued in this format.” – “Welcome to the Machine Studio Demo 1975” – “Have a Cigar Studio Demo, 1975” – “Wish You Were Here Studio, 1975 (with Stéphane Grapelli)“! Per ascoltarle clicca sulla canzone o sul sito Yeeshkul, dove potrete scaricare tutto il matriale.

davidpalestineDavid Gilmour è l’ultimo collaboratore della campagna “A Postcard for Palestine”, una campagna che mira a “educare le persone non coinvolte in una consapevolezza della occupazione criminale  della Palestina da parte di Israele, con la collusione di Europa e Stati Uniti. Una campagna per la pace e la giustizia”. Il contributo di David è stato presentato loro il 6 Gennaio 2014 . Gli organizzatori invitano a “contribuzioni volontarie di disegni su un formato cartolina, orizzontale o verticale. Il design potrebbe essere un disegno, un dipinto, una fotografia, un collage, una stampa, una poesia, una canzone o qualsiasi altro mezzo di vostra scelta.” I contributi vengono poi utilizzati per diffondere la consapevolezza della loro campagna. Sempre a proposito di David (per chi non lo avesse ancora visto) in questo video lo possiamo vedere in “Across the Universe” dei Beatles, con anche altri pezzi insieme a Paul Carrack nel 2002!

Nick Mason ha trovato diversi filmati inediti dei Pink Floyd della fine degli anni 60 in bianco e nero girati in 8mm, compresi alcuni backstage. Li ha scoperti mentre stava mettendo insieme dei filmati di repertorio da utilizzare in esposizioni future sui Floyd. Al momento però non si sà che uso ne verrà fatto. Qui la notizia.

syd_tapeL’etichetta britannica Easy Action (specializzata nella pubblicazione di registrazioni rare), spedirà sul mercato un disco dal vivo nel quale sono contenuti tre brani mai ascoltati eseguiti da Syd Barrett con la”Last Minute Put Together Boogie Band”, gruppo assemblato dall’ex Pink Fairies e Pretty Things – nonché cantante e batterista – Twink, poi sfociato negli Stars, supergruppo dalla vita molto breve nella quale per poche settimane, nel febbraio del ’72, militarono gli stessi Barrett, Twink e Jack Monck. Le registrazioni del live furono effettuate il 27 gennaio del 1972 alla Corn Exchange di Cambridge: Barrett però appare solo in tre jam come ospite alla chitarra. Le registrazioni originali furono fissate su una bobina concessa alla Bonhams Auction House nell’estate del 2010 con una base d’asta di 5000 dollari: non avendo mai raggiungo la valutazione minima imposta dal proprietario originale, la registrazione fu venduta in un secondo momento alla Easy Action, che – per il momento – non ne ha ancora ufficializzato la data di pubblicazione. A detta del direttore dell’etichetta “la musica contenuta in questo set è lontana mille miglia da qualsiasi cosa i Pink Floyd abbiano fatto“.

Il 23 aprile 2014 in giappone verranno rimasterizzati in SHM-CD format e in edizione limitata gli album di Syd Barrett “The Madcap Laughs”, “Barrett” e “Opel”. Il formato è sempre CD ma masterizzato in SHM, tecnologia sviluppata dalla JVC e la Universal Music Japan che rende questi CD più “trasparenti” e fedeli al suono originale, naturalmente son0 compatibili con i normali lettori CD. Questo il link Amazon Japan per l’acquisto.

Dopo l’intero catalogo dei Pink Floyd è disponibile da poco su Spotify anche tutti gli album di Syd Barrett: The Madcap Laughs, Barrett, Opel, The Peel Sessions e An Introduction To… A questo indirizzo la pagina spotify.

scottpage_001-smVi ricordate il “tanto discusso” sassofonista Scott Page che andò in tour con i Pink Floyd per il “A Momentary Lapse Of Reason Tour”? Bè ha annunciato da poco che sta finendo di mettere in digitale le più di centianaia di ore che lui stesso ha filmato nel backstage. Per sapere quando il video uscirà non resta che seguire le pagine Twitter e Facebook di Scott! Intanto sul suo sito internet ha già messo qualche preview

monumIl comune di Aprilia sta costruendo un monumento commemorativo per Roger Waters, che come sappiamo sarà ad Anzio il 18 febbraio: qui la notizia. Il progetto dell’obelisco è stato realizzato da uno studio grafico di Ascoli Piceno, dove risiede Harry Shindler, 93enne inglese reduce dello Sbarco che ha contatti diretti con Waters. Sulla lapide si legge: “In memoria di Eric Fletcher Waters (12 dicembre 1914 – 18 febbraio 1944) morto qui, e di tutti gli altri rimasti senza sepoltura”. Infine, una frase di Roger Waters presa dal brano “Two suns in the sunset” (da “The Final Cut” dei Pink Floyd): “Cenere e diamanti, nemici e amici, siamo tutti uguali nel momento della fine”.

Alla grandissima esposizione del 2014 NAMM show la DW, marca di batteria preferita da Nick Mason ha annunciato che produrrà delle edizioni speciali delle sue batterie dedicate a Neil Peart dei Rush, Roger Taylor  dei Queen, e a Nick Mason dei Pink Floyd: a questo link potete vedere  la presentazione delle batterie, quella dei Floyd è al minuto 10.20. Sempre al Namm 2014 allo stand della Hiwatt, era presente una delle testate originali di David Gilmour comprata nel 1971 e utilizzata nel 1972, sapientemente modificata da Pete Cornish! La potete vedere in questo video dal minuto 2.48.

Dopo il grande evento di Venezia prosegue a Conegliano (TV) alla “Leonart Gallery” la prima mostra postuma di Storm Thorgerson. Aperta fino al 2 febbraio. Orari: dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 12:30, e dalle 16:00 alle 19:30. Info su www.leonart.it

Qualche mese fa Roger Waters partecipò a una intervista al programma della BBC “HardTalk” ora su YouTube é disponibile il video integrale con sottotitoli in italiano! Clicca qui per il video. E sempre a proposito di Roger, come riportato sulla sua pigina facebbok ha scritto una lettera a Neil Young e a Scarlett Johansson criticandoli per alcune recenti vicende relative ai loro rapporti con Israele, potete leggerla in italiano cliccando su questo link.

“Il Giornale” del 17 dicembre scorso parla degli eventi culturali approvati dal Comune di Milano per la “Fabbrica del Vapore”. Tra questi, la mostra “The Art of Pink Floyd” (da agosto 2014 a gennaio 2015) che, attraverso 7 sezioni, racconterà la storia della band inglese.

giornale20131217Shine On!

(altro…)

PINK FLOYD IN AUSTRIA 1971

david6546555Circa un anno fà è comparso su youtube un video inedito del festival di Ossiach in Austria dove l’1/7/1971 si esibirono anche i Pink Floyd. (nel video li possiamo vedere dal minuto 3.00). I brani in scaletta erano Echoes, Careful With That Axe Eugene, Set The Controls For The Heart Of  The Sun e Atom Heart Mother (che la possiamo ascoltare nel video) con sezione di fiati e coro. La particolarità dell’evento è che era un festival di musica classica, e i Floyd insieme ai Tangerine Dream furono gli unici gruppi “non di musica classica”  invitati a partecipare.  A questo indirizzo potete trovare delle belle foto inedite del concerto.

Shine On!

P.U.L.S.E. IN MULTICAMERA

Pulse+disc+1+8390002410_1000Dal canale YouTube di Jon Egia possiamo vedere delle rare differenze  di inquadratura del concerto P.u.l.s.e. La prima inquadratura a sinistra è della versione ufficiale uscita in Dvd e Vhs mentre la seconda versione a destra è quella che è stata trasmessa in diretta nel 1994.

*** È possibile che nel tempo questi video siano bloccati dalla EMI per violazione di copyright.

Clicca “continua a leggere” per vedere gli altri video.

(altro…)